E tu? Il 27 febbraio al Teatro Alemanni

GIOVEDì 27 FEBBARIO - ORE 21
TEATRO ALEMANNI - BOLOGNA

E TU?
Di e con Dimitri Yuri Campanella e Mariagrazia Bazzicalupo
Regia e musiche: Dimitri Yuri Campanella
Drammaturgia: Mariagrazia Bazzicalupo
Luci: Giuseppe Tomasi
In collaborazione con LegÀmi Compagnia teatrale e Teatro Alemanni

E tu? è una mano decisa e protesa allo spettatore, che lo accompagna stretta fino all'abbandono, all'istante poco prima dello schianto.
E tu? è un atto di ribellione, è una marcia sanguigna sul tapisroulant decadente di una società ingorda, dedita all'accumulo di persone, emozioni, relazioni, cose e animali.
E tu? è una domanda, e non potrebbe essere altrimenti.

Lo spettacolo nasce da un lavoro di ricerca in cui visioni, sensazioni e riflessioni, luci, gesti e suoni sono stati intessuti in un'unica partitura, più volte cucita, strappata, e poi ricucita sui corpi dei due attori/autori. Il risultato è una performance originale per testo e musiche che, in una forma tra live-set elettronico e action grotowskiana, porta in scena una costante ricerca linguistica e comunicativa tra spettacolo e spettatore. La regia-tecnica non è solo parte integrante della scena, ma è un fattore dominante: traccia significativa sulla quale i personaggi non agiscono, ma sono agiti.
In uno schema delineato, metodico, ciclico, i due personaggi seguono le orme delle loro azioni, programmate in una partitura fredda, contratta e corrosa, attraverso una sonorità 4/4 che ne scandisce il ritmo. Sono il dominante e il dominato, l'aguzzino e il prigioniero, il padrone e lo schiavo. Ma chi è il soggetto? Tutto è un'unica identità, e nessuna, non c’è più posto per un soggetto. Ma "non ti preoccupare, tu devi consumare": chiusi nella ripetibilità di una meccanica vuota, autodistruttiva e sempre uguale a se stessa, i due personaggi consumano i loro corpi e le loro vite, ignari della verità delle loro esistenze.
Il flusso incessante di segni prodotti dalla sincronia fra audio-video-luci-parole investe lo spettatore e lo rende parte attiva di una ritualità satura di cliché e meccanismi della comunicazione pubblicitaria.


DALLE ORE 20:00 APERITIVO OFFERTO IN TEATRO


BIGLIETTO UNICO: 10€ + 2€ Tessera Teatro Alemanni 2020

INFO E PRENOTAZIONI:
3335749231
www.alemanniteatro.it/acquisti-prenotazioni

______________
Teatro Alemanni
Via Mazzini 65 – 40137 Bologna
Telefono 051.040.38.40 – 051.040.38.41 – 392.76.96.927
E-Mail info@alemanniteatro.it

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • "Ri-partiamo col teatro dei burattini": 5 appuntamenti gratuiti alla biblioteca Spina del Pilastro

    • Gratis
    • dal 16 ottobre al 4 dicembre 2020
    • Biblioteca Spina del Pilastro
  • "Camping antistress"

    • dal 5 al 6 novembre 2020
    • Teatro Alemanni
  • Rassegna teatrale "Antropologia del femminile: la serra delle piante grasse"

    • dal 13 al 14 novembre 2020
    • Teatro dei 25

I più visti

  • Monet e gli Impressionisti. I capolavori del Musée Marmottan Monet di Parigi arrivano a Bologna

    • dal 29 agosto 2020 al 14 febbraio 2021
    • Palazzo Albergati
  • Etruschi, viaggio nelle terre dei Rasna al Museo Civico Archeologico

    • dal 7 dicembre 2019 al 29 novembre 2020
    • Museo Civico Archeologico
  • Certosa di Bologna, il calendario estivo: dal 18 giugno al 3 novembre 2020

    • dal 18 giugno al 3 novembre 2020
    • Certosa di Bologna
  • De Chirico oltre il quadro. Manichini e miti nella scultura metafisica diventa permanente

    • dal 1 gennaio al 31 dicembre 2020
    • Museo Magi'900
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    BolognaToday è in caricamento