Notte Europea dei Ricercatori: appuntamento il 27 novembre 2020

  • Dove
    Vari luoghi
    Indirizzo non disponibile
  • Quando
    Dal 27/11/2020 al 27/11/2020
    Orario non disponibile
  • Prezzo
    Gratis
  • Altre Informazioni

La NOTTE EUROPEA DEI RICERCATORI tornerà a Bologna e nelle città della Romagna anche nel 2020, il 27 NOVEMBRE, due mesi dopo la solita data, e sarà anticipata, come d’abitudine, da moltissimi eventi.

La Comunità Europea, per il quinto anno consecutivo, ha finanziato il progetto SOCIETY che quest’anno si arricchisce di una piccola parola: next per dare il senso di uno sguardo che va oltre l’orizzonte, oltre le difficoltà del periodo che stiamo attraversando.

Insieme alla Notte tornano anche i numerosi pre-eventi che ci accompagnano alla data del 27 novembre.

Quest’anno i partner organizzatori (Consorzio Interuniversitario CINECA, Università di Bologna, Consiglio Nazionale delle Ricerche, Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, Istituto Nazionale di Astrofisica, Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia) hanno ideato due rassegne, una di tour e visite guidate, sulle orme della scienza e della storia, e quella degli ormai tradizionali Aperitivi scientifici.

Il prossimo appuntamento della rassegna dei Tour è martedì 8 settembre, alla scoperta dei materiali da costruzione della nostra città, mentre gli aperitivi cominciano giovedì 10 con un tema molto attuale, il Covid 19.

Il nuovo progetto, che ha come claim “Beyond the horizon” e i suoi pre-eventi, si focalizza sulle soluzioni che la ricerca può fornire per rispondere ai 17 obiettivi per lo sviluppo sostenibile individuati nell’Agenda 2030 adottata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite e condivisa a livello globale.

SOCIETYnext si propone di raccontare queste sfide dal punto di vista dei ricercatori che, sensibili a questi temi, contribuiscono con il loro lavoro a sviluppare strategie e strumenti per raggiungere questi ambiziosi obiettivi.

Ecco i prossimi appuntamenti:

Martedì 8 settembre 
BOLOGNA CITTÀ D’ARGENTO: I NOSTRI MATERIALI DA COSTRUZIONE NEL CORSO DEI SECOLI
Cosa hanno in comune una guida turistica e una ricercatrice?   
La passione per la storia e i materiali con cui è costruita la propria città: scopriremo il perché in una passeggiata. Visita guidata sotto le due torri, alla ricerca dei segni del tempo, con focus sulla vulnerabilità del patrimonio culturale di Bologna.

Conducono Anna Brini (guida turistica) e Paola De Nuntiis (CNR- Istituto di Scienze dell’Atmosfera e del Clima)
Turni ore 18.00 e ore 20.00 massimo 30 persone a turno
(Luogo ritrovo: sotto le due torri)

Martedì 15 settembre 
IL RIFUGIO ANTIAEREO DI VILLA REVEDIN - LA RICERCA INGEGNERISTICA PER LA SICUREZZA DELLA POPOLAZIONE  
Con la disponibilità del Seminario Arcivescovile, e in collaborazione con l’Università di Bologna, gli Amici delle vie d’acqua e dei sotterranei di Bologna organizza una visita speciale al Rifugio antiaereo di Villa Revedin, per parlare della ricerca ingegneristica per la sicurezza della popolazione.
Nel corso della visita il pubblico potrà scoprire questi luoghi importanti dal punto di vista storico della nostra città, ma anche dal punto di vista ingegneristico perché risultato di studi volti a proteggere la cittadinanza da nuove e temibili armi, quelle lanciate dagli aerei. La visita sarà l’occasione per apprezzare l’area nella sua veste recentemente ristrutturata. All’interno si custodiscono anche una cava di arenaria settecentesca ed una grotta votiva dell’Ottocento. Non mancherà la circumnavigazione di villa Revedìn e del Seminario Arcivescovile.   

Conducono Massimo Brunelli, Lilia Collina, (Associazione Amici delle vie d’acqua e dei sotterranei di Bologna), Luca Ciancabilla (Università di Bologna)       
Turni ore 18.00 e ore 20.00 massimo 15 persone a turno     
(Luogo ritrovo: piazzale Bacchelli 4, sul lato destro dell’accesso al Seminario Arcivescovile)

Martedì 22 settembre  
LA CENTRALE IDROELETTRICA DEL CAVATICCIO, UNICO IMPIANTO EUROPEO POSIZIONATO IN UN CENTRO STORICO 
Durante la visita andremo alla scoperta della centrale idroelettrica del Cavaticcio, costruita nel cuore di Bologna nel 1994 sfruttando il salto naturale di circa 15 metri che il canale di Reno compie in prossimità dell’incrocio tra via Marconi e via Riva di Reno, trasformandosi nel canale Cavaticcio.   L’opera è stata realizzata dal Comune di Bologna ed è attualmente di proprietà e gestita dal Consorzio della Chiusa di Casalecchio e del Canale di Reno. La potenza massima è di 1890 kW.

Con Fabio Marchi (Consorzi dei Canali di Reno e di Savena), Daniele Pascale (Università di Bologna)
Ore 18.00 massimo 15 persone. Durata 1 ora circa. Obbligatorie mascherine FFP2. 
(Luogo ritrovo: Largo Caduti del Lavoro 15 minuti prima della partenza)

Martedì 29 settembre 
I BAGNI DI MARIO: PRODIGIO DI INGEGNERIA IDRAULICA 
La Conserva di Valverde è un sistema di captazione delle acque di epoca rinascimentale (1564) eseguito da Tommaso Laureti, architetto palermitano, e fu realizzato per alimentare la Fontana del Nettuno. La costruzione è formata da una vasca principale di forma ottagonale, da quattro condotti ciechi che si inoltrano nella collina e da tre conserve di raccolta collegate fra di loro. Di notevole bellezza un altissimo camino completamente ricoperto da incrostazioni calcaree secolari. Durante la visita andremo alla scoperta dei prodigi ingegneristici che hanno consentito di raccogliere, convogliare e trasportare le acque fino al cuore della città di Bologna.
La conserva, essendo un sotterraneo, è un luogo piuttosto fresco. Ricorda di portare una giacca

Con Elena Selmo (responsabile guide Associazione Succede solo a Bologna), Daniele Pascale (Università di Bologna)
Turni ore 18.00 e ore 19.30 massimo 15 persone a turno
(Luogo ritrovo: via Bagni di Mario 15 minuti prima del proprio turno


Il programma di “Con i ricercatori sui sentieri della sostenibilità” si è aperto il 2 settembre con un trekking lungo il Sentiero dell’Atmosfera a Monte Cimone condotto da Paola De Nuntiis (CNR – Istituto di Scienze dell’Atmosfera e del Clima).

I prossimi appuntamenti:

Mercoledì 23 settembre 
Abbazie e antichi borghi
Attraverso borghi storici ben conservati, tutta la magia e il fascino dei secoli passati e un’occasione per parlare della storia geologica del nostro Appennino

Conducono Francesca Alvisi (CNR- Istituto di Scienze Marine) e Simona Ventura (Agrisophia Natural Garden Design)
Ritrovo: ore 09:00 BAR DUE DI PICCHE, Via Lavino, 419/A, Loc. Badia, Monte San Pietro (BO)
Ore di cammino 3,5 (+ pause spiegazioni) - facile/medio - dislivello m 415 - Max 20 partecipanti

Sabato 3 ottobre
SALE, FENICOTTERI E PIADINA ROMAGNOLA
Visita a Cervia e alle sue famose saline per parlare di paesaggio naturale e culturale e di “mestieri” blu nel contesto di uno sviluppo delle aree costiere sempre più sostenibile

Conduce Francesca Alvisi (CNR- Istituto di Scienze Marine) in collaborazione con Atlantide Soc. Coop. Sociale p.a.
Ritrovo: ore 10:00 Torre San Michele, Via Evangelisti 4, Cervia (RA)
Ore di cammino 4 (+ pause spiegazioni) - facile - dislivello m 1 - Max 20 partecipanti 

Mercoledì 21 ottobre 
CON CALMA... SUL GESSO!
Alla scoperta della selenite dai bei riflessi lunari, della sua origine marina e delle sue caratteristiche forme che contraddistinguono il paesaggio dei colli bolognesi

Conduce Francesca Alvisi (CNR- Istituto di Scienze Marine)
Ritrovo: ore 09:00 prima fermata dopo il ponte linea bus 11B, Via San Ruffillo 2, Ponticella di S. Lazzaro (BO)
Ore di cammino 3,5 (+ pause spiegazioni) - facile/medio - dislivello m 200 - Max 20 partecipanti
 

 
 
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Manifestazioni, potrebbe interessarti

I più visti

  • Monet e gli Impressionisti. I capolavori del Musée Marmottan Monet di Parigi arrivano a Bologna

    • dal 29 agosto 2020 al 14 febbraio 2021
    • Palazzo Albergati
  • Etruschi, viaggio nelle terre dei Rasna al Museo Civico Archeologico

    • dal 7 dicembre 2019 al 29 novembre 2020
    • Museo Civico Archeologico
  • Certosa di Bologna, il calendario estivo: dal 18 giugno al 3 novembre 2020

    • dal 18 giugno al 3 novembre 2020
    • Certosa di Bologna
  • De Chirico oltre il quadro. Manichini e miti nella scultura metafisica diventa permanente

    • dal 1 gennaio al 31 dicembre 2020
    • Museo Magi'900
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    BolognaToday è in caricamento