Crisi, tanti gli imprenditori disperati: nasce centro di ascolto Confartigianato Bologna

Numerose le richieste d'aiuto giunte in pochi giorni da parte di imprenditori in difficoltà: approntato servizio di assistenza gratuita, con avvocati, commercialisti e psicoterapeuti al servizio di chi ne ha bisogno

La crisi colpisce duro soprattutto una fascia di piccoli - medi imprenditori, che - come rimandano tragicamente  le pagine di cronaca - sempre più spesso si lasciano trascinare nel baratro, senza vedere via di uscita. E' il caso ad esempio di Giuseppe Campanella, l'artigiano che  il mese scorso, vinto dai debiti, si diede fuoco davanti l'agenzia dell'entrate. Come lui, attanagliati dalla disperazione ce ne sono tanti. Lo dimostrano le numerose telefonate che in poco più di una settimana sono pervenute al centro di ascolto di Confartigianato Bologna, associazione che ha messo in campo un team di avvocati, commercialisti e psicoterapeuti per aiutare gratuitamente gli imprenditori in difficoltà per la crisi.

"Davanti a drammi di questo genere - ha spiegato il presidente Gianluca Muratori - non potevamo certo rimanere indifferenti. Così abbiamo deciso di metter in campo un team di esperti per dare consigli, suggerimenti ma anche supporto morale agli artigiani ed imprenditori in difficoltà. Soprattutto vogliamo portare un contributo per evitare drammatiche conseguenze".

Al numero verde 800470601, dal lunedì al venerdì 9-19, sono arrivate molte telefonate. E se tanti hanno chiamato per avere informazioni, altri hanno già fissato appuntamento. "Per ora - ha spiegato Muratori - le richieste di aiuto sono legate a tematiche legali e amministrative. Il nostro staff è comunque pronto anche per gestire aspetti più personali e legati alla sfera emotiva psicologica". Il servizio é completamente gratuito, finanziato dal consorzio artigiano Unifica e rivolto non solo agli iscritti. Si può contattare il servizio assistenza anche via mail: iocelafaccio@confartigianatobologna.it.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Emilia-Romagna verso la zona gialla, Donini: "Aspettiamo una settimana"

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Nuova ordinanza regionale: confermate le misure, altre attività aperte nei prefestivi

  • Mangia la pizza e finisce in ospedale con un filo metallico nell'esofago: due denunce

  • Coronavirus Emilia-Romagna: +2723 contagi, 47 morti (25 a Bologna)

Torna su
BolognaToday è in caricamento