rotate-mobile
Cultura

Oltre 300 bambini incontrano lo scrittore Roberto Piumini

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BolognaToday

Libri e lettura | Un argomento di attualità:

grazie al progetto/concorso Scrittori di classe

bambini e ragazzi apprendono il valore prezioso della lettura

Martedì 31 marzo oltre 300 bambini incontrano lo scrittore Roberto Piumini

Grande successo per Scrittori di classe, il concorso nazionale dedicato alle scuole primarie e secondarie di primo grado promosso da Conad, finalizzato a promuovere la lettura e la scrittura tra i ragazzi.

8 autori di libri per ragazzi hanno fornito la loro ispirazione, preparando 8 incipit su 8 tematiche, 5 per le scuole primarie 3 per le scuole secondarie di primo grado; le scuole italiane - tra cui anche diverse scuole della città di Bologna - hanno partecipato all'iniziativa realizzando dei piccoli racconti sviluppati sulla base delle 8 tematiche.

Presupposto dell'iniziativa sono alcuni dati Istat non proprio confortanti: nel 2014 la quota di lettori di libri (almeno un libro letto nel tempo libero nell'arco di dodici mesi) è scesa dal 43% al 41,4% rispetto al 2013.

Tra i lettori di libri, inoltre, una quota consistente, il 45%, dichiara di aver letto al massimo tre libri nell'ultimo anno, contro un'incidenza decisamente più contenuta di quanti affermano di averne letti minimo 12 (sono solo il 14,3%!). A salvarci sono le nuove generazioni: la quota di lettori è superiore al 50% della popolazione solo tra gli 11 ed i 19 anni mentre la fascia di età in cui si legge di più è quella tra gli 11 e i 14 anni (53,5%).

Poco incoraggianti anche i dati OCSE: i giovani laureati Italiani (25-34 anni), per esempio, raggiungono appena il livello di competenze di lettura dei loro coetanei senza titolo di studio terziario in Finlandia, in Giappone o nei Paesi Bassi.

Il principale fattore che limita la diffusione dei libri in Italia è, per un editore su due (49,9%), la mancanza di un'efficace educazione alla lettura.

"All'estero - sostiene Annamaria Testa, giornalista e docente universitaria - sapendo quanto questo sia strategicamente determinante per la crescita di un paese, si parla di libri in modo meraviglioso, sia nelle campagne istituzionali sia in altre iniziative di sensibilizzazione". "E saper leggere vuol dire anche saper pensare e saper risolvere problemi". Un bambino che legge sarà un adulto che pensa".

Per tutte queste ragioni è importante sensibilizzare fin dalla più giovane età al valore della lettura, anche attraverso iniziative come Scrittori di classe.

Il concorso ha concluso la sua prima fase e ora sta iniziando la distribuzione dei libri realizzati a partire dai racconti vincitori scritti dai ragazzi e completati con l'aiuto di scrittori e giornalisti molto conosciuti.

Uno di questi libri è frutto della collaborazione con lo scrittore Roberto Piumini, da anni il più famoso e pluripremiato autore di racconti, filastrocche, testi teatrali e libri per bambini.

Dal 1978 ha pubblicato moltissimi libri di fiabe, racconti corti e lunghi, romanzi, filastrocche, poesie, poemi, testi teatrali, testi di canzoni, testi per teatro musicale e cori, traduzioni, adattamenti, testi parascolastici. È stato fra gli autori e ideatori della trasmissione televisiva RAI L'Albero Azzurro; ha scritto soggetti e sceneggiature per cartoni animati e cortometraggi di fiction.

Un autore straordinario, che vale la pena incontrare e ascoltare: una esperienza di formazione per bambini e ragazzi che hanno l'opportunità di conoscere uno scrittore di alto livello, recependo da lui la bellezza e il piacere della scrittura e della lettura.

Martedì 31 marzo presso il centro commerciale Vialarga | Ipermercato Conad alle ore 10.30 si terrà un incontro con centinaia di bambini dell'Istituto Comprensivo 7 e dell'Istituto Comprensivo 11 con l'autore Roberto Piumini e verrà consegnata ad ognuno una copia omaggio del libro vincitore scritto con la sua collaborazione.

Il libro si intitola NARAN E OYUNA e narra la storia del giovane Naran, in fuga dalla corte di Gengis Kahn. Allevato e istruito alle discipline guerresche, dopo essere stato rapito dal piccolo regno di Mathukar quando aveva due anni, Naran ha appena scoperto le sue vere origini e sa che la sua patria sta per essere attaccata. Il suo destino è legato a quello di un medaglione magico sottratto anni prima dal regno di Mathukar. Con l'aiuto di Oyuna, dotata di poteri, Naran è deciso a riportarlo indietro e a salvare la sua gente.

Nel pomeriggio, alle ore 16.00, si terrà un interessante laboratorio educativo con letture animate di questo avvincente libro progettato per genitori e ragazzi insieme .

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oltre 300 bambini incontrano lo scrittore Roberto Piumini

BolognaToday è in caricamento