Sabato, 12 Giugno 2021
Guida Centro Storico / Via Cesare Battisti

San Barbaziano, l'opera (abbandonata) di un 'archistar' dell'epoca

La leggenda attribuisce la costruzione a San Petronio, ma a metterci le mani fu un famoso architetto che lasciò molte opere alla città

San Barbaziano, all'incrocio tra via Barberia e via Cesare Battisti, di proprietà del Demanio, è quella che viene definita chiesa "sconsacrata". Recentemente la sua ristrutturazione e valorizzazione è stata messa a bando dal Ministero dei Beni culturali. 

Proprio per il suo cattivo stato di conservazione e per il non utilizzo, passa spesso inosservata, mentre si tratta di un edificio molto interessante. Vediamo cosa c'è da sapere:

1. Barbaziano originario di Antiochia (Turchia) agli inizi del V secolo arrivò a Roma dove condusse una vita di preghiera e penitenza. A lui si attribuiscono diversi miracoli, così entrò nelle grazie dell'imperatrice Galla Placidia e si spostò a Ravenna dove fu a capo di una comunità di monaci. Barbaziano morì proprio nella città romagnola e lì venne sepolto. Le sue reliquie sono conservate nella Cattedrale all'interno di un sarcofago del VI secolo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Barbaziano, l'opera (abbandonata) di un 'archistar' dell'epoca

BolognaToday è in caricamento