Martedì, 21 Settembre 2021
mobilità Sala Bolognese

Ciclovia del Sole, il Comune di Sala cerca operatori economici per servizi di bike sharing

Inoltre proprio in questi giorni si sono conclusi i lavori e la segnaletica sul collegamento provvisorio dalla stazione di Osteria Nuova (Sala Bolognese), dove termina la Ciclovia del Sole in sede propria sull’ex ferrovia Bologna-Verona, al capoluogo

" Proprio oggi - fa sapere l'amministrazione metropolitana - alla luce del successo che sta riscuotendo la Ciclovia, il Comune di Sala Bolognese ha indetto una manifestazione di interesse per individuare operatori economici interessati a svolgere servizi di mobilità in sharing con biciclette elettriche (tipo “e-bike”) e biciclette classiche."

Il soggetto aggiudicatario dovrà occuparsi anche della progettazione e installazione delle infrastrutture necessarie al ricovero e parcheggio delle biciclette, nonché della loro manutenzione ordinaria e straordinaria.

I soggetti interessati dovranno far pervenire all’Area Tecnica del Comune di Sala Bolognese, entro le ore 12 di giovedì 1 luglio 2021 la propria manifestazione di interesse a mezzo PEC all'indirizzo: comune.salabolognese@cert.provincia.bo.it.

L'avviso, il fac - simile della domanda e tutti i contatti per informazioni e chiarimenti sono consultabili sul sito istituzionale del Comune.

Inoltre proprio in questi giorni si sono conclusi i lavori e la segnaletica sul collegamento provvisorio dalla stazione di Osteria Nuova (Sala Bolognese), dove termina la Ciclovia del Sole in sede propria sull’ex ferrovia Bologna-Verona, al capoluogo. Da oggi infatti la segnaletica della Ciclabile europea conduce fino alla Tangenziale delle biciclette di Bologna.

"Un itinerario alternativo e temporaneo che - spiegano dalla città metropolitana - attraverso strade secondarie e a basso traffico segnalate, offre ai cicloturisti un'alternativa diretta per raggiungere il capoluogo senza dover ricorrere necessariamente all'intermodalità. 

Lungo questo tracciato provvisorio sono stati realizzati interventi che riguardano essenzialmente l'utilizzo di segnaletica verticale di direzione e l'applicazione di segnaletica orizzontale per la moderazione della velocità, la riconoscibilità dell'itinerario cicloturistico e la tutela dei ciclisti."

L'itinerario temporaneo, lungo circa 18 km, parte dalla stazione di Osteria Nuova (Sala Bolognese), attraversa il paese lungo il suo asse viario principale, Via Gramsci, e raggiunge la SP568 - Via Persicetana - attraverso la Via Ferrovia. I ciclisti vengono indirizzati da cartelli e pittogrammi, pedalando su corsie ciclabili di nuova concezione: inserite direttamente in carreggiata con linea tratteggiata e transitabili dalle automobili.

Per collegare Via Ferrovia a Via Sacernia è invece stato realizzato un percorso ciclabile sterrato dedicato, che occupa una fascia di circa 3 m a sud-ovest della Persicetana nelle attuali aree agricole, in accordo con i proprietari delle aziende attraversate.

Il percorso prosegue poi verso la località di Sacerno percorrendo Via Sacernia, una strada scarsamente trafficata, dove la sicurezza della promiscuità ciclo-veicolare è garantita dall'abbassamento del limite di velocità, dall'aggiunta di pittogrammi a terra con il logo della Ciclovia e dall'inserimento di bande rumorose.

I medesimi interventi di segnalamento e moderazione della velocità a tutela dell'utenza lenta sono ripetuti lungo Via di Mezzo Ponente e Via Bacciliera, fino a raggiungere la stazione FS di Lavino di Mezzo, oltre la quale si sottopassa via Umbro Lorenzini (cosiddetta tangenziale di Lavino e Anzola) proseguendo lungo le vie Libertà e Dante, fino a raggiungere la Via Emilia Ponente, dove si raccorda con le ciclabili emergenziali recentemente realizzate dal Comune di Bologna fino alla località La Pioppa. L’itinerario che porta a Bologna è anch’esso caratterizzato da interventi di segnaletica verticale e si attesta principalmente su connessioni ciclabili esistenti. Dalla località La Pioppa attraversa il quartiere di Borgo Panigale lungo gli assi di via Martin Luther King, Pasteur, Nani e Sciesa, per poi scendere a sud della via Emilia, in direzione est, attraverso gli assi di via del Faggiolo e Togliatti. I cicloturisti attraversano poi il quartiere Saragozza e raggiungono il centro del capoluogo attraverso gli assi di via Valdossola e via Sabotino.

La connessione ciclabile definitiva tra Osteria Nuova e Bologna, già progettata, finanziata e che verrà realizzata nei prossimi anni, prevede la realizzazione del sovrappasso della linea ferroviaria Bologna-Verona, l’attraversamento di Calderara, un percorso a nord dell’Aeroporto nella fascia boscata e quindi l’arrivo a Bologna lungo la sponda ovest del fiume Reno. 

Il Comune di Sala Bolognese indice una manifestazione di interesse per soggetti che svolgano servizi di mobilità in sharing (con e-bike e non).

Ecco la Ciclovia del Sole sull'ex linea Bologna-Verona: "Immersa nella natura e nel silenzio" | VIDEO

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ciclovia del Sole, il Comune di Sala cerca operatori economici per servizi di bike sharing

BolognaToday è in caricamento