Lunedì, 17 Maggio 2021
Scuola

Scuola d’infanzia: riapertura il 3 settembre, quello che c'è da sapere

I bambini da lunedì 3 settembre inizieranno il loro percorso nelle 67 scuole comunali

Al via il nuovo anno scolastico nelle scuole dell’infanzia comunali. I bambini da lunedì 3 settembre inizieranno il loro percorso di scuola dell’infanzia. Sono 67 le scuole comunali, che accoglieranno oltre 4.900 bambini. I più grandi frequenteranno la scuola già da lunedì, mentre per i più piccoli nuovi inseriti l’avvio della frequenza è organizzato per gruppi secondo un calendario presentato alle famiglie in occasione delle assemblee di giugno.

Le 199 sezioni saranno assegnate a un contingente di 398 insegnanti oltre all’organico dedicato ai bambini con disabilità e all’insegnamento della religione cattolica.

Per l’anno scolastico 2018/2019 sono state assunte in ruolo 29 nuove insegnanti che vanno a coprire i posti vacanti sulle sezioni. L’organico dei collaboratori scolastici è costituito da 165 dipendenti, tutti assunti in ruolo. L’equipe pedagogica è costituita da 26 pedagogisti. 

Vaccinazioni 

Per l'anno scolastico 2018/2019 è confermato l'obbligo vaccinale introdotto dalla legge 119/2017, il cui adempimento costituisce requisito di frequenza. I messi comunali hanno completato ieri le consegne delle lettere a tutte le famiglie dei bambini non ancora in regola dopo la prima comunicazione di inizio agosto, dove si descrivono le modalità di presentazione della documentazione idonea ai fini dell'assolvimento dell'obbligo, compresa la possibilità di autodichiarazione introdotta dalla circolare ministeriale del 9 luglio. A oggi i casi di mancata presentazione della documentazione riguardano il 2% degli iscritti alla scuola d'infanzia (117 bambini su oltre 4.900) e l'1,8% del nido (55 su circa 3.000).

Chi non avesse ancora presentato la documentazione - l'effettuazione delle vaccinazioni obbligatorie non risultanti dall'Anagrafe regionale o la presentazione della formale richiesta di vaccinazione all'AUSL competente, che sia stata effettuata posteriormente al 10 giugno 2018, oppure l'appuntamento già fissato - può provvedere anche tramite dichiarazione sostitutiva compilando un apposito modulo online, disponibile sul portale Scuole On-Line del Comune di Bologna, selezionando la voce: "Iscrizione ai Servizi educativi e scolastici". È possibile presentare la dichiarazione sostitutiva anche scaricando il modulo dallo stesso indirizzo nella sezione della modulistica. Solo per i casi di esonero, omissione o differimento delle vaccinazioni, ricollegabili sostanzialmente a motivi di salute del bambino oppure all'avere già contratto determinate malattie, non è possibile presentare una dichiarazione sostitutiva, ma è necessaria una certificazione medica attestante tale situazione. 

L'idoneità vaccinale costituisce, ai sensi della normativa vigente, requisito di accesso alla scuola d’infanzia, pertanto in assenza della documentazione richiesta, si procederà alla sospensione del bambino dal servizio. In particolare, per quanto riguarda i nuovi iscritti, bambini cioè che non frequentano ancora la scuola, la verifica della mancata presentazione della documentazione sospenderà l'inserimento. Queste situazioni saranno trattate con la massima attenzione; consapevoli, infatti, dell'importanza della prima fase di ambientamento del bambino, i servizi dell'Istituzione Educazione e Scuola, contando sul prezioso lavoro di supporto dei pedagogisti che costantemente curano la relazione con i genitori, sono a disposizione delle famiglie interessate per informazioni di carattere pedagogico e per concordare una nuova programmazione dell'inserimento in attesa della regolarizzazione del posizione vaccinale. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola d’infanzia: riapertura il 3 settembre, quello che c'è da sapere

BolognaToday è in caricamento