rotate-mobile
Guida Navile / Via del Battiferro, 2

Battiferro, la porta della Bologna fluviale

Ultimata nel '400 a opera del Vignola, consentiva alle imbarcazioni cariche di merci provenienti dal mare di giungere in città. Nel tempo però anche altre attività vi hanno trovato dimora

Il Battiferro è un pezzo di archeologia industriale di Bologna. Costruito nel 1439 è sito lungo il tratto urbano del canale Navile. Si tratta di un edificio fluviale, un posto di manovra che consentiva alle barche commerciali provenienti dal mare di superare i forti dislivelli presenti sul Navile e giungere fino in città. Ma l’ingegno locale si spendeva molto per sfruttare ogni singolo punto di forza del territorio, e in presenza di una fonte di energia come il canale furono diverse le attività che sorsero – e sorgono –  vicino alla chiusa del battiferro.

1. La centrale.

Accanto al sistema di chiuse, dal 1900 era in funzione una centrale idroelettrica che sfruttava il salto di 3 metri della chiusa. Le turbine azionavano 3 alternatori Ganz da 400 kw ciascuno. La centrale del battiferro fu la seconda grande “fabbrica” di energia di Bologna, ma con la costruzione dei laghi artificiali appenninici durante la prima metà del xx secolo, la piccola centrale perse pian piano importanza fino alla sua definitiva chiusura nel 1961.

(clicca su continua --->)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Battiferro, la porta della Bologna fluviale

BolognaToday è in caricamento