Virginia Guastella. Dopo il successo a Pianocity, masterclass e concerto a Barcellona

Dopo il successo del concerto tenuto per Pianocity a Milano, nella meravigliosa cornice di Casa degli Atellani, e la ripresa televisiva per Classica HD della performance, la compositrice e pianista palermitana, bolognese di adozione, tornerà a Barcellona per una masterclass al Conservatorio Municipale e un concerto al Reial Cercle Artístic.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BolognaToday

Bologna ha delle perle ancora poco conosciute dai propri abitanti, ma ben apprezzate fuori dalle mura cittadine. E' il caso della pianista e compositrice Virginia Guastella, palermitana di nascita e bolognese di adozione.

Laureatasi a 17 anni nella sua città di origine, si diploma poi in composizione a soli 22 anni al Conservatorio di Bologna sotto la guida di Adriano Guarnieri e in Estetica Musicale presso il DAMS. Il suo rapporto con il pianoforte nasce a soli 4 anni, quando la madre la scoprì a "suonare" il termosifone di casa, e da quel momento la sua carriera artistica non si è mai fermata. Come pianista vince importanti concorsi pianistici nazionali mentre le sue opere sono, fin da subito, richieste ed eseguite in importanti festival, teatri e venue internazionali. Non ultimo il tour americano del 2016 che l'ha vista esibirsi alla National Gallery di Washington, al Bard College di New York e allo Spectrum di Manhatttan. Oltre che per ensemble e orchestre famosi, Virginia Guastella scrive anche per il cinema e la televisione. Collabora, infatti, come consulente musicale per "La Grande Storia" e sua è la sigla di coda del programma RAI "Correva l'anno". Gli ultimi impegni in ordine di tempo l'hanno vista esibirsi sabato scorso, 20 maggio, con sue musiche originali e brani di Astor Piazzolla per Pianocity, a Milano, in un concerto che è stato ripreso e verrà trasmesso da Classica HD. Il prossimo weekend invece sarà a Barcellona, città che l'ha vista esibirsi più volte dal 2014, con un concerto voluto dall'Istituto Italiano di Cultura della città presso il Reial Cercle Artístic, preceduto da una masterclass sul tema della musica applicata alle immagini al Conservatorio Municipale. Tutto questo prima della partenza per l'Opera Creation Workshop ad Aix-en-Provance, in Francia che la vedrà impegnata in un nuovo progetto sull'opera contemporanea.

Torna su
BolognaToday è in caricamento