Sabato, 18 Settembre 2021
Università

Università Bologna: al via bando per borse studio e alloggi

Ma anche per l'assegnazione dei contributi per la ristorazione, prestiti per esperienze di studio all'estero e contributi per studenti disabili. Tutti i dettagli

Al via il bando di Er.Go, l’Azienda Regionale per il Diritto agli Studi Superiori, per l’assegnazione di servizi e benefici agli studenti universitari dell’Emilia Romagna per l’anno accademico 2012/2013. Sono messi a bando alloggi, borse di studio, contributi per la ristorazione, prestiti e contributi per esperienze di studio e lavoro all’estero, servizi e contributi per i disabili. E’ possibile presentare la domanda esclusivamente on line sul sito di Er.Go all’indirizzo www.er-go.it.

 “I bandi di concorso sostanzialmente confermano l’assetto e i contenuti degli anni precedenti, garantendo in tal modo ai ragazzi stabilità e continuità sulle modalità di accesso ai servizi ed interventi per il diritto allo studio universitario – dice l’assessore regionale all’Università Patrizio Bianchi – Un ottimo risultato, per il quale desidero ringraziare il presidente, il direttore e tutto il consiglio d’amministrazione di Ergo, anche per le iniziative intraprese durante l’emergenza del terremoto”.

 Borse di studio e altri interventi finanziari. Le borse di studio hanno un valore che varierà tra un minimo di 1.402 ad un massimo di 5.073 euro annui, sulla base delle condizioni economiche dello studente e della condizione di studente pendolare, fuori sede o in sede.
Lo scorso anno accademico sono stati soddisfatti 17.505 studenti per una spesa in denaro e servizi di oltre 67 milioni di euro.
Difatto tutti gli studenti idonei alla borsa di studio hanno ricevuto un intervento in denaro. Alle 16.822 borse assegnate a dicembre dall’Azienda si sono aggiunti gli interventi delle Università di Bologna, Ferrara, Modena e Reggio Emilia e Parma che hanno concorso con propri finanziamenti per un importo complessivo di 1.186.484,15 euro. L’Azienda ha garantito agli studenti che hanno fruito dell’intervento dell’Università e che sono ospiti nelle Residenze la gratuità dell’alloggio, oltre a un contributo per l’accesso al servizio ristorativo di 200 euro.
 
Alle borse di studio si affiancano altri interventi come i prestiti fiduciari, che possono arrivare fino ad un importo di 23mila euro e che costituiscono una forma di finanziamento a condizioni particolarmente agevolate e senza la necessità di presentare garanzie; gli assegni formativi compresi tra 2.000 e 4.000 euro per favorire l’accesso e la frequenza a Master, corsi di Alta Formazione e specializzazione all’estero; i contributi per percorsi accademico/formativi connessi a obiettivi di sviluppo regionale di valore fino ad un massimo di 2.000 euro; gli interventi straordinari, del valore massimo di 2000 euro, per studenti in situazione di particolare difficoltà.

 Infine, Er.Go punta a favorire la partecipazione a programmi di mobilità internazionale, con contributi per un totale di 200 mila euro, che vanno a sostegno delle spese di vitto e alloggio sostenute all’estero per studio e/o tirocinio. La mobilità internazionale viene supportata anche attraverso informazioni sulle opportunità di formazione e tirocinio in 22 paesi europei, Nord America, Cina, India, Giappone, Australia, Russia, Marocco e Tunisia.

Alloggi. Sono oltre 3.000 gli alloggi disponibili nelle Residenze Universitarie di Bologna, Cesena, Ferrara, Forlì, Modena, Parma, Reggio Emilia e Rimini. Gli alloggi sono prioritariamente destinati agli studenti in graduatoria, quindi in possesso dei requisiti economici e di merito previsti dal bando di concorso. I posti temporaneamente liberi sono disponibili per una platea più vasta di utenti, a condizione che abbiano rapporti con le Università e gli altri istituti formativi presenti nel territorio (professori,ricercatori, studenti stranieri che partecipano a progetti di mobilità, ecc). Questi posti sono prenotabili nel borsino on-line dove è possibile visualizzare le soluzioni abitative, effettuare la prenotazione e il pagamento per il periodo di soggiorno prescelto. E’ un servizio ormai collaudato e che riscontra un discreto successo, soprattutto tra gli studenti stranieri che vengono nella nostra regione per periodi brevi di studio e ricerca, non coincidenti con l’intero anno accademico. Nell’anno 2011 le ospitalità temporanee hanno interessato 744 utenti.

 

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Università Bologna: al via bando per borse studio e alloggi

BolognaToday è in caricamento