Martedì, 18 Maggio 2021
Eventi

Colori e sapori di maggio: le sagre da non perdere

Rievocazioni storiche, Carnevali di Primavera, sagre e feste che mettono al centro i sapori tradizionali della nostra terra: ecco le date e i luoghi di maggio

Manifestazioni enogastronomiche grandi e piccole, nei comuni del territorio bolognese, inclusa Bologna: sono tanti gli appuntamenti di maggio, intensi come la primavera. 

Numerosi gli appuntamenti dedicati ai prodotti della terra, fiere agricole del territorio che propongono banchi di fresca ortofrutta locale. Fra questi si segnalano: la Sagra del friggione a Imola (1, 11-14 maggio), la Festa di primavera a Castiglione dei Pepoli (5-6 maggio), I sapori del parco: le frittelle di fiori di acacia a Borgo Tossignano (5 maggio), Maggiociondolo a Castello Serravalle-Valsamoggia (5-6, 12-13, 19-20, 26-27 maggio) e l'immancabile Sagra dell'Asparago verde di Altedo IGP (20-27 maggio).

Fiori e colori sono protagonisti dei carnevali notturni a San Giovanni in Persiceto (5 maggio) e a Vergato (19 maggio). Il mese di maggio regala anche diversi appuntamenti con le rievocazioni storiche: il suggestivo corteo medievale che parte dalla Rocchetta Mattei nel corso della Sagra della Sfrappola (1 maggio), il grande accampamento di Quattro passi nel Medioevo al parco del Castello dei Ronchi a Crevalcore (12-13 maggio) e il corteo in costume della "leggendaria" Sagra della Badessa a Ozzano (25-27 maggio). Degustazioni di vini locali sono protagonisti di Il vino è in festa a Dozza (5-6 maggio) e Cantine aperte in diversi luoghi dell'area metropolitana (26-27 maggio).

Ecco le sagre da non perdere nel mese di maggio: 

1. "Quattro passi nel Medioevo" a Crevalcore 

Il 12 e 13 maggio 2018 la rievocazione storica a Crevalcore. La storia medievale va in scena nel parco del castello dei Ronchi, con un tuffo nel passato che ci riporta al periodo tra il 1380 e il 1410. Una grande ricostruzione storica della vita quotidiana nell'accampamento, con combattimenti e tiro con l'arco, prende vita grazie a numerosi re-enactors e gruppi d'arme da tutta Italia nei panni di mercanti, cavalieri, popolani, musici e giullari. La manifestazione scorre tra intrattenimenti musicali e teatrali, ricostruzioni storiche e momenti di didattica su armi e artigianato. Nel mercato storico abili artigiani mostrano le lavorazioni dell'epoca ed espongono le loro realizzazioni.

Al centro della manifestazione la rievocazione della battaglia che vide Crevalcore teatro di importanti fatti d'arme nel 1390, con lo scontro tra l'esercito del duca Alberico da Barbiano, comandante delle truppe bolognesi, e l'esercito visconteo. Lo stand gastronomico propone pietanze medievali o i più classici piatti della cucina emiliana. Nella taverna è possibile gustare gnocco fritto e ippocrasso (bevanda fredda a base di vino speziato addolcito). L'ingresso alla manifestazione è gratuito, ma è possibile prendere parte alla sfilata in abiti storici solo se si fa parte di uno dei gruppi di re-enactors o dei mercanti invitati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colori e sapori di maggio: le sagre da non perdere

BolognaToday è in caricamento