menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I 10 eventi (online) da non perdere questo weekend

Il weekend del nuovo dpcm, il fine settimana che precede l'Immacolata: anche questa settimana sono tanti gli appuntamenti da non perdere

Festival, ricorrenze, storia, musica: tanta cultura fruibile in tutta sicurezza comodamente da casa. Aspettando di poter tornare in tutta sicurezza nei luoghi della cultura Bologna ci offre una decina di appuntamenti che potranno animare questo fine settimana. 

Ecco i 10 eventi da non perdere questo weekend:

1. Trentesimo Anniversario della Strage del Salvemini: e iniziative di commemorazione  

Dal 4 al 6 dicembre 2020, Trentesimo Anniversario della Strage del Salvemini 30 anni, per sempre. Le iniziative di commemorazione . Venerdì 4 dicembre gli interventi delle Istituzioni, con il contributo del Presidente Sassoli, sabato 5 la dedica di tre luoghi alle vittime, domenica 6 la deposizione dei fiori e la messa celebrata dal Cardinale Zuppi. Il 6 dicembre 1990 un aereo militare in avaria abbandonato dal pilota precipitò sull’allora succursale dell’Istituto Tecnico Commerciale Gaetano Salvemini in via del Fanciullo 6 a Casalecchio di Reno (Bologna) provocando la morte di undici studentesse e uno studente della classe 2^A – Deborah Alutto, Laura Armaroli, Sara Baroncini, Laura Corazza, Tiziana De Leo, Antonella Ferrari, Alessandra Gennari, Dario Lucchini, Elisabetta Patrizi, Elena Righetti, Carmen Schirinzi, Alessandra Venturi – e oltre ottanta feriti.

3. Festival del Cinema di Porretta: tutto online

La diciannovesima edizione del Festival del cinema di Porretta Terme si terrà prima volta online, grazie alla piattaforma di Mymovies.  Concorsi, premi, anteprime, mostre, un focus sull’Emilia-Romagna. Porretta Terme non rinuncia al suo Festival del cinema e, vista la chiusura delle sale cinematografiche a causa della pandemia, lancia un’edizione speciale, dal 1 all’8 dicembre per la prima volta tutta on line, grazie alla piattaforma MYmovies.it. Volto immaginedel festival è quello dell’eterna, forte e dolce Giulietta Masina, alla quale sarà dedicata la mostra fotografica “Inedita Giulietta”, online dal 29 novembre, in collaborazione con il Centro sperimentale di cinematografia. Tra i grandi protagonisti di questa edizione i Manetti Bros, che riceveranno il premio alla carriera. Momento tra i più attesi del festival la seconda edizione del Premio Petri, che vede in gara 7 film. Un riconoscimento pensato per omaggiare un’opera contemporanea in cui sia evidente il lascito della eredità autoriale di Petri, con tematiche di denuncia sociale e politica in linea con il suo cinema. Quest’anno oltre a un film verrà premiato anche un attore. Entra inoltre a far parte della giuria del premio Jean A. Gili, professore emerito dell’Università di Parigi Panthéon-Sorbonne. In programma anche il tradizionale Concorso Fuori Dal Giro, giunto alla VIII edizione con 5 film, fra cui un’anteprima, che hanno avuto una minor fortuna distributiva. Mentre tra le novità di quest’anno ci sarà una nuova sezione dedicata agli esordi dei registi: La prima volta di… con la proiezione di Fuga (2006) di Pablo Larraín, film mai distribuito in Italia. L’Emilia-Romagna sarà protagonista al Festival con tre film: Gli Anni che cantanodi Filippo Vendemmiati, Quel che conta è il pensierodi Luca Zambianchi (anteprima)e Il colore di seradi Spartaco Capozzi (anteprima), interamente prodotti e girati in Regione. Infine un omaggio alla Mostra del Cinema Libero, con la proiezione di Via Tassodi Luigi di Giannieil cortometraggio Daniel Schmid, un racconto fuori stagione di Anna Albertano, dedicato al regista svizzero. 

4. Teatro Comunale: sei concerti aperti "nonostante tutto"

La proposta bolognese si articola in sei concerti inediti, realizzati con gli artisti disposti nella platea svuotata dalle poltrone e senza pubblico in sala, per il palinsesto diffuso in streaming gratuitamente attraverso il canale YouTube del teatro e promosso grazie alla piattaforma digitale messa a disposizione dall'ANFOLS, alla quale ha aderito anche l'agenzia ANSA. Tutti i concerti andranno in onda la domenica, dal 6 dicembre al 10 gennaio, sempre alle 17.30 e saranno introdotti dagli stessi interpreti. Il primo appuntamento, in programma il 6 dicembre, dà il via a un ciclo beethoveniano – nel 250esimo anniversario della nascita del compositore tedesco – che in tre concerti presenterà sette delle sue nove sinfonie interpretate dall'Orchestra del Teatro Comunale diretta dall'israeliano Asher Fisch. Si parte con la Seconda, la Terza e la Quarta Sinfonia, seguite il 13 dicembre dalla Quinta e dalla Sesta e il 20 dicembre dalla Settima e dall'Ottava.

5. La conta di Natale 2020: conto alla rovescia con 24 pillole video

Dal 1 dicembre alla Vigilia di Natale un progetto nato per aiutare le famiglie a mantenere viva la tradizione del Natale a teatro, nonostante la chiusura e le norme anticovid imposte dalla pandemia. Per "La conta di Natale 2020" il Teatro Comunale Laura Betti, insieme ai 12 teatri gestiti da ATER Fondazione ha chiesto a Claudio Milani di costruire uno speciale Calendario dell’Avvento. Online tutti i giorni alle 17:30. La conta di Natale 2020, appositamente pensato per gli spettatori dai 3 agli 8 anni di età. Claudio, insieme a Elisabetta Viganò della compagnia MOMOM, donerà a grandi e piccini 24 pillole video di 5 minuti l’una, disponibili quotidianamente sulla pagina Facebook Teatro Comunale Laura Betti e sui canali social dei teatri del circuito.

6. "La Bellezza non è questione di distanze… Ci vediamo online!"

Incontri virtuali, video, curiosità ed estratti di spettacoli sui canali Facebook e Youtube del Teatro dell’Argine. In attesa di poter tornare a fare spettacolo dal vivo, alcuni appuntamenti online di approfondimento con i protagonisti della Stagione 2020-21 | Atto Primo: incontri virtuali con gli artisti, video, curiosità ed estratti degli spettacoli che sarebbero dovuti andare in scena sul palco dell’ITC Teatro a novembre 2020. Gli incontri si tengono in diretta sulla pagina Facebook e sul canale Youtube del Teatro dell’Argine; al termine sarà possibile, attraverso i commenti, fare domande da casa. Sabato 5 dicembre ore 21.00 in diretta sulla pagina Facebook e sul canale Youtube del Teatro dell'Argine Parlando di… Mimma con Lea Cirianni (attrice) e Paolo Fronticelli (regista) e con la partecipazione di Sara Bonafè, Presidente del Comitato per le onoranze ai Caduti di Sabbiuno. Un racconto di Irma Bandiera che si appoggia sulle testimonianze affettuose e appassionate di chi ha vissuto in prima persona la vicenda. Con gli interpreti approfondiremo uno spettacolo che cerca un legame con chi oggi ha l’età che all’epoca aveva la protagonista e analizzeremo alcune delle tracce che la sua storia lascia nella contemporaneità.

7. "Semina il vento": presentazione de film con il regista del film Danilo Caputo

Sabato 5 dicembre alle 20.30, SEMINA IL VENTO di Danilo Caputo sarà presentato in diretta streaming con il regista del film Danilo Caputo, Francesco Sottile (comitato esecutivo Slow Food Italia) e Luigi Abiusi (critico cinematografico per "Il Manifesto"); modera Marco Lombardi (autore e conduttore Gambero Rosso Channel, docente universitario e critico) per il circuito di sale virtuali aderenti ad #iorestoinSALA. Dopo l’anteprima mondiale al Festival di Berlino 2020 e quella italiana al Bif&st di Bari dell’agosto scorso, il film è uscito nelle sale italiane il 3 settembre e arriva il 5 dicembre per la prima volta in streaming grazie a #iorestoinSala. Semina il vento è una storia di ribellione e rinascita, ambientata tra gli ulivi secolari pugliesi e gli scenari industriali del tarantino e ci racconta la lotta di una ragazza contro la corruzione e la speculazione. L’evento è inserito nella programmazione di Terra Madre Salone del Gusto 2020. L’incontro live streaming che precede il film è fruibile gratuitamente sulla pagina facebook Pop Up Cinema.  Il film sarà disponibile nella sala virtuale dal 5 dicembre su www.popupcinema.it  - Costo del biglietto 4.90€

8. Polittico Griffoni ri-apre attraverso un’esperienza digital

La mostra “La Riscoperta di un Capolavoro”, con la quale Genus Bononiae Musei nella città ha “riportato a casa” le 16 tavole del Polittico Griffoni ri-apre a partire da venerdì 4 dicembre le porte ai visitatori, attraverso un’esperienza digital, che diventa anche un originale dono natalizio. Mentre i musei sono chiusi a causa dell’emergenza sanitaria, grazie ad un tour virtuale accessibile dal sito www.genusbononiae.it, Palazzo Fava apre simbolicamente le porte a quanti ancora non hanno potuto visitare la straordinaria mostra che ha ricomposto per la prima volta , a 300 anni dalla loro dispersione, le 16 tavole del capolavoro rinascimentale di Francesco del Cossa ed Ercole de’ Roberti.
La visita interattiva, al costo di 5 € (i biglietti sono acquistabili sul sito www.genusbononiae.it), si compone di un percorso lungo tutta la mostra con vari tag che consentono al visitatore non solo di ascoltare la voce narrante che racconta l’opera e il contesto artistico e culturale in cui fu creata, ma anche di vedere brevi video che entrano nel dettaglio delle singole tavole e delle loro peculiarità, la loro descrizione critica, curiosità e aneddoti sulle figure rappresentate. L’alta qualità della digitalizzazione consente, infine, di zoomare le opere senza perdere il minimo dettaglio: la straordinaria grazia della mano di Santa Lucia, con gli “occhi miracolosamente fioriti sullo stelo”, la forza plastica della figura di San Floriano, i dettagli delle vesti, le architetture possenti ed eleganti, gli ori e gli azzurri accesi, i dettagli degli sfondi nei quali si inseguono figure secondarie ma raffigurate con egual minuzia, affaccendate tra edifici, rocce e paesaggi naturali, e infine lo straordinario colpo d’occhio dell’opera ricomposta al Piano Nobile di Palazzo Fava, affrescato dai Carracci.  

9. "La Violenza Illustrata": tutta la rassegna da casa 

Due mostre, 14 eventi on-line fra seminari, dibattiti e presentazioni di libri e tante iniziative collaterali per parlare di violenza di genere  Quest’anno la Casa delle donne per non subire violenza di Bologna compie trent’anni e si appresta a proporre l’edizione numero quindici del Festival della Violenza illustrata (www.festivallaviolenzaillustrata.it), primo e unico Festival in Italia incentrato sulla tematica della violenza di genere, che per la prima volta, a causa dell’emergenza COVID-19, si svolgerà completamente on-line.
 

10. Piccoli cinefili: "Gordon & Paddy e il mistero delle nocciole"

Domenica 6 dicembre "Gordon & Paddy e il mistero delle nocciole" online  alle ore 16:00.  DLinda Hambäck | Schermi e Lavagne – Sala virtuale (Svezia/2019). Il capo della polizia della foresta, il ranocchio Gordon, sta per andare in pensione e ha bisogno di trovare un nuovo assistente. Paddy, una topolina intelligente e con un grande olfatto sembra essere la candidata giusta. Insieme devono però risolvere un misterioso caso. Linda Hambäck adatta tre storie scritte da Ulf Nilsson e illustrate da Gitte Spee, rispettandone il ritmo disteso e i dialoghi genuini. La tonalità pastello, le linee morbide e la ricchezza dei dettagli ricordano Ernest & Celestine in "un racconto di apprendistato dolce e malinconico, che ha il ritmo della natura e il fascino degli albi illustrati" (Marianna Cappi). Animazione. Dai 4 anni in su. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Casalecchio: aperto il nuovo ristorante McDonald’s 

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento