Federico Buffa "Esta noche juega el trinche"

In scena al Teatro Celebrazioni di Bologna, giovedì 20 giugno, Federico Buffa in Esta noche juega el trinche. Lo spettacolo rientra nel progetto Emilia-Romagna. La Regione scende in campo, una serie di iniziative che verranno realizzate in occasione dei Campionati Europei di Calcio Under21.

«Il personaggio, la mano del destino, il bivio. Ci vuole tutto questo per raccontare una Storia Fantastica. Ma per raccontare una leggenda, non basta. La leggenda ha bisogno del mistero, del rammarico, del rimpianto scolpito nell’anima. Un fantasma di cui puoi parlare al passato per sentito dire, senza documenti, poche foto e qualche ritaglio di giornale. La leggenda che vogliamo raccontare in questa Storia Fantastica è quella di Tomas Felipe Carlovich, detto El Trinche, un calciatore attivo nella seconda divisione argentina tra gli anni ‘60 e ‘70, un jugador de portrero, di strada, di quelli che hanno, come amava dire il popolo, la terra in tasca. Un mito che nasce da una serie di aneddoti, frammenti a cui la leggenda popolare si aggrappa per alimentare una storia che sembra inventata, come una favola raccontata dal nonno nostalgico per lo stupore del nipotino. Ma anche quel che poteva essere e non è stato; il senso dell'incompiuto che sa di calzettoni abbassati, di stop di tacco e sombreri, con il desiderio ricorrente di una vita semplice, senza riflettori e senza obblighi. Di certo, un campione amato dal pubblico, tanto che all’ingresso degli stadi veniva esposto un cartello che annunciava la sua presenza in campo, Esta noche juga El Trinche. Un uomo schivo, nato nel posto giusto per farci capire che i soldi e la fama non sono gli stessi desideri per tutti. Un uomo che sembra disperdere volontariamente la percezione di sé stesso, lasciando scampoli di quello che è solo e unicamente per essere la leggenda da raccontare.

Ogni volta che penso a questa Storia Fantastica aumenta in me la convinzione che essa sia necessaria per il “movimento calcio”, perché giocare solo in seconda divisione per non allontanarsi dai genitori e dal proprio quartiere, una specie di coperta di Linus di cemento, riporta a un vecchio  apore romantico al quale il calcio non è più abituato. Riempire gli avversari di tunnel e doppi tunnel (senza mai schernirli) fa riacquistare a questo sport la goliardia che ha quasi definitivamente perso.

Con l’inconfondibile e ormai iconico stile narrativo di Federico Buffa, in scena con due attrici e tre musicisti, vogliamo, dunque, compiere un viaggio attraverso la carriera e la vita di Tomas Felipe Carlovich per raccontare la sua arte calcistica in un’epoca veloce che va dagli anni ‘60 ai giorni nostri. Poco più di cinquant’anni in cui la tecnologia ha cambiato anche lo sport e, in particolare il calcio, e di cui il nostro protagonista può diventare un testimone importante grazie al romanticismo che quel calcio esprimeva, mettendo in luce la semplicità del suo modo di essere e la goliardia delle sue azioni, in contrasto con i cambiamenti artistici e sociali di un tempo ricco di storia e di fermenti. Un doppio tunnel al posto di un contratto milionario, una pesca alla trota improvvisata dimenticando la convocazione in Nazionale. La purezza del gesto fine alla sua spiritualità e a null'altro. E un soprannome che non significa nulla, tranne probabilmente che nei più reconditi anfratti del linguaggio popolare. Vamos a la arena porque Esta noche juega El Trinche, Tomas Felipe Carlovich, la leggenda di Rosario, la terra dove nascono i campioni.» Pierluigi Iorio

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • "Sonar": la performance di improvvisazione teatrale online

    • Gratis
    • 18 aprile 2021
    • Online

I più visti

  • Tecnico per la promozione turistica specializzato nella progettazione e distribuzione di itinerari sostenibili

    • Gratis
    • dal 28 settembre 2020 al 30 luglio 2021
    • Nuovo Cescot ER
  • “Criminis Imago. Le immagini della criminalità a Bologna”: la mostra riapre a febbraio 2021

    • dal 1 febbraio al 27 giugno 2021
    • Santa Maria della Vita
  • Le Frecce Tricolori volano sul Gran Premio del Made in Italy

    • solo domani
    • Gratis
    • 18 aprile 2021
  • Resilienze Festival 2020-2021: "​Legami Invisibili​"

    • Gratis
    • dal 8 settembre 2020 al 31 maggio 2021
    • Vari luoghi
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    BolognaToday è in caricamento