Nanni Moretti all'Arena Puccini per presentare "Santiago, Italia", vincitore del David di Donatello

Sabato 3 agosto, per la rassegna “Accadde domani”, il regista di Santiago, Italia ospite per la prima volta del ciema all’aperto nel parco del Dopolavoro ferroviario.

Una storia tra Cile e Italia, tra passato e presente. Sabato 3 agosto alle ore 21.30, l’Arena Puccini accoglie per la prima volta Nanni Moretti. Al cinema all’aperto nel parco del Dopolavoro ferroviario, promosso da Fondazione Cineteca di Bologna insieme a Itc Movie (via Sebastiano Serlio 25/2), il regista romano presenterà al pubblico il suo ultimo film Santiago, Italia, con cui ha vinto un David di Donatello per il miglior documentario. L’appuntamento, promosso con Unipol Banca, rientra nella rassegna “Accadde domani” organizzata con la Fice (Federazione italiana cinema d’essai) Emilia-Romagna.

Presentato al Torino Film Festival e uscito nei cinema italiani lo scorso dicembre, incassando al botteghino oltre 700mila euro, Santiago, Italia ricostruisce il ruolo svolto nel settembre 1973 dall’ambasciata italiana a Santiago del Cile, che dopo il colpo di stato del generale Pinochet ospitò centinaia di richiedenti asilo. Continuò ad accoglierli anche quando le altre ambasciate avevano chiuso le porte e riuscì quindi a farli arrivare in Italia. Attraverso interviste ai protagonisti (tra cui Leonardo Barcelò, dirigente del partito socialista di Salvador Allende, a Bologna dal 1981) si racconta la storia di quel periodo drammatico, durante il quale alcuni diplomatici italiani resero possibile la salvezza di tante vite umane. Un documentario limpido e commovente, al servizio delle voci e dei volti di una storia che ci riguarda ancora da vicino.

Nanni Moretti è regista, attore, sceneggiatore e produttore cinematografico italiano. Nella sua carriera ha diretto 12 lungometraggi, dal debutto Io sono un autarchico del 1976 a Mia madre del 2015, e 4 documentari, passando da una visione ironica e sarcastica a una critica della società italiana e dei suoi costumi. A luglio ha terminato le riprese di Tre piani, il suo prossimo film in uscita nel 2020, liberamente tratto dall’omonimo romanzo di Eshkol Nevo, di cui è coprotagonista insieme a Margherita Buy, Alba Rohrwacher e Riccardo Scamarcio.

Gli spettacoli all’Arena Puccini iniziano alle ore 21.30 (apertura cassa ore 20.45). I prezzi di ingresso sono 6 euro per il biglietto intero e 5 euro per il ridotto: under 11 e over 60, clienti Unipol Banca, soci Dlf, soci Coop (la tessera è individuale), soci Coop Dozza, possessori Card Musei Metropolitani Bologna, studenti universitari, Amici Cineteca di Bologna, Agis Cinema, militari, Circolo Dozza Atc. Con la Puccini Card, un omaggio ogni quattro ingressi.

L’Arena Puccini è in via Sebastiano Serlio 25/2, con ingresso da via Serlio o dal parcheggio di via Stalingrado. Sono presenti un servizio bar interno e due punti ristoro: Pizzartist (dalle ore 18.00 alle 24.00), il ristorante Fuori orsa (dalle ore 18.30 alle 01.00) e Kinotto Bar (dalle ore 9.00 alle 24.00; venerdì e sabato fino alle ore 2.00). Da Pizzartist e Fuori Orsa prevendita dei biglietti dell’Arena Puccini a prezzo ridotto.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Cinema, potrebbe interessarti

  • Rassegna proiezioni “Proiezioni dal presente” al cinema Tivoli

    • Gratis
    • dal 7 novembre al 12 dicembre 2019
    • CINEMA TEATRO TIVOLI

I più visti

  • "Chagall. Sogno d’amore": la mostra a Palazzo Albergati

    • dal 20 settembre 2019 al 1 marzo 2020
    • Palazzo Albergati
  • Torna il Villaggio di Natale Francese in Piazza Minghetti

    • dal 23 novembre al 22 dicembre 2019
    • Piazza Minghetti e Piazza del Francia
  • "Anthropocene": mostra multidisciplinare sull’impatto dell’uomo sul pianeta

    • Gratis
    • dal 16 maggio 2019 al 5 gennaio 2020
    • Fondazione MAST
  • Bologna per la musica

    • dal 1 marzo 2019 al 1 marzo 2020
    • club ICON ex MUSICHIERE 
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    BolognaToday è in caricamento