Mercoledì, 28 Luglio 2021
Erika Bertossi

Opinioni

Erika Bertossi

Giornalista BolognaToday BolognaToday

I 10 migliori eventi del weekend a Bologna

Il clima è favorevole, la voglia di stare fuori tantissima e questo fine settimana ci mette davanti a un calendario davvero ricco fra manifestazioni verdi e fiorite, festival con musica dal vivo (finalmente!), location segrete da scoprire ed escursioni alla scoperta dei tesori della città

4. Diverdeinverde: a caccia dei giardini segreti della città

(per chi sceglie di stare all'aria aperta)

La manifestazione apre alla visita molti dei più bei giardini privati che Bologna custodisce nel centro storico, in collina e in altre zone del territorio comunale; da quest’anno, per la prima volta, si spinge anche in qualche parco dei comuni vicini, per quel fine settimana sempre un po’ magico in cui si va a caccia dei tesori verdi nascosti della città e dei dintorni. Questa settima edizione di Diverdeinverde va in scena da venerdì 21 a domenica 23 maggio 2021 e avrà qualcosa in più: si stringono le regole, ma si allargano i confini alla Città Metropolitana! 

5. Indomite: storie di donne e di Resistenza

(per le donne e gli uomini che non dimenticano la storia)

La R-Esistenza delle donne ha avuto molte forme, non solo la lotta armata. Abbiamo resistito scrivendo, lavorando insieme, educando altre donne, denunciando ingiustizie e istituzioni anche a costo della vita. Osteggiate o arrestate o uccise per questa Resistenza. Una lotta quotidiana. Una visita alla Certosa di Bologna, passeggiando e ascoltando i racconti della vita e delle imprese di donne sconosciute la cui R-Esistenza ha cambiato la storia. Anche la nostra. Ci guiderà in questa passeggiata Roberta Franchi, dell'Associazione Sentieri Sterrati, le letture saranno a cura di Anna Zani. Per partecipare scrivete a: info@sentieristerrati.org

6. “Il volto di Caterina e “I Gioielli di Imola”: della doppia Mostra del Caterina’s Day

(per una gita fuori porta)

Doppio appuntamento espositivo quello in programma dal 23 al 30 Maggio alla Salannunziata di Imola nell’ambito della manifestazione “Caterina’s Day – Alla corte di Caterina Sforza” per rendere protagonisti i giovani. Alle Mostre “Il Volto di Caterina” e“I Gioielli di Imola”  verranno infatti esposti gli elaborati artistici degli studenti della scuola primaria e secondaria di primo grado del Circondario imolese e della scuola superiore “Margaritone” di Arezzo. Le iniziative sono entrambe realizzate e promosse dall’associazione Imola Experience e patrocinate dal Comune di Imola. Il Concorso per ragazzi “Il Volto di Caterina” ha coinvolto 153 studenti delle scuole Primarie e Secondarie di Primo Grado delle scuole ‘Rubri’ Zolino, Ponticelli, ‘Bianca Bizzi’ Pedagna, Cappuccini e Orsini, che hanno inviato 126 disegni e 27 racconti. Nell’occasione della mostra, verranno esposti i disegni che nel modo migliore hanno saputo rappresentare la figura di Caterina Sforza. 

“I Gioielli di Imola” nascono dal gemellaggio culturale stretto con l’Istituto Orafo “Margaritone” di Arezzo che, coinvolgendo tutte e 5 le classi di indirizzo con una cinquantina di studenti in un progetto scuola-lavoro sul tema “Simboli e Icone della città di Imola”, ha realizzato preziose creazioni artistiche rappresentative della Città: Caterina Sforza, la Rocca Sforzesca, Leonardo da Vinci, l’Autodromo Enzo e Dino Ferrari, il Grifo del Comune, la Madonna del Piratello e il logo rappresentativo dell’Associazione Imola Experience. Il progetto è stato patrocinato anche dal Comune e dalla Camera di Commercio di Arezzo e ha ispirato, nella sede della Fraternita dei Laici, nel cuore della città Aretina, una Mostra sui simboli di Imola attraverso l’esposizione degli oltre 40 bozzetti preparatori dei gioielli.
I gioielli verranno donati dalla scuola aretina all’Associazione Imola Experience il giorno 22 maggio nella splendida cornice di Palazzo Marchi e saranno visibili al pubblico dalla mattina successiva (23) alla Salannunziata. L’evento di inaugurazione della Mostra è ospitato nella sede del Gruppo Cantelli de “La Gioielleria”, che ha sostenuto il progetto con  la donazione alla scuola di Arezzo di una stampante 3D.

La doppia Mostra sarà aperta al pubblico dal 23 al 30 Maggio alla Salannunziata, in via Fratelli Bandiera 17 a Imola. Nelle giornate di domenica 23 e 30 e sabato 29 sarà accessibile dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 18.00 ed è richiesto l’ingresso tramite prenotazione obbligatoria via mail a segreteria.imola.experience@gmail.com. Durante la settimana, da martedì 25 a venerdì 28 Maggio, l’esposizione è ad ingresso libero con  accessi a numero limitato dalle ore 17.00 alle ore 19.00.

7. Pensieri e immagini a 40 anni da Vermicino

(per chi si ricorda questo caso di cronaca)

L'incidente di Vermicino risale al 10 giugno 1981 e portò alla morte del piccolo Alfredo Rampi detto Alfredino. Avvenuto appunto a Vermicino, nel Lazio. Caduto in un pozzo artesiano in via Sant'Ireneo, in località Selvotta, una piccola frazione di campagna vicino a Frascati, situata lungo la via di Vermicino, che collega Roma sud a Frascati nord, dopo quasi tre giorni di inutili tentativi di salvataggio, il bambino morì dentro il pozzo a una profondità di circa 60 metri. La vicenda ebbe grande risalto sulla stampa e nell'opinione pubblica italiana, con la diretta televisiva della Rai durante le ultime 18 ore del caso.

Tre momenti di condivisione e confronto dal vivo su alcuni dei temi cardine del progetto. Punto di partenza di ogni serata saranno i ricordi dell’incidente di Vermicino, nell’intento di creare un dialogo tra gli ospiti, tra nuove e vecchie generazioni. Ciascun incontro si sposterà poi sul tema proprio della serata, aprendo un dialogo tra gli ospiti. A presentare e moderare gli interventi, l’attore e conduttore Patrizio Roversi.

Il programma di questo fine settimana: 

"Generazioni"
venerdì 21 maggio 2021, ore 18:30
Mettendo in dialogo figure di età e competenze eterogenee, questo primo incontro pone l’attenzione sul rapporto complesso tra le generazioni passate e presenti. Il confronto vuole essere uno spunto di riflessione rispetto al cambiamento che i media hanno provocato sulle generazioni dal punto di vista dei nostri ospiti.
Interverranno:
Matteo Zuppi, arcivescovo di Bologna
Claudio Borghi, professore di Medicina e Chirurgia
Cira Santoro, organizzatrice teatrale
Nicolas Paruolo, membro degli Space Valley

"Linguaggi"
sabato 22 maggio 2021, ore 18:30
Attraverso figure di età e competenze differenti, indagheremo più da vicino le nuove frontiere artistiche e in che misura queste dialogano con i nuovi mezzi di comunicazione mondiali. Come affrontano le realtà culturali italiane, finora abituate ad una fruizione dal vivo, la sempre più preponderante necessità di una diretta streaming.
Interverranno:
Claudio Longhi, direttore del Piccolo Teatro di Milano
Pietro Floridia, regista teatrale
Alessandra Gigli, autrice delle pagine Instagram e Facebook “Fotografie della Storia”

"Genitorialità"
domenica 23 maggio 2021, ore 18:30
Genitori e figli, in dialogo trasversale, ragionano su educazione, cultura e nuove tecnologie. La riflessione mette in luce quanto e come sia cambiato il processo di crescita di un individuo, e la relazione con i genitori, e quanto questi ultimi sappiano leggere la quotidianità dei figli del nostro tempo.
Interverranno:
Mario Perrotta, attore e regista teatrale
Paola Roscioli, attrice teatrale
Martina Domenicali, digital creator

Modalità di partecipazione e prenotazione: eventi a ingresso libero con prenotazione obbligatoria tramite pagina di Eventbrite  gli eventi verranno trasmessi anche in streaming sui canali social dell’associazione Cu.Bo

Si parla di

I 10 migliori eventi del weekend a Bologna

BolognaToday è in caricamento