Fare trekking in provincia di Bologna: sette passeggiate scelte per voi

Sette itinerari, a varie difficoltà, per regalarvi una escursione nei più bei siti paesaggistici che la provincia ha da offrire

Staccare con la frenesia della città e rigenerare occhi, polmoni e spirito, immersi nel verde. Sono solo alcuni dei vantaggi riservati a chi va per sentieri, fa escursioni, e attraversa le colline e le montagne, al passo di un turismo lento e più consapevole. Bologna e la sua provincia sono ricchissime di sentieri e itinerari, scrupolosamente mantenuti puliti e praticabili dalla locale sezione del club alpino italiano. Tutti i sentieri sono minuziosamente mappati e segnati in loco con cartelli visibili, numeri, e, nei tratti più frequentati, anche dai tempi medi di percorrenza. Percorsi di tutte le lunghezze, con la possibilità di realizzare i cosiddetti “anelli”, ovvero delle camminate che riportano al punto di partenza (il parcheggio dell’auto, o l’abitazione) cambiando sempre il paesaggio. Per i più esperti – ed equipaggiati – vi sono anche vere proprie traversate, di cui la provincia di Bologna è crocevia: è il caso della Via degli dei, che collega Bologna a Firenze, oppure alla Via dei parchi, che collega i parchi regionali da un itinerario fatto di sentieri di crinali appenninici. Qui di seguito ne menzioniamo sei tra i più significativi.

Vediamoli insieme:

N.B.: Valutare attentamente meteo, equipaggiamento, e proprie capacità escursionistiche prima di partire

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Villa Ghigi - Ronzano/Gaibola - Parco Cavaioni

Escursione di circa 6 km. E' a più accessibile e pratica partendo dalla città. Si parte da un parcheggio vicino all'ingresso a sud del parco di villa Ghigi, con il tratto iniziale all'interno del parco. Si seguono i sentieri 900-904 e l'ex 906 del Cai. Arrivati a San Michele di Gaibola il sentiero, ancora tracciato, scende per finire lungo il letto del torrente Ravone. Percorsi tre chilometri si arriva a valle della collina che poi si scopre essere dopo un piccolo strappo il parco Cavaioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 7 aprile: i dati comune per comune

  • Coronavirus, mascherine gratuite: ecco come sarà la distribuzione in Emilia-Romagna

  • Coronavirus, la Regione Emilia-Romagna dà tre milioni di mascherine gratis a tutti i cittadini

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 3 aprile: i dati comune per comune

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 4 aprile: i dati comune per comune

  • “Mio padre ha perso il lavoro e il frigorifero è vuoto, aiutateci": adolescente chiede aiuto al 112

Torna su
BolognaToday è in caricamento