I 10 eventi (online) da non perdere questo weekend

La nostra Bologna creativa e vivace ha in serbo tante occasioni di cultura e svago anche in questo periodo difficile nel quale gli spostamenti sono limitati e i cinema e i teatro chiusi

Foto Fondazione ERT

Bologna "arancione" durante il week-end: niente paura, la nostra città creativa e vivace ha in serbo tante occasioni di cultura e svago anche in questo periodo difficile nel quale gli spostamenti sono limitati e i cinema e i teatro chiusi. C'è comunque molto da fare fra spettacoli che arrivano sotto casa, il grande schermo che invade il salotto di casa, le letture e gli incontri in streaming. 

Ecco i 10 eventi da non perdere: 

1. "Consegne": online dal vivo una performance da coprifuoco di Kepler-452

Fino a domenica 22 novembre (dal 19 novembre) "Consegne": online su Zoom e dal vivo (ma a distanza) sotto casa dello spettatore una performance da coprifuoco di Kepler-452. Un progetto di Enrico Baraldi, Nicola Borghesi, Riccardo Tabilio, con Nicola Borghesi, coordinamento Michela Buscema. Un corriere si sposta nella città, per effettuare la sua consegna. Porta un pacco da un punto A, a un punto B, dal punto di partenza all’indirizzo di consegna. Sulle spalle ha un cubo colorato, degli stessi colori della sua uniforme, la sua livrea di corriere corridore adatta al vento e alla pioggia, adatta ad attraversare il coprifuoco. Che cosa consegna? Un prodotto, e un percorso-performance site specific sulla piattaforma Zoom per uno spettatore – o per più spettatori che abitano allo stesso indirizzo – nella città di Bologna.

2. Antonio Virgilio Savona: un artista dai mille volti in diretta streaming

Sabato 21 novembre Antonio Virgilio Savona: un artista dai mille volti. Appuntamento alle ore 15:00 in diretta streaming. Tavola rotonda nell’ambito del XXIV Colloquio di Musicologia del «Saggiatore musicale» Tavola rotonda nell’ambito del XXIV Colloquio di Musicologia del «Saggiatore musicale» promosso dall’Associazione culturale «Il Saggiatore musicale», in collaborazione con La Soffitta - Dipartimento delle Arti.

3. Antigone’s Gang - la saga: "Words in freedom"

Prosegue Antigone’s Gang - la saga, a cura di Gruppo Elettrogeno, visibile sulla pagina facebook www.facebook.com/gruppoelettrogeno.teatro. Dopo i primi due episodi trasmessi l’11 ottobre, le vicende di Antigone’s Gang continuano tutte le domeniche dal 18 ottobre al 29 novembre 2020, alle ore 10.00. Domenica 22 novembre - WORDS IN FREEDOM / 8° episodio

4. Dizionario illustrato della Pangea: lo spettacolo in streaming

Da venerdì 20 novembre a domenica 22 novembre "Dizionario illustrato della Pangea" (extended version) alle 21.00 in streaming. Dalla convinzione che uno spettacolo teatrale possa avere molte vite, anche oltre il perimetro del palcoscenico, nasce ERTonSTAGE, il nuovo spazio di ERTonAIR che sfrutta le peculiarità del linguaggio audio-visivo per dare vita a focus di approfondimento sulle messinscene al centro delle stagioni della Fondazione. Non, dunque, la classica riproposizione integrale degli spettacoli nella forma mediata dalle videoregistrazioni ma una loro “riscrittura” creativa, dinamica e originale, che, nel proporre inediti materiali e nel trarre forza dalle potenzialità del mezzo impiegato, apre a nuove esplorazioni all’interno del grande e sfuggente universo che anima una rappresentazione teatrale. Palco e piattaforma online diventano, così, i vasi comunicanti per moltiplicare gli sguardi sulle fascinose metamorfosi che la creazione teatrale porta con sé.

5. "Oltrepasso ManifestA": evento performativo in diretta streaming

Sabato 21 novembre "Oltrepasso ManifestA": evento performativo in diretta streaming alle ore 16:00 in streaming. “GenerAzioni”, giunto alla sua quarta edizione, è un progetto che la compagnia Ekodanza porta avanti da alcuni anni -in collaborazione con il Quartiere Savena e il Comune di Bologna- in occasione della Giornata Internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne del 25 Novembre.

Il tema delle prevaricazioni, delle ingiustizie, delle violenze verso le donne e più in generale verso le fasce deboli della popolazione, inasprite nelle differenze legate al genere, alla religione e alla provenienza, viene proposto ogni anno osservandolo da diverse prospettive, per allargare lo sguardo e renderlo trasversale all’intera comunità. Quest'anno siamo partite dai Manifesti, scritti e letti, affinché la lettura a voce alta rappresenti un rito collettivo e permetta una comprensione allargata e corporea. L’invito è percorrere i sentieri che hanno portato alla scrittura di temi e princìpi sentiti e riconosciuti in modo partecipato dalla compagnia, considerando i nostri corpi come archivi di storia, di conquiste, di necessità -più o meno emancipate- pronte a compiere un altro passo verso un'evoluzione collettiva, che superi dualismi e separazioni.
I testi di riferimento sono: “Manifesto ecosessuale di Elizabeth Stephens e Annie Sprinkle”; “Manifesto Programmatico-gruppo DEMAU(1966)”; “Manifesto rivolta femminile (1970);” “Manifesto Redstocking (1969); “Climate justice : manifesto per un futuro sostenibile di Mary Robinson”; “Manifesto 111- Manifesto politico poetico dei cittadini (l’arte del gesto-costruire la città)”; “Abbiamo un piano, piano femminista contro la violenza maschile sulle donne e la violenza di genere”; “Manifesto 1992 Danza come arte contemporanea”.

Il progetto quest’anno prevede due appuntamenti:

Laboratorio per la comunità nel fine settimana. Sabato 21 (orario 16:00-18:00) e domenica 22 Novembre (11:00-14.00) al Parco del Paleotto/oppure online verrà realizzato un laboratorio comunitario partecipativo e produttivo per leggere insieme a voce alta alcuni manifesti e compiere qualche piccola azione individuale in dialogo con la natura, condividere e seminare pensieri che permettano di agire un superamento dal punto in cui si è. Il laboratorio è GRATUITO sia in presenza che a distanza. Necessaria la prenotazione scrivendo a segreteria@selenecentrostudi.it o 3373664343

6. Biblioteche e piccoli lettori: letture per bambini e bambine

Sabato 21 novembre alle ore 10 la Biblioteca Luigi Spina propone un evento online che si intitola "Guarda che chioma" Letture per bambine e bambini da 4 a 8 anni, a cura della biblioteca. Si può richiedete il link per partecipare scrivendo a: bibliotecalspina@comune.bologna.it. Sempre alla stessa ora (ore 10) la Biblioteca Natalia Ginzburg propone "Abbracciamo gli alberi!", una lettura animata con laboratorio creativo per bimbi a partire dai 3 anni Per iscriversi chiamare in biblioteca al numero 051 466307.

7. "Cibi Cose Città. Invention Test": show cooking in live streaming

Venerdì 20 novembre (ore 18:00 in streaming) una speciale edizione del format di show cooking in live streaming. Dopo una prima edizione dedicata al piacere di cucinare insieme, questa pratica viene declinata sull’invenzione di ricette innovative, proposte e presentate dai ragazzi. L’ingrediente tematico di base si riferisce a tre ricorrenze del calendario civile: giovani bolognesi e la compagnia permanente di ERT mostreranno attraverso le parole di grandi autori come i valori celebrati in queste giornate siano fondamentali per la città di domani. Per la Giornata internazionale per i diritti dell'infanzia e dell'adolescenza l'appuntamento è con la classe 2D della Scuola Media Farini (IC12) di Bologna, la prof.ssa Mirca Casella e con la partecipazione della compagnia permanente di Emilia Romagna Teatro Fondazione. Trasmesso sulla pagina Facebook Dire+Fare=Fondare

Il primo appuntamento dell’edizione speciale del format di show cooking letterario è dedicato alla Giornata internazionale per i diritti dell'infanzia e dell'adolescenza. A partire dalle suggestioni del tema della giornata, studentesse e studenti della classe 2D della Media Farini si cimenteranno in creazioni culinarie sperimentali, mentre gli attori e le attrici della compagnia permanente di Emilia Romagna Teatro li accompagneranno con letture e dialoghi letterari di approfondimento, selezionati appositamente per l’occasione. Prosegue così la sperimentazione di questo format online a cavallo fra cucina e teatro, dedicato in questa nuova veste all’esplorazione dei valori fondamentali da porre alla base della fondazione della città di domani.

8. "I'm Greta": online il documentario su Greta Thunberg

Presentato con grande successo di critica alla 77^ Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia e al Toronto International Film Festival, diretto dal regista Nathan Grossman il documentario racconta la storia e le emozioni dell'adolescente attivista per il clima Greta Thunberg. Dal 14 novembre, per vederlo basta andare sul sito Miocinema e compilare la scheda di iscrizione scegliendo il proprio cinema di riferimento tra Multisala Odeon, Europa Cinema, Rialto Studio e Roma d’Essai. Acquistando un film sosterrete la nostra attività poiché è come se acquistassi un biglietto per una proiezione in sala.

9. "Il peggio di noi": film di Corso Salani

Da venerdì 20 novembre a lunedì 30 novembre "Il peggio di noi" online. Un film di Corso Salani. Grazie alla straordinaria concessione dell’Associazione Corso Salani, a dieci anni dalla scomparsa del regista,  Teatri di Vita rende disponibile dal 20 al 30 novembre 2020, gratuitamente online sul sito teatridivita.it, il film “Il peggio di noi” di Corso Salani, presentato al Festival di Locarno nel 2006. In attesa che il teatro – luogo di compresenza di attori e spettatori – ritorni dopo il letargo imposto dal nuovo DPCM anti-Covid, Teatri di Vita ha deciso di tenere aperto un canale con il suo pubblico. Con ciò che può essere vissuto e apprezzato anche a distanza: il cinema. E lo vuol fare inaugurando la sua nuova WEB-TV con un film davvero unico e “introvabile”, per ricordare Corso Salani, una grande voce del cinema indipendente italiano a dieci anni dalla sua prematura scomparsa.

Dopo aver girato “Palabras” (lavoro di finzione del 2003), Corso Salani firma un atto d’accusa contro la sua troupe. Accompagnato dalle immagini del casting, delle prove, del set, si dipana un lungo monologo che mette alla sbarra l’attrice protagonista (Paloma Calle) e tutta la troupe, colpevoli di non aver compreso il profondo valore che quei momenti avevano per lui, l’intenso rapporto artistico e personale che lo legava a Paloma, contribuendo così ad allontanarla da lui. Il film è finito, ma le emozioni e i sentimenti che sono stati spesi non riescono a sfumare. I fotogrammi diventano lo sfondo di una lettera d’amore violenta e disperata, le parole il segno del tempo sciupato, dell’amarezza di ciò che poteva essere e non è stato. Dietro le immagini, sotto al monologo, nasce una riflessione sul cinema e sui diversi modi di ‘vivere di cinema’.

10. “8 e ½ Theatre Clips”, nuovo progetto di teatro virtuale 

“8 e ½ Theatre Clips”, il nuovo progetto di teatro virtuale della Compagnia Instabili Vaganti. Il web è il palcoscenico di “8 e ½ Theatre Clips” la serie performativa della Compagnia bolognese che descrive il mutamento delle nostre esistenze nella lotta contro un nemico invisibile, il Covid - 19. Se la pandemia globale ha imposto nel mondo un distanziamento sociale tra le persone, la Compagnia Instabili Vaganti ha saputo ridurlo attraverso l’arte performativa e la cultura, mantenendo vivo il dialogo tra due paesi distanti tra loro geograficamente e per tradizioni: l’Italia e l’Iran. La lotta globale al Covid-19 ha portato dei mutamenti nelle abitudini di ogni individuo, a qualsiasi latitudine, contribuendo alla diffusione di nuovi stati d’animo e modifiche nei rapporti sociali. Con queste premesse nasce il progetto “8 ½  Theatre Clips - Come la pandemia ha cambiato le nostre vite in 8 episodi e ½” (Italia - Iran, 2020), la web serie performativa prodotta dall’Ambasciata d’Italia a Teheran, scritta e diretta dalla pluripremiata regista Anna Dora Dorno e interpretata dal performer di origini piemontesi Nicola Pianzola, con la partecipazione del noto mimo iraniano Danial Kheirkhah, a sua volta diretto dal regista iraniano Ali Shams. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mezza Italia (Emilia Romagna compresa) verso il 'giallo'. Bonaccini: "Per Natale soluzioni che evitino il tana libera tutti"

  • Il Covid fa la sua prima vittima fra i sanitari del S.Orsola: morto a 59 anni l'infermiere Sergio Bonazzi

  • Siglata nuova ordinanza. Riaperture negozi, corsi e lezioni di ginnastica a scuola: ecco cosa cambia

  • Dati Covid confortanti: l'Emilia-Romagna verso la zona gialla (ma non subito)

  • Giornata del Parkinson, le neurologhe: "Per combattere la malattia, tre tipi di terapie avanzate"

  • Dad e rendimento scolastico, il prof del Fermi: "E' dura, ma i vincenti trovano la via e non le scuse"

Torna su
BolognaToday è in caricamento