Pianoro, scuola: lotta allo spreco alimentare, distribuiti 1000 contenitori termici

L'assessore Calzà: "Un progetto importante. E' solo la prima di numerose iniziative che abbiamo in programma per affrontare questo tema"

La 'Doggy Bag' in distribuzione agli alunni delle scuole di Pianoro

"E' necessario tutelare il territorio e contrastare gli sprechi alimentari". Una posizione chiara quella dell'amministrazione comunale di Pianoro, che per portare a termine l'intenzione ha avviato un nuovo progetto nelle scuole: la distribuzione di contenitori dove poter conservare pane, frutta o merenda confezionata, che i bambini non mangiano a mensa, permettendogli di portare tutto a casa in modo sicuro e igienico.

"Il progetto si chiama 'Io non spreco!' - spiega a Bologna Today l'assessore alla Scuola Flavia Calzà - e siamo molto contenti di aver lanciato questa inziaitiva, in piena linea con la nostra idea di mettere in campo tutte le azioni possibili per rispettare e tutelare l'ambiente, partendo dalla scuola. Un modo per insegnare subito ai piccoli quanto sia importante non sprecare, e in collaborazione con Camst abbiamo avviato la distribizione di circa 1000 doggy bag tra le scuole dell'infanzia e primarie. Questa è solo una delle numerose iniziative che abbiamo in programma su questi importanti temi".

La doggy bag è un contenitore termico richiudibile, che permette la corretta conservazione degli alimenti, da poter portare tranquillamente in uno zaino vista anche la sue leggerezza. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Harry e Megan a Bologna dopo l’addio alla Regina: l’ironia sui social

  • Meteo, previsioni per il fine settimana: tornano pioggia e neve

  • Cade dalle scale mentre scende dalla Torre Asinelli: soccorsi sul posto

  • Incidente a San Lazzaro: 20enne investito sulle strisce

  • Sardine, il 19 gennaio 6 ore di musica e riflessioni: ecco chi salirà sul palco di Piazza VIII agosto

  • Vuole offrire da bere agli 'amici': invece di ringraziarlo lo aggrediscono e lo rapinano

Torna su
BolognaToday è in caricamento