"Questione di Centesimi. Sogno di un Operaio": spettacolo sul lavoro

Sabato 16 dicembre 2017 alle ore 21:00 Camere d’Aria - Officina polivalente delle arti e dei mestieri di Bologna (via Guelfa 40/4, angolo via delle Ruote, zona Massarenti) - ospita il terzo spettacolo della rassegna teatrale Oltre l’Ombelico, patrocinata dal Quartiere San Donato-San Vitale del Comune di Bologna.

In scena, Questione di Centesimi. Sogno di un Operaio, una produzione del collettivo MaF - Massa a Fuoco (proveniente da Bologna e Napoli) costituito nella primavera del 2014 da Pasquale Faraco (autore e interprete), Paolo Schena (regia) e Dragan Miladinovic (luci, suono e scena). 
I MaF si occupano prevalentemente del mondo del lavoro, degli ultimi, del disagio in generale, non attraverso la mera cronaca da teatro di narrazione, ma attraverso uno scavo interiore anche personale. La loro ricerca approfondisce gli effetti che certe politiche economiche, sociali e mediatiche hanno su ciascuno di noi, interrogandosi sulle conflittualità (sociali, psicologiche, esistenziali) emergenti e su come sia possibile reagire, trovare la speranza nella disperazione, anche con ironia.

Questione di Centesimi è il frammento di un turno di un operaio alla FIAT di Pomigliano messo sotto la lente di ingrandimento. L’operaio Riccardo Belladonna ci parla del tempo della fabbrica, ma anche del tempo della musica, della famiglia, dell’arte... È sempre uguale? Il tempo emerge come il vero protagonista del monologo: sminuzzato, dilatato, rubato, ripetuto, automatizzato, ma mai veramente e pienamente esperito. Bisogna essere precisi, misurati, contingentati perché è davvero “questione di centesimi”. La vitalità di Belladonna (e la nostra) appare come l’unico vero antidoto alle nuove forme di sfruttamento di un lavoro che diventa, per tutti, sempre più alienato, quantitativo, svuotato.

Questione di Centesimi è nato dai racconti del padre di Pasquale Faraco, interprete e autore del testo, che fu operaio dell'Alfa Sud di Pomigliano per un certo periodo della sua vita. Messo in scena prima come cortometraggio (selezionato all’interno dei festival “Balcone” di Santu Lussurgiu - Oristano, “Inventaria” di Roma, “Corti della Formica” di Napoli), il monologo ha trovato oggi la sua dimensione compiuta teatrale, sviluppando tutte le sue potenzialità. Pubblicato dalla rivista “Perlascena” e dal sito “KLP”, ha inoltre ricevuto il I premio ex-aequo a “Corti in palco” di Bagnoli di Sopra – Padova ed è stato selezionato, tra l’altro, per la stagione teatrale del Teatro Studio Uno a Roma. Lo spettacolo è dedicato a Maria Baratto, operaia FIAT di Pomigliano, ma ancora prima donna e guerriera.

Per info e prenotazioni: 339 6171306 | cameredariainfo@gmail.com

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Teatro Dehon riapre le sue porte: il programma di maggio

    • dal 9 al 31 maggio 2021
    • Teatro Dehon

I più visti

  • Peonia in Bloom, torna la mostra mercato nel giardino fiorito

    • Gratis
    • dal 14 al 16 maggio 2021
    • Giardini della Braina
  • Tecnico per la promozione turistica specializzato nella progettazione e distribuzione di itinerari sostenibili

    • Gratis
    • dal 28 settembre 2020 al 30 luglio 2021
    • Nuovo Cescot ER
  • ART CITY torna dal 7 al 9 maggio 2021: mostre e iniziative speciali

    • Gratis
    • dal 7 al 9 maggio 2021
    • Spazi pubblici e privati, luoghi inusuali
  • Vittorio Corcos, "Ritratti e Sogni": la mostra a Palazzo Pallavicini

    • dal 2 febbraio al 27 giugno 2021
    • Palazzo Pallavicini
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    BolognaToday è in caricamento