Elly Schlein: "Svolta ecologica: azzeramento dei rifiuti e zero consumo di suolo"

La vicepresidente della Regione a un dibattito organizzato da Legambiente: "Li sento già quelli che dicono che non è il momento per la transizione ecologica, perchè c'è da rimettere in moto l'economia, sarebbe un errore madornale"

"Non riusciremo a cambiare tutto quello che non ci piace, specie ciò che deriva da una pesante eredità". A dirlo, Elly Schlein, vicepresidente della Regione Emilia-Romagna, in quota a Emilia-Romagna Coraggiosa, che dil 17 giugno ha partecipato a un dibattito online organizzato da Legambiente sulla decarbonizzazione dell'economia regionale.

Schelin annuncia comunque che la Regione si avvia a "dare una svolta agli investimenti di qui in avanti per superare le contraddizioni del passato" e cita anche il piano dei trasporti che aveva trovato parecchie resistenze a sinistra e nel mondo ambientalista, tanto che il Prit - Piano regionale integrato trasporti - fu congelato in attesa del voto del 26 gennaio che ha visto la rielezione di Stefano Bonaccini,

"Non è un mistero che su molti temi non abbiamo sensibilità coincidenti in questa maggioranza, ci saranno discussioni serie da fare", avverte Schlein. In particolare "ci sarà da discutere del Prit, come hanno fatto i nostri consiglieri nella precedente legislatura".

Emilia-Romagna Coraggiosa si batterà quindi perchè la svolta ecologica promessa alle elezioni venga realizzata anche nei trasporti. "Avremo tanto da ricostruire dopo questa crisi drammatica del coronavirus, ma senza tornare a una normalità che era una parte del problema", afferma "li sento già quelli che dicono che non è il momento per la transizione ecologica, è perchè c'è da rimettere in moto l'economia, ma questo sarebbe un errore madornale".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto, un obiettivo, dopo l'estate, sarà quello verso "l'azzeramento dei rifiuti, soprattutto di quelli che vanno in discarica o al termovalorizzatore", dice Schlein, fino alla chiusura di qualche inceneritore. C'e' poi la salvaguardia del suolo. "La vera grande opera da fare - sottolinea - è la messa in sicurezza del nel territorio dal dissesto". Quanto alla legge urbanistica è "già prevista una verifica perchè quella legge risponda davvero al nome, cioè consumo zero di suolo", conclude la vicepresidente della Regione. (dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come asciugare i vestiti quando fa freddo evitando quello strano odore di umido

  • Bollettino Covid, +1.413 casi in regione e 15 morti. Salgono i ricoveri

  • Coronavirus, il piano della Regione Emilia-Romagna: "Intanto isolare famiglie con positivi"

  • Bollettino Covid, boom contagi: +1.180 casi in regione, +348 a Bologna. Altri 10 morti

  • Crollo in via del Borgo: morto al Maggiore lo studente travolto dalle macerie

  • Crollo via del Borgo, Francesco muore a 22 anni. Il Comune: "Un dolore per tutta la città"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento