Timbro digitate: cosa è e perché è utile

Consente di mantenere inalterato il valore legale di un documento informatico ...

Spesso si sente parlare di timbro digitale sui documenti, ma cosa è esattamente? Scopriamolo insieme...

Il timbro digitale

Il timbro digitale consente di mantenere una validità giuridica al documento informatico firmato digitalmente, quando viene stampato. In realtà è una sorta di codice  a  barre bidimensionale. 

Questo consente di mantenere inalterato il valore legale di un documento informatico con una firma basata su un certificato qualificato erogato da una Certification Authority accreditata; lo stesso documento, in tutto il suo contenuto (firma digitale compresa), viene “trasformato” in un solo ed unico codice bidimensionale il quale, stampato sulla carta, diviene un supporto di memoria alla stregua di una chiavetta o un cd rom.

Applicato nell’ambito dei servizi di Certificazione Anagrafica e di Stato Civile, tale approccio consente agli utenti di richiedere e ricevere i certificati direttamente sul proprio PC, senza più recarsi presso gli sportelli comunali, anche nel Comune di Bologna

Come riportato sul portale dell'ente pubblico sotto le Dure Torri, dal  punto di vista dell’utente l’operatività che si prospetta in linea generale è la seguente: 

  • Il servizio applicativo si concluderà con la consegna all’utente, tramite download o invio con email, di un file (tipicamente in formato PDF).
  • Tale file può essere ‘utilizzato’ (cioè inserito all’interno di una pratica oppure consegnato ad un soggetto destinatario) in formato elettronico oppure può essere stampato su carta; la stampa del documento includerà il timbro digitale.
  • Il destinatario del documento stampato potrà verificare l’autenticità del documento cartaceo consegnatogli attraverso la lettura del timbro digitale. Tramite un software disponibile gratuitamente, l’operatore acquisisce il codice a barre bidimensionale utilizzando uno scanner.
  • Il risultato della acquisizione del timbro è una immagine che viene decodificata automaticamente, ottenendo il documento (file) firmato digitalmente. A seguito di questa operazione è possibile effettuare la verifica della firma digitale e, qualora la verifica vada a buon fine, il documento può essere definitivamente validato.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto a fuoco, morta giovane donna e Porrettana chiusa al traffico per ora

  • Non solo massaggi al centro estetico: blitz dei Carabinieri a Pianoro

  • Gianni Morandi racconta il dolore per la perdita della figlia

  • Maxi furto al bar: si finge acquirente e ruba 200mila euro di diamanti

  • Incidente sulla Statale: schianto tra auto, morta una donna

  • Morto in solitudine, gli amici si mobilitano per trovare i parenti: "Ivan se lo meritava"

Torna su
BolognaToday è in caricamento