Bologna, vivila cheap: 10 cose da fare gratis

Chi lo dice che la cultura è solo a pagamento? Sono tante (almeno queste dieci!) le cose da vivere e da vedere in città senza pagare un euro...una guida per vivere una Bologna "cheap"

Godere delle bellezze di una città meravigliosa come Bologna senza spendere un euro? Chi lo ha detto che la cultura debba avere necessariamente un prezzo? E abbiamo quindi stilato un bel decalogo con tutte le cose che è possibile fare sotto le Due Torri senza mettere mano al portafogli! 

1. MUSEI GRATIS OGNI PRIMA DOMENICA DEL MESE

Cominciamo con un appuntamento mensile, un progetto che si chiama Domenica al Museo e che da la possibilità di visitare alcuni musei cittadini senza ticket di ingresso. I musei di Bologna che aderiscono all'iniziativa sono: 

Casa Morandi
via Fondazza, 36 - Bologna   ... scopri come arrivare

MAMbo - Museo d'Arte Moderna di Bologna
Via Don Minzoni, 14

Musei civici d'arte antica - Museo civico medievale di Bologna
Via Manzoni, 4

Musei civici d'arte antica - Museo d'arte industriale "Davia Bargellini"
Strada Maggiore, 44

Musei civici d'arte antica - Collezioni comunali d'arte di Bologna
Piazza Maggiore, 6

Museo Morandi
Piazza Maggiore, 6

Museo civico archeologico di Bologna
Via dell'Archiginnasio, 2

Museo civico del Risorgimento
Piazza G. Carducci, 5

Museo del patrimonio industriale
Via della Beverara, 123

Museo del tessuto e della tappezzeria "Vittorio Zironi"
Via Casaglia, 3

Museo internazionale e biblioteca della musica
Strada Maggiore, 34

Museo per la memoria di Ustica
Via Saliceto 

Palazzo Pepoli Campogrande
via Castiglione, 7 

Pinacoteca nazionale di Bologna
via delle Belle Arti, 56

Museo nazionale etrusco "Pompeo Aria"
via Porrettana Sud, 13 - Marzabotto   

pinacoteca bologna-2

2. VISITARE IL CORTILE DELL'ARCHIGINNASIO

I vostri occhi e il vostro spirito vi ringrazieranno: uno sguardo al cortile dell'Archiginnasio è una bellissima esperienza. Il cortile a doppio loggiato, vero fulcro dell'edificio, risente dell'influenza dell'architettura dei collegi universitari, di cui a Bologna quello di Spagna rappresenta il prototipo, e ricorda i cortili dei palazzi nobiliari cittadini dove si svolgevano sontuose cerimonie anche di carattere pubblico. Il cortile fu teatro di numerosi avvenimenti legati alla storia dello Studio: la cerimonia più pittoresca era la preparazione della Teriaca, farmaco ottenuto dalla combinazione di ben cinquanta elementi che fungeva da panacea contro tutti mali e in particolare contro il morso degli animali selvatici e velenosi.
Come tutte le sale e le pareti dell'edificio, il cortile è adorno di stemmi e memorie scolpite o dipinte. Sulla volta d'ingresso, in una posizione di grande rilievo, campeggia l'affresco in onore del cardinale Benedetto Giustiniani, dedicatogli da Diego de Leon Garavito, uno studente spagnolo nativo di Lima in Perù, primo studente "americano" all'Università di Bologna.
La "memoria" dedicata ai fratelli Fornasari (eseguita intorno al 1678 - 1679) offre un esempio della grande varietà di materiali con cui questi monumenti venivano realizzati: vi si impiegarono, oltre alla decorazione pittorica, gesso, metallo, arenaria.

Archiginnasio

3. VISITARE IL MUSEO DELLE CERE ANATOMICHE

La Collezione delle Cere Anatomiche "Luigi Cattaneo" è ospitata in uno spazio libero e aperto che, oltre a conservare, esporre e curare quanto ereditato dal passato, vuole produrre nuovo sapere scientifico. La collezione di anatomia umana normale e patologica illustra il percorso intrapreso dagli studiosi di scienze mediche nel XVIII e XIX secolo quando, ormai acquisite le conoscenze sulla vera natura del corpo umano, si orientarono sull’indagine delle sue patologie. Le preparazioni in cera, ossa naturali ed essiccati costituiscono un importante nucleo di materiale a scopo didattico che completa, nel susseguirsi delle scoperte scientifiche, la collezione settecentesca di anatomia umana normale presente nei Musei di Palazzo Poggi, rappresentando così un continuum nello studio medico, che eccelle nella città di Bologna fra Sette e Ottocento.

Anatomico-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mezza Italia (Emilia Romagna compresa) verso il 'giallo'. Bonaccini: "Per Natale soluzioni che evitino il tana libera tutti"

  • Il Covid fa la sua prima vittima fra i sanitari del S.Orsola: morto a 59 anni l'infermiere Sergio Bonazzi

  • Siglata nuova ordinanza. Riaperture negozi, corsi e lezioni di ginnastica a scuola: ecco cosa cambia

  • Giornata del Parkinson, le neurologhe: "Per combattere la malattia, tre tipi di terapie avanzate"

  • Dati Covid confortanti: l'Emilia-Romagna verso la zona gialla (ma non subito)

  • Mangia la pizza e finisce in ospedale con un filo metallico nell'esofago: due denunce

Torna su
BolognaToday è in caricamento