Torna lo "Sfoglino d'Oro", ma senza la Spisni: per garantire "trasparenza" al concorso

Ideatrice e anima della manifestazione, Alessandra Spisni abbandona la presidenza della Giuria. Gara al via il 2 ottobre: farina e martello si tirerà la sfoglia in Sala Borsa

Alessandra Spisni

Mattarelli lustrati, è tutto pronto anche quest'anno per lo "Sfoglino d'oro", concorso a colpi di farina che incoronerà il più abile a "tirar di sfoglia".
La bolognesissima kermesse quest'anno però sarà orfana della sua ideatrice, Alessandra Spisni, che ha deciso di non sedere più tra i giurati, abbandonando il suo ruolo di Presidente.

"IMPARZIALITA' DI GIUDIZIO", SPISNI CEDE IL PASSO. "Una decisione - spiega il Comune di Bologna, che organizza l'evento - irrevocabile nonostante i ripetuti tentativi del  Comitato  Organizzatore  di  indurre  Alessandra  Spisni  a rivedere  la sua posizione, che è stata assunta da Spisni stessa per permettere a concorrenti con un  passato  formativo  o  un  presente  professionale all'interno della Vecchia Scuola Bolognese (fondata dalla stessa Spisni) di partecipare alla gara senza compromettere la fiducia nell'imparzialità del giudizio finale."

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Spisni, che  ha  favorito  l'istituzionalizzazione del premio cedendone la titolarità al Comune di Bologna, ha preso questa difficile decisione quindi "per  non mettere a repentaglio la buona riuscita dell'evento" e ha  rinnovato la sua piena disponibilità a collaborare su tutti gli aspetti organizzativi.

IL COMUNE PREMIERA' LA SPISNI. In occasione dello "Sfoglino d'Oro" il Comune di Bologna ha deciso  di conferire ad Alessandra Spisni un riconoscimento particolare per l'importante  contributo  dato  alla promozione del patrimonio gastronomico emiliano in Italia e all'estero e per il suo impegno attraverso La Vecchia Scuola  Bolognese  nella diffusione  della  sfoglia  tirata  a  mano  come tradizione culinaria da preservare e tramandare. La cuoca emiliana è inoltra apprezzata dal grande pubblico anche grazie alla sia partecipazione al programam televisivo Rai, "La prova del cuoco".

IL NUOVO PRESIDENTE DI GIURIA. E' Luciano Tona, Direttore didattico di Alma, Scuola  Internazionale di Cucina Italiana di Colorno (PR). Tona è stato per molti  anni alla guida del suo ristorante in Brianza. Chef creativo e molto preparato, con una grand esperienza nella ristorazione e nell’insegnamento, ha organizzato l’apertura di grandi ristoranti in Italia e all’estero. Oggi è considerato  da  molti  un  maestro  preparato  e convincente con le sue idee di rinnovamento della cucina italiana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 4 borghi medievali più belli nella provincia di Bologna

  • Dai colli al centro città, i sette parchi più belli di Bologna

  • Basilica di San Petronio, la chiesa più grande di Bologna: 7 cose da sapere

  • Saggezza popolare: i proverbi più amati dai bolognesi

  • Le vie di Bologna dai nomi più strani e il loro significato, che non tutti conoscono!

  • Coronavirus fase 3 | Fiere, congressi, vacanze di gruppo e viaggi in auto: Bonaccini sigla nuova ordinanza

Torna su
BolognaToday è in caricamento