San Lazzaro, rifiuti: al via alla raccolta ecomobile

Avviata anche una campagna contro gli abbandoni nel territorio

A San Lazzaro è partito il nuovo servizio di raccolta dei rifiuti e una campagna contro gli abbandoni. Nelle isole ecologiche del territorio inizierà una campagna di sensibilizzazione contro l’abbandono dei rifiuti attraverso l’affissione di cartelli esplicativi. Le telecamere installate nei due anni precedenti da AlmaSicurezza hanno infatti portato alla luce una preoccupante tendenza di inciviltà: le immagini registrate e analizzate dalle forze dell’ordine dimostrano che la maggior parte degli abbandoni sono opera di cittadini sanlazzaresi, che vivono nei pressi delle isole ecologiche. L’intento dell’Amministrazione è quello di sensibilizzare le persone sul bisogno di differenziare correttamente i rifiuti e non abbandonarli fuori dai cassonetti, stringendo un vero e proprio patto di collaborazione con la cittadinanza per il bene dell’ambiente e di tutti.

L’impegno dell’Amministrazione - spiega una nota - prosegue anche sul piano del decoro urbano attraverso l’efficientamento degli interventi di pulizia attorno alle isole ecologiche con l’introduzione dello spazzamento manuale, che limita il sollevamento di polveri e allergeni e riduce l’inquinamento acustico, nelle aree residenziali del centro e della Ponticella. A questo si affianca anche una maggiore frequenza nello svuotamento dei cestini in strada, a cui vanno ad aggiungersi 13 nuove postazioni per la raccolta differenziata, in particolare nei parchi urbani.

Ecomobile

Va in questa direzione anche l’attivazione, dal 5 novembre, di un servizio ecomobile per la raccolta dei rifiuti, che sarà a disposizione dei cittadini tutti i giovedì dalle 15.30 alle 19.30 davanti al PalaSavena e due sabati al mese dalle 9.00 alle 13.00, uno al PalaSavena e uno alla Ponticella (parcheggio davanti alle scuole Don Milani).

I cittadini potranno ritirare in loco i sacchi per la raccolta differenziata e conferire rifiuti di provenienza domestica (ad esempio batterie e pile, oli minerali, toner e cartucce, l’elenco completo è disponibile sul sito del Comune), ingombranti e RAEE – rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche di piccole dimensioni – mentre per i rifiuti ingombranti di grandi dimensioni resta attivo il servizio di ritiro gratuito di Hera al numero verde 800 999 500, attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle ore 22 e il sabato dalle ore 8 alle ore 18 (la chiamata è gratuita da fisso e cellulare).

“Questo servizio vuole sopperire alle esigenze dei cittadini – spiega l’Assessora all’Ambiente Beatrice Grasselli – in attesa della nuova stazione ecologica, per la quale abbiamo già individuato l’area idonea, nella zona retrostante a Casa Bastelli, sulla via Emilia, e abbiamo già presentato il progetto preliminare in Regione. L’obiettivo è quello di creare, oltre a un’area di raccolta rifiuti, un centro del riuso che limiti gli sprechi e faccia da collettore per tutto ciò che riguarda la trasformazione dei rifiuti in risorsa”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm, le misure in arrivo e le regioni a rischio maggiore (Emilia Romagna tra queste)

  • Nuovo Dpcm: colori regioni e nuovi criteri, Emilia Romagna a rischio zona rossa?

  • Red Ronnie contro la serie su San Patrignano: "Solo aspetti negativi, ma molti sono ancora vivi grazie a Muccioli"

  • Schivata la zona rossa, l'Emilia Romagna resta arancione

  • Nuovo Dpcm, seconde case e nuove regole: tutte le risposte

  • Dpcm e zona arancione, fioccano multe per violazione del coprifuoco e uscita dai comuni di residenza

Torna su
BolognaToday è in caricamento