mobilità

Città metropolitana: 39 milioni per 92 bus "green", ibridi, elettrici e a idrogeno

Al via il rinnovo del parco di trasporto pubblico per il capoluogo e l’extraurbano. Scelta ecologica per Bologna

Foto Regione

92 i nuovi mezzi ad alimentazione alternativa o a emissione zero. Li acquisterà la Città metropolitana acquisterà che si appresta a rinnovare il parco autobus destinato ai servizi di trasporto pubblico di ambito metropolitano (urbano e extraurbano) con un contributo statale di 39.426.511 euro (dilazionati in 3 quinquenni fino al 2033).

Il Piano Strategico Nazionale della Mobilità Sostenibile (PSNMS) ha assegnato per la prima volta rilevanti risorse finanziarie anche alle Città metropolitane (oltre che ai Comuni con più di 100.000 abitanti), per il rinnovo del parco autobus adibito al trasporto pubblico locale con mezzi meno inquinanti (elettrici, a metano o a idrogeno) e più moderni, ricorrendo a tecnologie innovative per l’arco temporale 2019-2033. Gli oltre 39milioni destinati alla Città metropolitana di Bologna sono così ripartiti: 5.295.779 euro per il quinquennio 2019-23 e 34.130.732 euro complessivi per i quinquenni 2024-28 e 2029-33.

"Anche il rinnovo del parco mezzi – commenta il Consigliere metropolitano delegato alla Mobilità sostenibile Marco Monesi - si colloca tra le azioni per cogliere gli obiettivi generali del PUMS, dotando quella che sarà la nuova rete portante del Trasporto Pubblico Metropolitano (TPM) di veicoli sempre più sostenibili. In questa proposta di rinnovo del parco mezzi, si legge chiaramente il disegno di costruire il TPM: una rete portante connessa e integrata, che supera il concetto di reti urbana, suburbana ed extraurbana".

Trasporto ferroviario delle merci: l'Emilia-Romagna fa un passo verso la transizione ecologica 

"Il rinnovo in senso ambientalmente sostenibile del parco mezzi destinato al TPL è coerente con il PUMS (Piano Urbano della Mobilità Sostenibile) approvato dalla Città metropolitana, a cui si affianca il nuovo PGTU (Piano Generale del Traffico Urbano) del Comune di Bologna. Questi strumenti prevedono a regime (scenario PUMS 2030) l'acquisto e l’esercizio del TPL con bus a zero emissioni per il servizio urbano, e di bus solo a metano compresso e liquido e/o ibridi a metano e a zero emissioni per il servizio sub-extraurbano2, fa sapere la Città metropolitana, un piano di investimenti 2019-2033 che attiverà complessivamente circa 47.462.114 euro, rispetto al contributo statale di 39.426.511 euro, con un cofinanziamento da parte del gestore del servizio di TPL di 8.035.603 euro.

92 nuovi mezzi ad alimentazione alternativa o a emissione zero

- 49 bus CNG 18 metri Hybrid per il servizio extraurbano (5 nel 1° quinquennio, 26 nel 2° e 18 nel 3°);

- 3 mezzi elettrici 8/9 metri per il servizio urbano (1° quinquennio);

- 10 minibus a metano M3 per il servizio extraurbano (5 nel 1° quinquennio e 5 nel 2°);

- 4 minibus a metano M2 per il servizio extraurbano (1° quinquennio);

- 1 bus LNG 12 metri per il servizio extraurbano (2° quinquennio);

- 25 bus a idrogeno per il servizio urbano e relativa infrastruttura (12 nel 2° quinquennio e 13 nel 3° quinquennio).

Foto Regione

Le Sardine lanciano "Rinascimento green", 15 proposte dal basso per cambiare le politiche ambientali 

Comuni Ricicloni 2021. 26 sono rifiuti free dell’Emilia-Romagna, +10 rispetto allo scorso anno 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Città metropolitana: 39 milioni per 92 bus "green", ibridi, elettrici e a idrogeno

BolognaToday è in caricamento