Stop dopo alluvione Idice: tornano a circolare i treni sulla linea Bologna-Portomaggiore

Da domenica a pieno regime. L'assessore Donini: "Tempi record per la riapertura, grande lavoro di squadra per raggiungere questo obiettivo"

Riprenderà da domenica prossima 16 febbraio la normale circolazione dei treni sulla linea ferroviaria regionale Bologna-Portomaggiore, dopo la forzata interruzione del servizio nel novembre scorso per le conseguenze dell’esondazione del torrente Idice, che aveva provocato la distruzione della massicciata sulla quale sono collocati i binari in alcuni punti del tratto tra Mezzolara e Budrio e la parziale riapertura  della circolazione a partire dal 7 gennaio scorso, limitata per ragioni di sicurezza a sole sei coppie di treni, tra andata e ritorno. 

Si torna dunque alla normalità, dopo il forzato stop alla linea per i lavori di ripristino, a cui ha fatto seguito la parziale riattivazione del servizio, con la linea ferroviaria di nuovo completamente agibile dal 7 gennaio scorso, con un rallentamento a 50 chilometri orari per un breve tratto di poco più di un chilometro.

"Per evitare il più possibile i disagi ai viaggiatori - ricorda l'amministrazione -nel periodo di interruzione della circolazione ferroviaria tra Mezzolara e Budrio era stato predisposto un servizio sostitutivo di autobus in entrambi i sensi di circolazione, che proseguirà fino a sabato 15 febbraio".  

“È una grande soddisfazione la riapertura a pieno regime della linea Budrio-Portomaggiore a nemmeno due mesi e mezzo da un’alluvione così disastrosa- afferma l’assessore regionale ai Trasporti, Raffaele Donini- e ancora più sono soddisfatto per la grande rapidità con cui è stata affrontata questa emergenza che già in pochissime settimane aveva portato al recupero parziale dell’infrastruttura. Per questo ringrazio Fer, le aziende, i tecnici e le persone che hanno lavorato senza sosta per restituire mobilità a un territorio già provato dalle terribili conseguenze dell’esondazione dell’Idice. Un ottimo lavoro di squadra unito a un profondo senso di responsabilità”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I lavori di ricostruzione della massicciata sono stati eseguiti da Fer (Ferrovie Emilia-Romagna) con un intervento di somma urgenza e completati nel giro di qualche settimana grazie ad una somma di circa 5 milioni di euro prelevata dal bilancio della Regione per gli investimenti per la manutenzione straordinaria, di cui 1,5 milioni per il ripristino della massicciata e della linea elettrica e i restanti 3,5 milioni per il completo risanamento della linea ferroviaria.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Bologna usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come asciugare i vestiti quando fa freddo evitando quello strano odore di umido

  • Bollettino Covid, +1.413 casi in regione e 15 morti. Salgono i ricoveri

  • Coronavirus, il piano della Regione Emilia-Romagna: "Intanto isolare famiglie con positivi"

  • Bollettino Covid, boom contagi: +1.180 casi in regione, +348 a Bologna. Altri 10 morti

  • Crollo in via del Borgo: morto al Maggiore lo studente travolto dalle macerie

  • Crollo via del Borgo, Francesco muore a 22 anni. Il Comune: "Un dolore per tutta la città"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento