rotate-mobile
Green

Raccolta rifiuti elettrici, Emilia-Romagna seconda in Italia: Bologna sul podio

Bologna svetta al primo posto con 12.815 tonnellate

Medaglia d'argento per l'Emilia Romagna nella gestione dei rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche -  RAEE, ma scende al terzo posto per raccolta media pro capite (7,58 kg/ab).

Nel 2018, con 33.730 tonnellate di RAEE avviati a corretto smaltimento l’Emilia Romagna si conferma al secondo posto in Italia per quantitativi assoluti di raccolta. Il dato è in crescita del 4,5% rispetto al 2017 ma per la prima volta il ritmo di crescita è più contenuto e non più a doppia cifra. Migliora anche la raccolta media pro capite che passa da 7,25 a 7,58 kg per abitante, scendendo così dal secondo al terzo posto nella classifica nazionale.

Bologna svetta al primo posto con 12.815 tonnellate di RAEE raccolti, un risultato positivo e sempre in crescita ma con ritmi molto più contenuti rispetto al 2017. 

Secondo posto per Modena con 4.123 tonnellate, seguita da Reggio Emilia che con 3.620 tonnellate di rifiuti elettrici ed elettronici raccolti registra l’incremento più consistente (+16,2%) a livello regionale. Crescita a doppia cifra anche per la provincia di Ravenna che insieme a quelle di Parma e di Forlì-Cesena superano le 2.000 tonnellate di raccolta. In forte contrazione invece (-18,7%) la raccolta nella provincia di Piacenza che scende sotto le 1.800 tonnellate.

Anche nella raccolta pro capite svetta Bologna con 12,67 kg/ab, seguita da Forlì-Cesena con 6,82 kg/ab e da Reggio Emilia (6,80 kg/ab). Piacenza è la provincia con il maggior numero di centri di conferimento ogni 100.000 abitanti: 17 (nel 2017 erano 16), seguita da Reggio Emilia con 12 e Parma con undici. 

Se porti i rifiuti elettronici alla stazione ecologica, vinci 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raccolta rifiuti elettrici, Emilia-Romagna seconda in Italia: Bologna sul podio

BolognaToday è in caricamento