Galleria Cavour: mostra "Save the economy" di Fabio Pietrantonio

Arte chiama design… e uno showroom si trasforma in galleria d'arte. Dopo la mostra itinerante dedicata all'enfant terrible della moda francese Jean Paul Gaultier e la partecipazione a Expo 2015, Roche Bobois manifesta ancora una volta il suo impegno culturale. Questa volta a Bologna, in concomitanza con la prima edizione di Bologna Design Week (30 settembre - 3 ottobre) che, con un calendario di circa 150 eventi, coinvolgerà studi di progettazione, gallerie d'arte, showroom, temporary store e negozi di arredamento, dislocati in 4 punti della città. Fulcro principale, Galleria Cavour, dove la maison parigina ha inaugurato a marzo un temporary store di 100 mq.

Fabio Pietrantonio SAVE THE ECONOMY @ Roche Bobois Galleria Cavour

Fino a fine ottobre, l'art de vivre by Roche Bobois dialoga con le opere dell'eclettico artista torinese, che si distingue per la sua capacità di riflessione sul sistema di valori e tradizioni che caratterizzano la storia del nostro Paese. Nel suo personale vocabolario simbolico, la carta di giornale e le copertine delle riviste ricoprono uno spazio sempre più rilevante: oggetti destinati al macero o dimenticati ritrovano nuovo splendore. Con SAVE THE ECONOMY, l'artista si esprime attraverso i salvagente, le reti da pesca e la carta accartocciata dei quotidiani, servendosi dell'equilibrio estetico per addolcire anche i messaggi più scomodi e diretti. In SAVE THE ECONOMY tutto è pronto per farsi afferrare. L'economia può e deve essere un sistema vitale e dinamico che non dimentica la lezione del passato, che si rifà a principi universalmente ed eticamente validi in cui le parti possano convivere nella logica della reciprocità, del rispetto e dell'armonia con l'ambiente.

Un'installazione frappante che alterna i salvagente di 'Save the Economy' in 120x120 cm ai materiali vintage di 'Economic Rumors', 'Viva l'Italia da non bere e viva l'Italia che sa bere', 'Yesterday, Today, Tomorrow' a stampe incorniciate e non, fino a due pezzi unici di arredo e design: la panca e il tavolo Incontri, dove il legno black pitch è accostato a materiali di recupero vintage.

Opere d'arte che trovano nel salotto francese firmato Roche Bobois una scenografia elegante e ricercata, ricca di assonanze dettate dalla comune attenzione per il rispetto dei materiali lavorati e per l'impegno e l'approccio sostenibile. Accanto alle opere di Fabio Pietrantonio sfilano, come in passerella, il divano icona Mah Jong nell'esclusiva veste firmata Missoni Home, l'originale ed eco-sostenibile reinterpretazione della poltroncina da conversazione Lady B (designer Cécile Maia Pujol) e l'avveniristica scrivania Furtif (designer Daniel Rode).

La mostra SAVE THE ECONOMY sarà inaugurata in occasione di Bologna Design Week, mercoledì 30 settembre 2015 dalle ore 18 alle 21.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • “Criminis Imago. Le immagini della criminalità a Bologna”: la mostra riapre a febbraio 2021

    • dal 1 febbraio al 27 giugno 2021
    • Santa Maria della Vita
  • Vittorio Corcos, "Ritratti e Sogni": la mostra a Palazzo Pallavicini

    • dal 2 febbraio al 27 giugno 2021
    • Palazzo Pallavicini
  • "Criminis Imago. Le immagini della criminalità a Bologna"

    • dal 23 ottobre 2020 al 27 giugno 2021
    • Oratorio di Santa Maria della Vita

I più visti

  • Tecnico per la promozione turistica specializzato nella progettazione e distribuzione di itinerari sostenibili

    • Gratis
    • dal 28 settembre 2020 al 30 luglio 2021
    • Nuovo Cescot ER
  • “Criminis Imago. Le immagini della criminalità a Bologna”: la mostra riapre a febbraio 2021

    • dal 1 febbraio al 27 giugno 2021
    • Santa Maria della Vita
  • Resilienze Festival 2020-2021: "​Legami Invisibili​"

    • Gratis
    • dal 8 settembre 2020 al 31 maggio 2021
    • Vari luoghi
  • Vittorio Corcos, "Ritratti e Sogni": la mostra a Palazzo Pallavicini

    • dal 2 febbraio al 27 giugno 2021
    • Palazzo Pallavicini
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    BolognaToday è in caricamento