'Mettiamo radici per il futuro': a Ozzano la piantumazione di alberi per i bambini appena nati

La piantumazione quest'anno sarà realizzata solo da alcuni volontari, in collaborazione con Legambiente nell'ambito del progetto regionale

Foto archivio

Tutti gli anni in questo periodo il Comune organizzava  "L'Albero di San Martino- un albero per ogni neonato", dove in un'area verde venivano piantati tanti alberi quanti erano i bambini ozzanesi nati nel periodo dal 1 novembre al 31 ottobre di ogni anno , insieme a volontari e alcune classi di alunni. 

"Quest'anno - spiega  la vicesindaco  Mariangela Corrado, come ufficio ambiente abbiamo deciso di aderire al progetto regionale "Mettiamo radici per il futuro" che prevede, nei prossimi 5 anni, la piantumazione di 4,5 milioni di alberi, tanti quanti sono gli abitanti della nostra Regione, e di iniziare la piantumazione sul nostro territorio proprio con gli alberelli che sarebbero stati messi a dimora in questi giorni e dedicati ai bambini nati fra il 1' novembre 2019 e il 31 ottobre 2020".

In collaborazione con Legambiente, partner della Regione Emilia-Romagna in questo progetto che si prefigge l’obiettivo, oltre che di  estendere la superficie boschiva della nostra Regione, di valorizzare il paesaggio e contribuire concretamente alla lotta ai cambiamenti climatici e al miglioramento della qualità dell’aria, l'amministrazione comunale ha individuato  nel 21 novembre, cioè nella giornata nazionale degli alberi, il momento per mettere a dimora le nuove piante. Un gruppo di volontari ozzanesi aderenti alle associazioni Silva Nova, Idee in campo e gruppo alpini, pianterà in totale 96 alberi nell'area verde di Via Tolara di Sotto di fronte al civico 31.  Altre 25 piante invece, verranno messe a dimora nell'area verde posta sul retro della biblioteca e una decina nell'area verde che costeggia il cimitero del capoluogo. 

"Purtroppo quest'anno - sottolinea il sindaco Luca Lelli - nel rispetto delle misure di contenimento per la diffusione della pandemia non sarà possibile per le famiglie e alunni presenziare alla piantumazione degli alberi , che verrà eseguita solo dai volontari, mentre i diplomi verranno recapitati a casa via posta. A Ozzano quest'anno sono nati 96 bambini e sono dispiaciuto di non poter consegnare personalmente le pergamene, ma dobbiamo tutti attenerci scrupolosamente alle restrizioni governative previste per la lotta al Coronavirus, con la speranza di uscirne quanto prima e poter riprendere le nostre vecchie e care abitudini". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Emilia-Romagna verso la zona gialla, Donini: "Aspettiamo una settimana"

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Nuova ordinanza regionale: confermate le misure, altre attività aperte nei prefestivi

  • Covid Bologna ed Emilia-Romagna, il bollettino: l'epidemia rallenta, ma ci sono 50 morti

  • Mangia la pizza e finisce in ospedale con un filo metallico nell'esofago: due denunce

Torna su
BolognaToday è in caricamento