Sabato, 13 Luglio 2024
Eventi Centro Storico / Piazza Maggiore

"Sfogline" in piazza Maggiore: svelati i trucchi dei piatti della tradizione

Tortellini, tortelloni, tagliatelle preparati da "sdore" secondo la ricetta doc. Così i passanti sono stati tentati dalla tradizione gastronomica locale, tra le più rinomate e copiate al mondo

Gusto arte e tradizione si fondono e si incontrano in piazza Maggiore, dove le "sfogline" alle prese con il mattarello in questo weekend hanno svelato ai passanti i segreti dei piatti tipici della tavola bolognese. Ad intrattenere i curiosi e intervistare le cuoche all'opera, il comico Vito.

STAND GASTRONOMICI. Un paradiso per lo stomaco, ma anche per gli occhi. Una parata di tortellini, tortelloni, tagliatelle, ma anche di dolci golosità nostrane come la torta di riso e le raviole, must della pasticceria emiliana. Le "sdore" hanno sfoderato le loro armi preparando, come la ricetta doc vuole, le leccornie Made-in-Bologna. Un'iniziativa che rientra nella kermesse "Sfoglia Bologna 2011", un percorso del gusto e contenitore di eventi turistico-gastronomici che si svolgeranno dal 30 settembre al 4 ottobre nel territorio bolognese. Le prelibatezze preparate - saranno offerte in beneficenza - finiranno così sulle tavole dei meno abbienti.

Sfogline in piazza Maggiore

BOLOGNA LA GRASSA. La manifestazione per sottolineare la natura del capoluogo felsineo, che non è solo sinonimo di arte e cultura. Qui, infatti, cucinare è un rito e la tavola è un luogo di condivisione. La gastronomia si distingue per l'alto numero di prodotti tradizionali consolidatisi nei secoli dal confluire in città delle specificità culinarie degli studenti provenienti da tutto il mondo. È la prima provincia italiana per numero di prodotti DOP e IGP. Gli elementi cardine della cucina sono il maiale e la pasta all'uovo.

PIATTI TIPICI. Diversi i piatti tipici registrati: la mortadella, insaccato di origine medievale; le tagliatelle, la cui pasta deve obbligatoriamente essere tirata a mano; le lasagne verdi, che devono la colorazione all'uso di spinaci o ortica; il ragù, sapiente mistura di carne, odori e verdure che rimane sul fuoco a bollire per ore prima di essere pronto come condimento; i tortellini, di piccole dimensioni e con un ripieno a base di carne; il fritto misto, che comprende carne, verdure, frutta e crema; la cotoletta, ricoperta da prosciutto e mozzarella; ed il friggione; ma molti altri ne compongono le specialità.

SFOGLINO D'ORO 2011. Oggi dalle 11.30 Sala borsa apre le porte ai 21 concorrenti internazionali che si sfideranno alla prima edizione organizzata dal Comune di Bologna del premio “Sfoglino d’Oro”. Il  premio,  ideato  nel  2009 da Alessandra Spisni, titolare de La Vecchia Scuola  Bolognese,  è, a partire da quest’anno, un riconoscimento ufficiale organizzato  dal  Comune di Bologna. I concorrenti, tutti cuochi e sfoglini professionisti,  si  sfideranno  a  colpi  di  mattarello  per  la gioia di appassionati e curiosi sottoponendosi al giudizio di una giuria composta da esperti  e  giornalisti  gastronomici.  A  presentare  la  gara  l'attore e conduttore Renato Geremicca.

I concorrenti da tutto il globo. I  21 concorrenti ammessi alla gara  vengono da Taiwan, Turchia, Guatemala, Jamaica,  Brasile,  USA,  Argentina  e dalla nostra regione. Tutti insieme, “sfoglini”  professionisti, cuochi nostrani e chef italiani da tempo attivi all’estero, si confronteranno nella realizzazione  della  tradizionale “sfoglia bolognese”.

La giuria. Presidente  di  giuria  è  Luciano  Tona,  direttore didattico della Scuola Internazionale  di  Cucina  Italiana  ALMA  di  Colorno.  Ad affiancarlo in commissione  Lia  Celi, redattrice della rivista satirica “Cuore” e autrice di   programmi   radiofonici,  Roberta  Corradin,  redattrice  di  articoli enogastronomici  per  varie  riviste  e  autrice di libri sull’argomento, e Monica  Gaburro, inviata della trasmissione “Occhio alla spesa” di RaiUno e giornalista enogastronomica.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Sfogline" in piazza Maggiore: svelati i trucchi dei piatti della tradizione
BolognaToday è in caricamento