Bologna testa i veicoli in gara per la fornitura di bus elettrici: "Area urbana sempre più a emissioni zero"

Entro fine 2021 la linea 28 di Tper sarà full electric

Prosegue il percorso di investimenti verso una mobilità a “emissioni zero” in area urbana. A partire da oggi, per una settimana, a Bologna sarà possibile veder circolare alcuni nuovi bus elettrici in prova. Come previsto nella fase della procedura di gara, si tratta di veicoli che competono per la fornitura di nuovi mezzi elettrici a batteria che prevede fino ad un massimo di 20 autobus elettrici di 12 metri. Nella gara sono comprese anche le infrastrutture per la ricarica overnight in deposito dei veicoli e i relativi ricambi.

"La gara per nuovi autobus elettrici  - spiega Tper - è parte della strategia ambientale condivisa con le istituzioni del territorio e la Regione Emilia-Romagna; è declinata nel piano industriale di Tper da prima della pandemia e rientra nei progetti di azione previsti per le aree metropolitane approvati nelle scorse settimane. Tper ha deciso di procedere anticipatamente con le gare per consentire massima tempestività di attuazione degli investimenti: completamento del sistema filoviario con filobus full electric e acquisto di mezzi a batteria per rendere 100% “elettrico” il servizio di alcune linee di complemento, a cominciare dalla 28, collegamento urbano attivo tra il centro di Bologna e il quartiere fieristico."

I bus in prova nei prossimi giorni sono di tre diversi modelli proposti in gara da altrettante ditte costruttrici – VDL, Irizar e BYD - e saranno testati a vuoto, cioè senza passeggeri a bordo. La gara per l’acquisto di questi mezzi sarà aggiudicata entro l’autunno, con previsione di consegna ed entrata in funzione dei veicoli nel corso del 2021.

"Un maggior numero di bus a “emissioni zero” - sottolinea la società di trasporti - per la mobilità urbana del futuro garantisce effetti positivi legati a minori vibrazioni, silenziosità al passaggio dei mezzi e abbattimento delle emissioni inquinanti in atmosfera: tutti elementi di assoluto rilievo per il rispetto ambientale e la qualità urbana. Si tratta di veicoli in linea con quanto previsto dal PUMS della Città Metropolitana sull’elettrificazione sempre più avanzata dei sistemi di trasporto, dalle linee tranviarie in progetto, alle filovie e, appunto, ai bus elettrici a batteria.Con il prossimo inserimento di questi mezzi e con gli impegni del piano investimenti di Tper, verrà raggiunto e superato con netto anticipo l’obiettivo previsto per il 2025 per le flotte pubbliche dalle direttive comunitarie sulle quote di veicoli “green” e a basso consumo energetico."
 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Bologna usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm, le misure in arrivo e le regioni a rischio maggiore (Emilia Romagna tra queste)

  • Nuovo Dpcm: colori regioni e nuovi criteri, Emilia Romagna a rischio zona rossa?

  • Red Ronnie contro la serie su San Patrignano: "Solo aspetti negativi, ma molti sono ancora vivi grazie a Muccioli"

  • Schivata la zona rossa, l'Emilia Romagna resta arancione

  • Dpcm e zona arancione, fioccano multe per violazione del coprifuoco e uscita dai comuni di residenza

  • Bocciata alla maturità in Dad: Tar le dà ragione, esame da rifare

Torna su
BolognaToday è in caricamento