Notte di San Lorenzo: dove vedere le stelle cadenti a Bologna

Il cielo si illuminerà di scie luminose. Nell'antichità era segno di cattivo presagio...poi le cose sono cambiate!

Foto archivio

In riva al mare, su una collina o in un parco verde: ogni luogo non 'inquinato' dalla luce è adatto ad ammirare le stelle cadenti, che in realtà non sono delle stelle, ma meteoroidi: piccoli frammenti di roccia che viaggiano nello spazio interplanetario. Surriscaldandosi ed entrando nell’atmosfera terrestre, questi emettono vapori  che danno vita alle scie luminose che fanno sognare tutti.

Se nell'antichità erano viste come segni di 'cattivi presagi', perché tutti credevano che fossero  le lacrime delle divinità, è solo con l’avvento del Cristianesimo  che hanno cambiato 'significato. Non a caso,  durante la notte di San Lorenzo, in ricordo del suo martirio, è nata l’usanza di poter esprimere un “desiderio”, cioè di chiedere la “grazia”.

La notte di San Lorenzo è il 10 agosto: il momento in cui i cieli sono attraversati dalle 'stelle cadenti'. Un fenomeno che durerà alcuni giorni, anche se lo spettacolo più grande è atteso la notte del 13 agosto. 

Dove osservare le stelle cadenti a Bologna

Ovviamente basta cercare un luogo poco luminoso, quindi un po' distante dalla città . I nostri consigli: 

Parco dei Gessi e Calanchi dell'Abadessa: è un parco che si sviluppa sulle prime pendici della collina bolognese, tra i comuni di  Bologna, San Lazzaro di Savena, Ozzano dell'Emilia e Pianoro, ad altitudini comprese fra 70 e 400 m s.l.m. Ogni angolo è adatto per fermarsi ad osservare il cielo, in una notte d'estate.

Parco Cavaioni: è uno dei parchi più estesi della collina bolognese. Comprende vaste zone a bosco, prati e coltivi e nel ‘700 era un grande podere agricolo e ancora oggi mantiene molte delle sue caratteristiche strutturali di paesaggio agrario

Villa Chighi: è un parco con una superficie di quasi 28 ettari e si estende sui primi rilievi collinari immediatamente fuori Porta San Mamolo, situato a ridosso dell'abitato urbano. Parte del parco è adibita a terreni agricoli e, recentemente, al pascolo

Lido di Casalecchio: fronte al Parco della Chiusa c'è il Lido di Casalecchio, raggiungibile dal centro della cittadina con una passeggiata ciclabile panoramica sulla Chiusa e sul fiume

Villa Spada : una distesa di verde che si estende per circa 6 ettari all’estremità della stretta dorsale tra il rio Meloncello e il Ravone, a ridosso della città dove ammirare non solo l'eclissi di luna, ma anche uno splendido panorama sulla città

Colle di Barbiano: si tratta di una vasta area panoramica vicinissima al centro di Bologna, vicino al bivio di San Vittore che conduce al Monte S.Vittore. Punto del Sentiero Cai 902.

 

Potrebbe interessarti

  • Forno a microonde: fa veramente male alla salute?

  • L'olio di arachidi fa male? Ecco la verità

  • Come smettere di fumare: trucchi e consigli

  • Segreti e benefici del Tai Chi Chuan

I più letti della settimana

  • Incidente in A1, un morto: traffico bloccato la domenica del rientro

  • Incidente in A14 tra Forlì e Cesena, muore ragazzo di San Lazzaro di Savena

  • West Nile, zanzare positive a San Giovanni in Persiceto

  • Concorso Mibac, bando per 1052 vigilanti: requisiti e materie d'esame

  • Incidente mortale sulla A14: chi era la giovane vittima

  • Nadia Toffa è morta: aveva scelto Bologna per la sua prima uscita pubblica

Torna su
BolognaToday è in caricamento