Feste d'inverno: mostra di composizioni floreali

presso la Sala Museale del Baraccano, via S: Stefano 119, venerdì 30 novembre alle ore 17 si inaugura la mostra di composizioni floreali “Feste d’inverno”, realizzata dal Garden Club Camilla Malvasia. Rimarrà aperta anche sabato 1 dicembre (ore 10-19) e domenica 2 (ore 10-18). Grandi installazioni floreali in stile occidentale o ikebana, dedicate alle diverse festività sia di tradizione cattolica che di altre culture.

E’ arrivato il tempo delle Feste d’inverno e il Garden Club Camilla Malvasia ha preparato affascinanti installazioni floreali per rappresentare i momenti più significativi e gioiosi che punteggiano la stagione.
Come ogni anno in prossimità del Natale, il Garden Club mette all’opera la propria Scuola in elaborate composizioni vegetali e le mette in mostra. Quest’anno il tema è particolarmente suggestivo: una carrellata di rappresentazioni artistiche, in stile occidentale o ikebana, delle principali feste, legate sia alla tradizione cattolica che ad altre confessioni, in un abbraccio simbolico tra culture diverse.
Feste dalla storia antica, che spesso si agganciano a date di remote spiritualità travasate nel nostro tempo come espressioni culturali delle genti e dei loro vissuti collettivi.
Ritualità che richiamano la transizione e la rinascita, dal buio dell’inverno verso la luce e la ripresa vegetativa, che va propiziata con doni e celebrazioni. Così il protagonista recondito è spesso il sole, salvifico e fecondo dio originario dei popoli più antichi, le cui fasi e la cui venerazione hanno stabilito un calendario liturgico che nel tempo è diventato tradizione civile.
Riti e memorie che le installazioni floreali in mostra illustrano con estro artistico e forza immaginativa in grandi composizioni floreali di stile occidentale o ikebana: la Natività e il capodanno ovviamente, ma di quest’ultimo anche la rappresentazione giapponese secondo la tecnica ikebana e quello svizzero dei Silvesterchläuse; e poi Lucia, la Santa della luce di origini italiane il cui culto è particolarmente vivo nel Nordeuropa; la festa del Solstizio con il suo spirito pagano. E altre tradizioni, Hannukkà, festa ebraica della riconsacrazione; l’Avvento dei protestanti tedeschi e il suo calendario diffuso nel mondo. E ancora il senso trasgressivo e colorato del Carnevale e l’ambigua alternanza di sacro e profano di Hallowen, interpretata con un omaggio in bianco e nero a Yayoi Kusama e alle sue zucche. Nella sinfonia di un Canto di natale impersonato da una serie di strumenti musicali floreali di dickensiana memoria.
L’ingresso è gratuito, come forma di autofinanziamento ci saranno in vendita eleganti composizioni floreali, di piccole e medie dimensioni, ideali per i regali natalizi. Domenica, poco prima della chiusura, verranno vendute a prezzi vantaggiosi anche singole parti delle installazioni esposte (che potranno essere prenotate in anticipo nel corso della visita).

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Hobby, potrebbe interessarti

  • Laboratorio: "Dipingiamo la preistoria"

    • solo oggi
    • 18 aprile 2021

I più visti

  • Tecnico per la promozione turistica specializzato nella progettazione e distribuzione di itinerari sostenibili

    • Gratis
    • dal 28 settembre 2020 al 30 luglio 2021
    • Nuovo Cescot ER
  • “Criminis Imago. Le immagini della criminalità a Bologna”: la mostra riapre a febbraio 2021

    • dal 1 febbraio al 27 giugno 2021
    • Santa Maria della Vita
  • Le Frecce Tricolori volano sul Gran Premio del Made in Italy

    • solo domani
    • Gratis
    • 18 aprile 2021
  • Resilienze Festival 2020-2021: "​Legami Invisibili​"

    • Gratis
    • dal 8 settembre 2020 al 31 maggio 2021
    • Vari luoghi
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    BolognaToday è in caricamento