Giorgio Diritti all'Arena Puccini per presentare il suo super-premiato "Volevo nascondermi"

Sabato 15 agosto, per la rassegna “Accadde domani”, al cinema all’aperto di via Serlio incontro con il regista di Volevo nascondermi, il film su Antonio Ligabue con Elio Germano, vincitore dell’Orso d’argento per il miglior attore al Festival di Berlino. Proiezione in anteprima anche domenica 16. 

Dopo la vittoria dell’Orso d’argento per il miglior attore a Elio Germano, il premio come Film dell’anno ai Nastri d’argento e il Globo d’oro come miglior film e migliore fotografia, dal 19 agosto torna nei cinema il film di Giorgio Diritti Volevo nascondermi. La pellicola si potrà però vedere in anteprima sabato 15 e domenica 16 agosto alle ore 21.30 all’Arena Puccini, il cinema all’aperto nel parco del Dopolavoro ferroviario (via Sebastiano Serlio 25/2), gestito dalla Fondazione Cineteca di Bologna, Ibc Movie e Modernissimo srl. Alla proiezione di sabato 15 sarà presente anche il regista. L’appuntamento rientra nella rassegna “Accadde domani” organizzata con la Fice (Federazione italiana cinema d’essai) Emilia-Romagna. 

Presentato lo scorso febbraio in concorso al Festival di Berlino e uscito nelle sale per pochissimi giorni prima del lockdown, il film prodotto da Palomar e Rai Cinema, con il sostegno della Regione Emilia-Romagna, racconta la vita, il genio e il tormento del pittore Antonio Ligabue, uno dei maestri dell’arte contemporanea internazionale.  

Toni (Elio Germano), figlio di una emigrante italiana, respinto in Italia dalla Svizzera dove ha trascorso un’infanzia e un’adolescenza difficili, vive per anni in una capanna sul fiume senza mai cedere alla solitudine, al freddo e alla fame. L’incontro con lo scultore Renato Marino Mazzacurati (interpretato da Pietro Traldi) è l’occasione per riavvicinarsi alla pittura, è l’inizio di un riscatto in cui sente che l’arte è l’unico tramite per costruire la sua identità, la vera possibilità di farsi riconoscere e amare dal mondo. “El Tudesc,” come lo chiama la gente è un uomo solo, rachitico, brutto, sovente deriso e umiliato. Diventerà il pittore immaginifico che dipinge il suo mondo fantastico di tigri, gorilla e giaguari stando sulle sponde del Po. Sopraffatto da un regime che vuole “nascondere” i diversi e vittima delle sue angosce, viene rinchiuso in manicomio. Anche lì in breve riprende a dipingere. Più di tutti, Toni dipinge se stesso, come a confermare il suo desiderio di esistere al di là dei tanti rifiuti subiti fin dall’infanzia. L’uscita dall’Ospedale psichiatrico è il punto di svolta per un riscatto e un riconoscimento pubblico del suo talento. La fama gli consente di ostentare un raggiunto benessere e aprire il suo sguardo alla vita e ai sentimenti che sempre aveva represso. Le sue opere si rivelano nel tempo un dono per l’intera collettività, il dono della sua diversità. 

“Toni, definito allora e spesso anche oggi come matto, è stato soprattutto un bambino rifiutato più volte, nato con problemi fisici che lo hanno reso reietto, che hanno causato la sua emarginazione e probabilmente anche i suoi disturbi psichici”, scrive nelle note di regia Giorgio Diritti, che del film ha curato anche soggetto (insieme a Fredo Valla) e sceneggiatura (con Tania Pedroni in collaborazione con Fredo Valla). “Un uomo capace però di esprimere, nella specificità dell’arte, un talento incredibile, un punto di vista sulla vita, forte e originale”, continua. Per il regista, la storia di Ligabue ha un “forte valore spettacolare per le straordinarie vicende che hanno caratterizzato la sua vita e offre inoltre, tramite il suo percorso, un’importante riflessione sul valore della ‘diversità’. Ogni persona ha una specificità preziosa che, al di là delle apparenze, può essere un dono per l’intera collettività”. 

Regista, sceneggiatore e montatore, Giorgio Diritti è nato a Bologna il 21 dicembre 1959. Volevo nascondermi è il suo quarto lungometraggio dopo Il vento fa il suo giro (2005), L’uomo che verrà (2009) e Un giorno devi andare (2013). Autore e regista anche di documentari, cortometraggi e programmi televisivi, in ambito cinematografico ha esordito nel 1990 con il cortometraggio Cappello da marinaio, selezionato in concorso in numerosi festival internazionali. 

Orario degli spettacoli 

Gli spettacoli all’Arena Puccini iniziano alle ore 21.30.  

Modalità di accesso 

La platea ha sedute numerate e i posti vengono assegnati al momento dell’acquisto del biglietto. Il sistema può assegnare posti contigui ai componenti di uno stesso nucleo familiare. Il sistema aggiorna ad ogni acquisto la disponibilità dei posti per consentire il distanziamento degli spettatori secondo le norme in vigore. 

Gli spettatori dovranno tassativamente accomodarsi nei posti assegnati. Il pubblico dovrà indossare la mascherina di protezione fino al raggiungimento del proprio posto, durante il deflusso e ogni volta che si allontanerà dalla propria seduta, ed è invitato a rispettare sempre la distanza di almeno un metro tra persona e persona. 

Prezzo del biglietto 

Se acquistato online (opzione consigliata): posto unico 5 euro 

L’acquisto può essere effettuato fino alle ore 20.30 del giorno stesso della proiezione all’indirizzo https://puccini.cinetecabologna.18tickets.it/  

Se acquistato alla cassa dell’Arena Puccini (posti rimanenti) aperta dalle ore 20.45: prezzo intero 6 euro, ridotto 5 euro per Over 60, clienti BPER Banca, soci DLF, soci Coop (la tessera è individuale), soci Coop Dozza, Card Cultura, studenti universitari, Amici Cineteca di Bologna, Agis Cinema, ragazzi fino a 11 anni, militari, Circolo Dozza A.T.C. 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Cinema, potrebbe interessarti

  • Mamadoc: dal 9 al 30 settembre al Graf di San Donato

    • Gratis
    • dal 9 al 30 settembre 2020
    • Graf San Donato
  • Anteprima al cinema: "Non conosci Papicha"

    • dal 25 al 27 settembre 2020
    • CINEMA TEATRO TIVOLI

I più visti

  • Monet e gli Impressionisti. I capolavori del Musée Marmottan Monet di Parigi arrivano a Bologna

    • dal 29 agosto 2020 al 14 febbraio 2021
    • Palazzo Albergati
  • Pizza Festival in tour: i migliori pizzaioli d'Italia arrivano a Bologna

    • Gratis
    • dal 25 al 27 settembre 2020
    • Giardini Parker Lennon
  • Etruschi, viaggio nelle terre dei Rasna al Museo Civico Archeologico

    • dal 7 dicembre 2019 al 29 novembre 2020
    • Museo Civico Archeologico
  • Certosa di Bologna, il calendario estivo: dal 18 giugno al 3 novembre 2020

    • dal 18 giugno al 3 novembre 2020
    • Certosa di Bologna
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    BolognaToday è in caricamento