menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I 10 eventi da non perdere questo weekend

Teatro, musica, spettacoli per bambini e mostre. Come trascorrere il weekend? Da venerdì a domenica una serie di appuntamenti da non perdere e ce n'è un po' per tutti i gusti: ecco la nostra selezione

4. Funk Shui Project & Davide Shorty

Sabato 26 gennaio "Funk Shui Project & Davide Shorty" alle ore 20:30 al Locomotiv Club. Funk Shui Project è un collettivo di musicisti e produttori torinesi attivo dal 2008, il cui primo omonimo album ufficiale è uscito nel 2014, e ora sono pronti a lanciare il loro nuovo lavoro. Dopo la collaborazione con Willie Peyote nel disco d’esordio, stavolta il progetto, attualmente formato dal bassista-fondatore Alex “Jeremy”, il beatmaker Natty Dub, il chitarrista-cantautore Giacomo (Due venti contro) e il batterista Manuel Prota, si è affidato alla voce di Davide Shorty, cantautore, rapper e beatmaker che ha debuttato nel 2016 con “Straniero”. Il risultato è “Terapia di gruppo”, uscito il 21 settembre per Macro Beats/Artist First e anticipato dal brano “Blues di Mezzogiorno”, pubblicato il 7 settembre e ora accompagnato da un video girato presso il SuperBuddha di Torino, con la regia di Nacho Tranquilo & Giovanni Bottisio. 8 euro in prevendita | riservato ai soci del circolo con tessera aics 2018-2019

5. Singles, la storia di tre amici silgle...

Dal 25 gennaio a domenica 27 gennaio "Singles" al Teatro Dehon. Giuliana, Antonio e Bruno sono amici e da anni single. Giuliana è una bibliotecaria alla spasmodica ricerca dell'amore. Bruno, rampante uomo in carriera, puntualmente viene lasciato; Antonio, timido studente, è segretamente innamorato di Giuliana.
I tre si ritrovano regolarmente ai matrimoni dei loro ex, sentendo ancora di più la frustrazione per essere ancora celibi.
All'ultimo a cui partecipano decidono però di dare una svolta alla loro esistenza: iniziano così a fare di tutto nell'affannosa ricerca dell' amore. Quindici esilaranti quadri per un divertente ritratto del mondo dei single. Venerdì 25 e sabato 26 gennaio ore 21, domenica 27 gennaio ore 16

6.“Da Parigi a Bologna. In viaggio con Liszt e Rossini”

Ancora una settimana in compagnia degli appuntamenti alla Biblioteca d’Arte e di Storia di San Giorgio in Poggiale (via Nazario Sauro, 20/2) nell’ambito della mostra “Da Parigi a Bologna. In viaggio con Liszt e Rossini”, in programma fino al prossimo 31 gennaio (ingresso gratuito): un percorso per immagini e parole che traccia i contorni di un legame, quello tra Rossini e Liszt, che all’ombra delle due Torri si consolidò, in occasione del viaggio italiano che il compositore ungherese intraprese assieme alla compagna Marie d’Agoult.

Sabato 26 gennaio, oltre all’apertura della mostra alle 15.30 con possibilità di visite guidate, alle ore 17 appuntamento con “Donne, intellettuali, artiste: viaggio tra le protagoniste della storia, dell’arte e della politica tra Parigi e Bologna”. L’incontro, in collaborazione con il Centro delle Donne di Bologna – Biblioteca Italiana delle Donne, prende il via dalla figura della compagna di Franz Liszt, Marie d'Agoult, intellettuale, scrittrice, giornalista e donna di passioni filosofiche e politiche, della quale Emanuela Marcante ricorderà figura e pensiero. Assieme a lei Mirtide Garavelli, responsabile della Biblioteca del Museo Civico del Risorgimento di Bologna ed Elena Musiani, dottore di ricerca in Storia e professore a contratto all'Università di Bologna, ricercatrice associata all'Institut des Sciences Sociales du Politique, Université de Paris Ouest Nanterre La Défense, faranno riemergere le voci appassionate di protagoniste della società e della cultura bolognese della prima metà dell’Ottocento: voci che parlano della dimensione europea della Bologna dell’epoca, dove una fervente presenza femminile spicca in attività letterarie, teatrali e politiche.

Domenica 27 alle 16.30 Bianca Maria Antolini e Annalisa Bini, musicologhe, parlano di un aspetto poco conosciuto di Liszt, quello della sua grande capacità e generosità come maestro, nell’incontro “Il magistero pedagogico di Listz: da Parigi a Roma”. Un percorso luminoso, che svela una sua speciale dimensione di umanità e intelligenza, a partire dal primo manifestarsi della genialità lisztiana nei primi anni di Parigi in cui, dodicenne è già un maestro riconosciuto, fino alla Scuola di Roma, dove un Liszt maestro maturo fu sempre pronto ad accogliere i numerosi allievi e allieve: Giovanni Sgambati, compositore centrale per l'Ottocento italiano e sempre più da scoprire, fu tra loro.

Nella stessa giornata di domenica sarà San Colombano – Collezione Tagliavini (via Parigi, 5) ad ospitare alle ore 18 il concerto del mezzosoprano Francesca Carnevali, accompagnata da Carlo Mazzoli su pianoforte Érard della collezione: un'immersione sorprendente, brillante, piena di curiosità in brani noti e molto meno noti del repertorio degli “imprevedibili amici” Liszt e Rossini.

Tutti gli eventi sono a ingresso gratuito.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

I Giardini Margherita, tra tesoretti e sorprese inaspettate

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento