Ultimo appuntamento rassegna "Crinali. confini: luoghi di incontro e non muri da erigere"

Venerdì 17 novembre 2017 a Lama di Reno presentazione del libro "La strada dell'asino" e concerto di Marzouk Mejri (voce e percussioni), musicista di origini tunisine, attento studioso delle tradizioni, cantante, polistrumentista

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BolognaToday

Venerdì 17 novembre serata conclusiva di Crinali, la rassegna culturale e musicale promossa nell’Appennino bolognese per contribuire, attraverso la musica, al rafforzamento di una cultura d’integrazione nei territori della montagna, dove si sperimentano da tempo forme di convivenza e dialogo con i migranti. Appuntamento alle 20,30 presso il Polo laboratoriale e di accoglienza di Lama di Reno (via Lama di Reno, 34), nel comune di Marzabotto. In apertura, la presentazione del libro “La strada dell’asino”, realizzato da due ospiti del Centro di accoglienza straordinaria di Ponte (Grizzana Morandi): il racconto, in parole e immagini, del loro viaggio verso l’Europa. I testi sono di Rashid Mirza, che in Pakistan lavorava come giornalista, mentre Gul K. ha trovato nel disegno il miglior mezzo per esprimersi. Una copia della pubblicazione sarà donata a ciascun partecipante. Il concerto vedrà protagonista Marzouk Mejri (voce e percussioni), musicista di origini tunisine, attento studioso delle tradizioni, cantante, polistrumentista, che con la darbouka raggiunge livelli virtuosistici assoluti. Vive a Napoli, dove è leader di vari progetti come “Darbouka Forever” e celebra i suoi ventidue anni in Italia, fatti di esperienze musicali e confronto con tanti importanti artisti, del calibro di Enzo Avitabile e James Senese. A seguire, il buffet a cura di Paolo Canto de La strada dei Vini e dei Sapori. ************ La rassegna Crinali è organizzata dall’Unione dei Comuni Appennino bolognese e dalla società cooperativa sociale Lai-momo (con la Direzione artistica di Claudio Carboni e Carlo Maver e la Direzione tecnica di Marco Tamarri) in collaborazione con l’Associazione Africa e Mediterraneo e i comuni interessati, Fondazione Carisbo, Pro Loco di Riola, Archivio Museo Cesare Mattei, Strada dei Vini e dei Sapori MontagnAmica. Tre serate, a ingresso gratuito, dove ogni concerto è stato introdotto da un breve momento di informazione sulle attività promosse da Lai-momo e Africa e Mediterraneo per l’inserimento sociale e culturale delle persone accolte nei comuni dell’Appennino. I primi appuntamenti si sono tenuti alla Rocchetta Mattei (Grizzana Morandi), con il concerto di Kalifa Konè, e a Monzuno, con protagonisti Reda Zine e Amine Ezzalzouli. ********* Per informazioni: EVENTO FACEBOOK: https://www.facebook.com/events/226732991198538/

Torna su
BolognaToday è in caricamento