La resilienza del settore culturale in tempo di emergenza di coronavirus

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BolognaToday

“La resilienza del settore culturale in tempo di emergenza di coronavirus”

Best practices, mondo digitale e prospettive future Sabato 18 aprile 2020 15.00-18.00 Webinar La cultura non si ferma e nemmeno il network di Culturit, anzi, proprio in questo momento di emergenza sanitaria, vuole ragionare sulla risposta del settore culturale con un webinar dal titolo “La resilienza del settore culturale in tempo di emergenza di coronavirus”. Una tavola rotonda tutta digitale con ospiti d'eccezione che vedrà la partecipazione di 200 giovani da tutta Italia tramite un webinar che si terrà sabato 18 aprile, dalle ore 15 alle ore 18. Il tema della resilienza del settore culturale in questo clima di emergenza e di chiusura forzata verrà declinato secondo vari aspetti. In primo luogo, tramite una mappatura delle best practices e delle tipologie di risposta date dalle realtà culturali, si analizzerà l’impatto del digitale sulle modalità e l'organizzazione del lavoro. Questa analisi sul presente fornirà poi lo spunto per ragionare sulle conseguenze e le prospettive future, sociali, economiche, e digitali e su come la cultura possa e debba cercare di sfruttare questa situazione con azioni a lungo termine. Alla tavola rotonda interverranno protagonisti ed esperti del settore culturale: Antonella Agnoli, consulente del settore bibliotecario ed ex-assessore alla cultura di Lecce, Lorenzo Balbi, direttore artistico del MAMbo - Museo d'Arte Moderna di Bologna, Emiliano Ponzi, illustratore e autore di fama internazionale, Michele Trimarchi, economista della cultura e professore universitario. Modera la tavola rotonda Roberta Paltrinieri, docente ordinario Unibo, dipartimento delle Arti. “Questa è la risposta di noi giovani di Culturit all’emergenza” afferma Erica Gasperotti, project manager del progetto e membro della locale di Culturit Bologna, “creare una possibilità di confronto, riflessione e apprendimento grazie alla presenza di personalità di rilievo che per prime hanno dovuto affrontare la sfida della chiusura dei luoghi culturali. Non vogliamo essere spettatori passivi ma attori dei cambiamenti che si prospettano per il futuro, protagonisti di un'Italia e di una cultura resiliente e innovativa.” Tutti coloro che sono interessati potranno partecipare al webinar insieme a tutto il network di Culturit, tramite un link (rilasciato sui canali social dell’associazione) con il quale accedere al webinar il giorno stesso dell'evento alle ore 15.00. Contatti ufficiostampa@culturit.org www.culturit.org FB: @culturit Instagram: @culturit I relatori Antonella Agnoli, consulente del settore bibliotecario, collabora a numerosi progetti per la costruzione e ristrutturazione di edifici e servizi di biblioteche di nuova concezione in tutta Italia, realizza anche attività di formazione e scrittura. Già assessore alla cultura del Comune di Lecce, ex membro del Consiglio Superiore dei Beni Culturali e Paesaggistici del Mibact, ex componente del Cda dell'Istituzione biblioteche del Comune di Bologna. Lorenzo Balbi, direttore artistico del MAMbo - Museo d'Arte Moderna di Bologna. Dal 2018, direttore artistico anche di ART CITY Bologna, membro del consiglio direttivo di AMACI – Associazione dei Musei d'Arte Contemporanea Italiani e del coordinamento del Forum dell'Arte Contemporanea Italiana. Emiliano Ponzi, autore e illustratore. Lavora per l'editoria, la pubblicità e la moda. Ha ricevuto la medaglia d'oro e d'argento dalla Society of Illustrators di NY, Il cubo d’oro all’ADC NY, attestati di merito da American Illustration, Print e How international design. Attualmente tiene una column sul Washington Post scrivendo e disegnando dell’Italia in tempi di quarantena. Michele Trimarchi, economista della cultura, professore presso diverse università italiane tra cui Bologna e Catanzaro, membro dell'editorial board di Creative Industries Journal, dell'International council, Creative Industries Federation, co-editor di European Journal of Creative Processes in Cities and Landscapes, associate editor del Journal of Public Finance and Public Choice. È fondatore e presidente di Tools for Culture, non profit attiva nel campo della progettazione dei mercati dell'arte e della cultura. Modera Roberta Paltrinieri, professoressa di Sociologia dei processi culturali e comunicativi e Sociologia dei consumi, presso l'Alma Mater Studiorum di Bologna, responsabile scientifico del progetto DAMSLab, componente del comitato etico di Impronta Etica e membro del Comitato di indirizzo per la valutazione della fattibilità di progetti di Open Innovation in Unibo. Chi siamo Il network dei giovani imprenditori per la cultura è una rete di eccellenza, laboratorio di formazione pratica e think tank. Nato nel 2015, il network di Culturit è presente nelle maggiori città universitarie italiane ed è composta da professori, professionisti e studenti mossi da un profondo amore per il patrimonio culturale del nostro Paese e dal desiderio di contribuire alla sua conservazione e valorizzazione tramite la realizzazione di progetti di qualità. Culturit nasce anche in risposta ad una sentita problematica del nostro Paese, ossia quella del difficile passaggio dalla scuola al lavoro. Culturit facilita questa transizione permettendo agli universitari di mettere in pratica le loro competenze su progetti reali durante il loro percorso di studi e presentarsi più preparati al mondo del lavoro.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento