Martedì, 18 Maggio 2021
WeekEnd

I 10 eventi da non perdere questo weekend

Principesse "strambe", speciali sulla Royal Family inglese, musica elettronica, cinema ed eventi per i più piccoli: un fine settimana d'agosto da agenda piena!

Il caldo e il clima da esodo non l'avranno vinta neppure questo fine settimana. Belle le vacanze sì, ma anche restare in città non è male se la città in questione è Bologna. Godiamoci i parcheggi, le strade libere, l'atmosfera da "tutta mia la città" e soprattutto gli eventi più rilevanti.

Ecco i 10 eventi da non perdere questo weekend: 

1. GLI ARAMA AL SOSTEGNO DEL BATTIFERRO

Sabato 4 agosto Arama live alle ore 21:00 al Sostegno del Battiferro concerto per “Klezmer & Dintorni”
Il trio Arama nasce nell’autunno del 2013 dal desiderio di raccontare attraverso la musica mondo complesso e variegato che si affaccia sul bacino del Mediterraneo. La parola turca arama, che in italiano si traduce con ricerca, sintetizza l’obiettivo del gruppo e insieme individua l’area dalla quale esso trae la gran parte del proprio repertorio: quel vasto e sfaccettato insieme multiculturale che fu l’Impero ottomano. E' possibile ritrovare un filo che colleghi realtà che oggi si presentano spesso distanti tra di loro sul piano culturale, linguistico, religioso, musicale? Sì, pensiamo noi, è possibile. Il filo è sottile, sotterraneo talvolta, ma esiste. E' nella storia di questi territori che per lungo tempo sono stati riuniti sotto il cappello dell'Impero ottomano. Proprio la presenza dei turchi ottomani ha fatto sì che usi e costumi (anche musicali) circolassero su un'area ampia che si estendeva dalle coste del nord Africa alle estreme propaggini della penisola arabica (Yemen), dalla pianura mesopotamica, attraverso la Siria, la Palestina e naturalmente l'Anatolia ai Balcani fino a lambire l'Ungheria, i principati rumeni, le pianure ucraine e il Caucaso. La circolazione delle musiche che possiamo definire turco-ottomane a dire il vero andò anche oltre i confini dell'impero interessando molte regioni confinanti, compresa la nostra penisola. Dall’iniziale nucleo di tre musicisti-ricercatori il gruppo ha allargato negli anni la propria attività collaborando anche con altri musicisti, alcuni dei quali sono ormai parte integrante del progetto. Nel 2017, dopo tre anni di attività concertistica e di ricerca vede la luce il primo cd del gruppo, Arama, Versoriente.

Musiche in diaspora
La dispersione o la semplice migrazione dei popoli più diversi attraverso la formidabile via di comunicazione che è il Mar Mediterraneo ha una storia antichissima. Ebrei, armeni, greci, fenici, arabi, romani, turchi e una miriade di popoli più piccoli viaggiarono, alcuni per commercio, altri in cerca di terre migliori o di fortuna, altri ancora in fuga dalle persecuzioni, dalle guerre o dalla fame. Viaggiarono, si dispersero, a volte ritornarono e ancora, come è noto, si muovono. Con essi viaggiarono anche i canti e musiche che appartenevano loro. E i popoli dispersi, nei nuovi territori vennero in contatto con nuove musiche che in breve divennero loro familiari. L'ensemble Arama con questo concerto ripercorre alcune tappe di questi viaggi, si sofferma su alcuni luoghi significativi dove gli incontri musicali furono particolarmente fecondi.

L’ensemble Arama è una formazione variabile

Ingresso al Battiferro libero con prima consumazione richiesta (€ 5,00)

2. MAN ON THE MOON IN PIAZZA MAGGIORE

Sabato 4 agosto, per la rassegna cinematografica "Sotto le Stelle del Cinema" alle ore 21:30 in Piazza Maggiore "Man on the Moon" di Milos Forman (USA/1999, durata 118')

3. MUSICAL DIVERTENTE: "DISINCANTATE": LE PIU' STRO**E DEL REAME

Domenica 5 agosto nel Cortile del Teatro del Baraccano "Disincantate" le più stronze del reame, alle 21.30. Musical divertente, spassoso, dai sapori del vaudeville e del cabaret, “Disincantate” sfata il mito del "Complesso della Principessa", per prendersi gioco delle frivolezze raccontate nelle favole e celebrare l'essere donna in tutte le sue sfaccettature.

Dieci principesse metteranno in scena il loro varietà, a ritmo di divertenti gag, numeri da vere star, lasciando al pubblico importanti spunti per riflettere.
Le nostre principesse, viste nell’immaginario collettivo come ragazze perfette, dolci e succubi del loro principe azzurro, in questo spettacolo affrontano temi sempre discussi e molto attuali. La diversità, l’emancipazione, lo sfruttamento dell’immagine, l’alcolismo o la paura di perdere la propria bellezza, rappresentano il sottotesto di ciò che raccontano al pubblico. Principesse che sono prima di tutto donne, pronte a farsi strada e a lottare per dare onore alla proprio dignità, il tutto con ironia e un pizzico di malizia. La versione italiana, prodotta da i perFORMErs, grazie a un accordo speciale con Theatrical Right Worldwide - New York, segna la prima volta che lo spettacolo viene rappresentato in Europa.

Prezzo biglietto:
Euro 15 intero
Euro 12 ridotto (over 65, under 26)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I 10 eventi da non perdere questo weekend

BolognaToday è in caricamento