Persiceto ricorda il Giorno della Memoria e quello del Ricordo

  • Dove
    Indirizzo non disponibile
    San Giovanni in Persiceto
  • Quando
    Dal 23/01/2018 al 24/02/2018
    Orario non disponibile
  • Prezzo
    Gratis
  • Altre Informazioni

“Se comprendere è impossibile, conoscere è necessario” Persiceto ricorda il Giorno della Memoria e quello del Ricordo

In occasione della Giornata della memoria (27 gennaio) e del Giorno del Ricordo (10 febbraio) il comune di Persiceto promuove varie iniziative per riflettere su come la memoria del passato possa aiutare a comprendere meglio il presente: film per grandi e piccoli, spettacoli teatrali per le scuole e per tutta la cittadinanza, conferenze e momenti di approfondimento.

In occasione del Giorno della Memoria e del Giorno del Ricordo, il Comune di San Giovanni in Persiceto, in collaborazione con Istituto Scolastico Superiore Archimede, Anpi sezione locale e Fondazione Villa Emma, organizza una serie di iniziative per le scuole e per la cittadinanza sui temi della memoria storica e della legalità. Tante le iniziative in programma, tra cui film, spettacoli teatrali e incontri di approfondimento.

Le commemorazioni del Giorno della Memoria iniziano martedì 23 e mercoledì 24 gennaio, alle ore 21 al cinema Giada (circonvallazione Dante 54), con la proiezione, nell’ambito della rassegna Film&Film, di “La Signora dello Zoo di Varsavia” di Niki Caro (Stati Uniti, 2017). Sul finire del 1939, le truppe naziste bombardano la capitale polacca, riducendo il famoso zoo a un cumulo di macerie. Il direttore della struttura e sua moglie assistono impotenti all’occupazione del Paese e alla costruzione del ghetto ebraico. Ingresso: € 5,50.
Sabato 27 gennaio, alle ore 17 nella sala proiezioni di Palazzo SS. Salvatore, in piazza Garibaldi 7, si terrà “Pezzi di memoria. Un mosaico da ricostruire”, un incontro pubblico promosso da Anpi sezione di Persiceto sul sostegno che i cittadini persicetani diedero, il 25 settembre 1943, ad un gruppo di deportati che transitava alla Stazione ferroviaria di Persiceto. 
Lunedì 29 gennaio, alle ore 10, al Teatro Fanin (piazza Garibaldi 3/c), la Fondazione Villa Emma propone “No, Storia di un Rifiuto”, spettacolo di Giacomo Vallozza del Teatro del Paradosso, rivolto alle classi terze delle scuole secondarie di primo grado e alle scuole secondarie di secondo grado. Il ritrovamento del diario di prigionia di un padre diviene pretesto per riflettere sul passato di un genitore (fino a quel momento sconosciuto) e su una guerra ingiusta e sbagliata, che lo ha coinvolto e travolto. 
Lunedì 29 gennaio, al Teatro comunale (corso Italia 72), alle ore 10 per le classi di scuola secondaria superiore e alle ore 21 per la cittadinanza gli studenti dell’Istituto Archimede portano in scena “La Brigata Bolero alla battaglia di Casteldebole” da un testo di Maurizio Garuti. Da un episodio poco noto della Resistenza bolognese, un testo teatrale dove i giovani di oggi, disincantati e delusi, si confrontano con i giovani di allora, bloccati davanti alla barriera del Reno. 
Giovedì 1 febbraio dalle ore 9 alle 12 presso la sala Balducci della Bocciofila persicetana (via Castelfranco 16), proiezione di film per scuole primarie “L’isola in via degli Uccelli” di Soren Kragh-Jacobsen (Gran Bretagna, 1997), tratto dall’omonimo romanzo di Uri Orlev, che narra la storia di un bambino rimasto solo nel ghetto di una città polacca dopo lo sgombero operato dai tedeschi. Il piccolo Alex riesce a salvarsi aspettando il ritorno del padre e ispirandosi alle storie di Robinson; a tenergli compagnia è un topolino bianco di nome Neve. Venerdì 2 febbraio, dalle ore 9 alle 12, al Centro civico di San Matteo della Decima (via Cento 158/a) seguirà la proiezione di film per scuole primarie “I Ragazzi di Villa Emma - giovani ebrei in fuga”, di Aldo Zappalà (Italia, 2008). La vicenda dei 73 ragazzi ebrei arrivati a Nonantola nel 1942-43. La popolazione del paese prima li accoglie e poi li salva, quando i tedeschi occupano l’Italia. Una storia di amicizia e solidarietà veicolata dalla voce dei testimoni e da tante immagini d’epoca. 
Lunedì 5 febbraio, alle ore 16.30 nella sala consiliare del municipio (corso Italia 70) si terrà “Infanzia e Storia: i conflitti del ‘900 e l’insegnamento della Shoah”, un incontro di formazione rivolto ai docenti delle scuole primarie e secondarie di primo grado, introdotto dall’assessore a scuola, cultura e politiche giovanili. Seguono interventi di: Bruno Maida, Università di Torino, autore di L’infanzia e le guerre del Novecento (Einaudi, Torino 2017) Donatella Giulietti, insegnante e formatrice, autrice di Eri sul treno per Auschwitz? Strumenti per raccontare la Shoah ai bambini (Iscop Pesaro, Fulmino editore 2013), Fausto Ciuffi, direttore Fondazione Villa Emma.
Infine, per ricordare la ricorrenza del Giorno del Ricordo (che viene celebrato il 10 febbraio), sabato 24 febbraio, dalle ore 9 alle 13 al Teatro comunale (corso Italia 72), si terrà "Letture, canti e testimonianze dell’esodo giuliano-dalmata", spettacolo teatrale a cura degli studenti dell’Istituto scolastico superiore Archimede in collaborazione con l’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia - Comitato di Bologna.
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Manifestazioni, potrebbe interessarti

  • Tumore ovarico, l'8 maggio è la Giornata Mondiale

    • solo domani
    • Gratis
    • 8 maggio 2021
    • Tutta Italia

I più visti

  • Peonia in Bloom, torna la mostra mercato nel giardino fiorito

    • Gratis
    • dal 14 al 16 maggio 2021
    • Giardini della Braina
  • Tecnico per la promozione turistica specializzato nella progettazione e distribuzione di itinerari sostenibili

    • Gratis
    • dal 28 settembre 2020 al 30 luglio 2021
    • Nuovo Cescot ER
  • ART CITY torna dal 7 al 9 maggio 2021: mostre e iniziative speciali

    • Gratis
    • dal 7 al 9 maggio 2021
    • Spazi pubblici e privati, luoghi inusuali
  • Vittorio Corcos, "Ritratti e Sogni": la mostra a Palazzo Pallavicini

    • dal 2 febbraio al 27 giugno 2021
    • Palazzo Pallavicini
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    BolognaToday è in caricamento