Nascono i fiori - un film di Mauro Bartoli sui bambini di Chernobyl

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BolognaToday

Lab Film , società di produzione cinematografica indipendente con sede ad Imola, insieme a numerose associazioni di volontariato, sta realizzando un film sui bambini e le bambine che dalle zone contaminate della Bielorussia ogni anno vengono in Italia, ospiti di famiglie.

Una storia di passione, di accoglienza, di generosità, che in vent'anni ha coinvolto circa 500.000 famiglie italiane e bielorusse, che hanno vissuto fianco a fianco, insieme.

La portata di questa iniziativa di solidarietà è tale che oggi l'italiano è la seconda lingua parlata nel paese.

Vorremmo riuscire a raggiungere l'obiettivo di realizzare il film e presentarlo pubblicamente a 30 anni dal disastro nucleare di Chernobyl (26 aprile 2016).

Abbiamo avviato una campagna di crowdfunding (finanziamento collettivo) che è partita il 15 dicembre 2015 e terminerà il 15 aprile 2016 con lo scopo di raccogliere le risorse necessarie per organizzare una settimana di riprese in Bielorussia con una piccola troupe che possa documentare la vita dei bambini e delle bambine e riuscire a mostrare come è davvero la situazione nelle zone contaminate.

Abbiamo deciso di sperimentare questa nuova modalità di finanziamento del film (il crowdfunding) proprio in coerenza con le caratteristiche del progetto, che si basa sulla cooperazione, la condivisione e la solidarietà.

Ad oggi, il documentario ha raccolto circa 8.000 Euro su un obiettivo di 10.000 e ha ottenuto il sostegno di più di 10 Associazioni nell'intero territorio nazionale (dalla Puglia al Lago di Como).

Il regista del film, Mauro Bartoli sarà presente sabato 12 Marzo alle ore 21:00 nei locali del "Centro Orti Belpoggio", all'interno di un'iniziativa di solidarietà organizzata dall'Associazione imolese "Insieme per un futuro migliore onlus", per far conoscere il progetto del documentario e la campagna di cowdfunding.

   

I più letti
Torna su
BolognaToday è in caricamento