Zola: nidi gratis per famiglie con Isee fino a 26mila euro

Il sindaco Davide Dall'Olmo: "Le politiche di sostegno per l’infanzia sono al centro delle azioni della nostra amministrazione"

Grazie a una delibera mirata, la giunta comunale di Zola Predosa ha approvato una misura straordinaria di riduzione delle rette dell’asilo nido grazie ai fondi regionali del progetto 'Al nido con la Regione', di quelli del MIUR e alle economie su entrambi questi fronti.

"A seguito di questa iniziativa - così come spoega una nota - per l’anno educativo in corso verranno garantite la completa gratuità del servizio alle famiglie zolesi con ISEE entro i 26.000 euro e il mantenimento della tariffa puntuale legata allo stesso indicatore ISEE, calcolata mensilmente in base ai giorni di effettiva frequenza, per i nuclei con redditi superiori a quella soglia.

A spiegare nel dettaglio il progetto è il sindaco Davide Dall'Olmo: "Stiamo parlando complessivamente di una manovra da oltre 200.000 euro derivanti dal Progetto Regionale Al nido con la Regione 2020-2021, dai residui dello stesso Progetto per lo scorso anno educativo, da una parte del Fondo MIUR 2020-2021 e dalle economie dei fondi ministeriali 2019-2020 non utilizzati per la chiusura anticipata dei nidi a causa della pandemia. Sommando queste risorse all’investimento che ogni anno il Comune mette in campo per abbattere il 70% della tariffa, riusciamo ad azzerare le rette per i nuclei meno abbienti. Le politiche di sostegno per l’infanzia sono al centro delle azioni della nostra amministrazione”, continua il Primo cittadino: “con questo nuovo provvedimento interveniamo ulteriormente su tutte le bambine e i bambini che frequentano i nostri nidi, pubblici e convenzionati, per essere accanto alle famiglie che maggiormente soffrono gli effetti della crisi sociale e sanitaria”.

"In questo anno così difficile abbiamo messo in campo una misura straordinaria per garantire a tutte le famiglie la possibilità di frequentare i nostri nidi, un servizio educativo che riteniamo importante e strategico per il benessere delle bambine e dei bambini - sottolinea l’assessora alla Scuola Giulia Degli Esposti - Grazie a fondi regionali e nazionali e alla politica di programmazione dei servizi educativi del nostro Comune, per quest’anno riusciamo a garantire la completa gratuità del servizio per i nuclei con ISEE inferiore a 26.000 euro. Abbiamo inoltre già stanziato i fondi necessari a coprire le assenze in casi di quarantena o malattia legate al Covid-19”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Castenaso:una quercia per ogni scuola

  • Formazione: nasce l'Associazione "Scuola Politecnica Its dell'Emilia-Romagna"

Torna su
BolognaToday è in caricamento