Muri di Versi: un festival di comunità in via Fondazza

Muri di Versi: un festival di poesia di strada, un festival di comunità. A Bologna, il 19 e 20 maggio 2018, nella Social Street più famosa del mondo torna Muri Di Versi: un esperimento di socialità poetica

Poesia e socialità poetica - Installazioni artistiche - Teatro e performance
Street art - Musica - Arte e pittura - Open mic - Reading - Mostre
Laboratori di poesia - Arte di strada - Poetry experience

APERTO A TUTTI E INTERAMENTE GRATUITO


Muri Di Versi, festival di poesia di strada, giunge alla sua quarta edizione e torna, il 19 e 20 maggio 2018, in via Fondazza per portare la poesia tra la gente e per le strade del centro bolognese e per rivendicarne la sua appartenenza alla comunità.

Muri Di Versi, esperimento di socialità poetica e festival di comunità, nasce a Bologna nel 2015 dall’intuizione di Anita Bianco e Francesca D’Agnano, due pugliesi amanti della poesia. Il festival, negli anni, prende forma grazie al supporto dell’intero collettivo poetico Muri di Versi, di cui fanno parte anche Magda Ialonardi, Ariele di Mario, Eleonora Negrisoli e Maria Rosaria Deniso, e alla collaborazione di Social Street International, nella persona di Luigi Nardacchione, e di tutti i residenti di via Fondazza, prima Social Street in Italia e nel mondo.

Sabato 19 maggio: dalle 11.00 alle 22.00 la via in cui visse il famoso pittore Giorgio Morandi si trasformerà in una galleria a cielo aperto per accogliere oltre 1000 poesie di autori, giovani scrittori e poeti di strada provenienti da tutta Italia (Roma, Firenze, Milano, Puglia, Trento) tra cui Mister Caos, Ma Rea, MEP (Movimento per l’Emancipazione della Poesia), Scatola Blu, Iononsonounpoeta, Fuoco Armato, Dear Cyrano, The Duckbill, Valedovevai, Spikeart, Lume e Siatelapoesia, installazioni fotografiche e artistiche e allestimenti poetici di alcuni dei progetti sociali curati da Muri Di Versi in questi anni tra cui “POESIE DAL CARCERE”, in collaborazione con i detenuti del carcere di massima sicurezza Opera di Milano (a cura di Alberto Figliolia) e “DALLE PAROLE AI FATTI. POETI PER CAMERINO”, a sostegno dell’associazione MENOPERMENO per l’apertura di uno sportello psicologico permanente per le famiglie di Camerino, zona del maceratese colpita, nel 2016, dal sisma.

Certo della forte socialità del mezzo poetico e dell’importanza della condivisione e dell’inclusione il collettivo Muri Di Versi ha previsto, lungo tutto il percorso poetico, spazi dedicati ai passanti e ai residenti: fogli bianchi, penne e pennarelli messi a disposizione di tutti per poter lasciare una poesia o un disegno, convinti - come Whitman - che tutti possano “contribuire con un verso”.

Sempre il 19 maggio, durante il pomeriggio - a partire dalle 16.00 - in Piazzetta Morandi e lungo tutta via Fondazza: reading poetici (a cui prenderanno parte gli studenti della scuola Istituto Comprensivo n.6 Irnerio di Bologna), spettacoli di arte di strada e teatro, performance poetiche, installazione site - specific, concerti, poetry experience, laboratori di poesia, mostre e tantissimi altri eventi tutti interamente gratuiti.

Come ogni anno l’invito è lo stesso: riempire, insieme, giorni e muri di versi.

PROGRAMMA

19 MAGGIO 2018

H 11.00
Allestimento poetico della galleria a cielo aperto & live painting (Via Fondazza)

H 12.00
Performance d’apertura e presentazione del programma (Piazzetta G. Morandi)
Piccolo concerto di musica classica (Piazzetta G. Morandi)

H 12.30
“DI CARTA E DI TERRA. IN CHIAVE POETICA” - Installazione poetica permanente a cura di Laura Gallotta nel giardino di casa Morandi (Via Fondazza, 36)
“CORPOREA” - Collettiva d’arte e percorso poetico a cura di Giulia Berra nell’Atelier di Carmen Avilia (Via Fondazza, 17B)
“PAROLE DA GUARDARE” - Personale di Maria Balzarelli nell’Atelier di Carmen Avilia (Via Fondazza, 17B)

H 16.00 - 22.00
Reading e microfono aperto - SPECIAL GUEST: i ragazzi dell’istituto comprensivo n.6 Irnerio di Bologna (Piazzetta G. Morandi)
Spettacoli di arte di strada e teatro, performance, installazioni site specific, poesia in musica: concerti e cantautori, jam session conclusiva (Piazzetta G. Morandi)

H 16.00 - 18.00
Laboratorio gratuito metodo CAVIARDAGE a cura di Laura Gallotta nel giardino di casa Morandi (Via Fondazza, 36). Per info e prenotazioni: muridiversi@gmail.com

H 19.00 - 21.00
“CON I TUOI OCCHI” - Poetry experience in secret location a cura di Muri Di Versi (Via Fondazza)


20 MAGGIO 2018

H 11.00
Colazione poetica in musica presso l’Atelier di Carmen Avilia (Via Fondazza, 17B)

H 17.00
Aperitivo e Live Street Art con Mister Caos presso i giardini di Santa Marta (Via Torleone)
Saluti e arrivederci alla nuova, quinta, edizione di Muri Di Versi

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (6)

  • Tradotto in parole povere: Un branco di fancazzisti speranzosi di contattare uno o più sponsor che li mantengano . Posti da muratore, falegname, calzolaio, sarta, parrucchiera, imbianchino ce ne sono ancora....tentar non nuoce....

    • Sig. Mattioli, se lo lasci dire, lei ha chiaramente un problema. Non si tratta solamente della sua ossessione patologica per Merola (oltre che per qualsiasi notizia contenente le parole "birra", "università", "immigrato"): arrivare a commentare e a valutare quotidianamente con una stella ogni evento sul sito di Bolognatoday è sintomo di una grande frustrazione. Occorrerebbe indagare l'origine di tale comportamento: mi sento di consigliarle un supporto psicologico (non cado nella banale stigmatizzazione del consulto psicologico come adatto ai "pazzi" o ai "devianti", sono veramente preoccupato per lei). Può pure insultarmi o percularmi, ma pensi alle mie parole, ne guadagnerà di certo in salute psicologica.

      • Caro Pollo, lungi da me il percularti (mi prendo la libertà di darti del tu, perchè penso tu sia un ragazzo), se anche tu come me vivessi da anni la vuota retorica del comunismo post leninista, probabilmente ne avresti le scatole piene dei rossi col rolex. Merola è l'esempio lampante di come si possa distruggere l'assetto socio-cultural-economico di una città, che nelle parole vorrebbe tutelare, nei fatti ha lasciato preda di una delinquenza fuori controllo e di un desolante arretramento in tutti i settori umanamente concepibili. Forse hai ragione, sono io quello da curare, ma probabilmente è peggio essere circondati da matti che pensano di essere sani. Ti consiglio di trasferirti in piazza Verdi ( la magica triade birra, università, immigrato) per alzarti poi alle 5 del mattino per andare a lavorare. Ma forse non devi farlo perchè ci pensano papà e mamma... In alternativa, puoi pensare di goderti le amenità di Bologna facendo un giretto in stazione alle 3 del mattino.Sono sicuro che il nostro beneamato sindaco ti accompagnerebbe con gioia! Sulla frustrazione ti do ragione, come abbiamo fatto a ridurci così? Forza PD! (la rima è voluta). Auguri.

        • Rilegga bene il mio intervento, rilegga i suoi ultimi commenti sul sito, rilegga di nuovo il mio scritto. Repetita iuvant.

A proposito di Manifestazioni, potrebbe interessarti

  • Tumore ovarico, l'8 maggio è la Giornata Mondiale

    • solo domani
    • Gratis
    • 8 maggio 2021
    • Tutta Italia

I più visti

  • Peonia in Bloom, torna la mostra mercato nel giardino fiorito

    • Gratis
    • dal 14 al 16 maggio 2021
    • Giardini della Braina
  • Tecnico per la promozione turistica specializzato nella progettazione e distribuzione di itinerari sostenibili

    • Gratis
    • dal 28 settembre 2020 al 30 luglio 2021
    • Nuovo Cescot ER
  • ART CITY torna dal 7 al 9 maggio 2021: mostre e iniziative speciali

    • Gratis
    • dal 7 al 9 maggio 2021
    • Spazi pubblici e privati, luoghi inusuali
  • Vittorio Corcos, "Ritratti e Sogni": la mostra a Palazzo Pallavicini

    • dal 2 febbraio al 27 giugno 2021
    • Palazzo Pallavicini
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    BolognaToday è in caricamento