Guida Zona Universitaria / Via Zamboni

'Vale un viaggio': 3 meraviglie bolognesi nel libro che scopre l'Italia meno conosciuta

C'è anche Bologna nel volume "Vale un viaggio" di Beba Marsano che ha percorso l'Italia in lungo e in largo per visitare 101 luoghi da scorpire, quelli meno battuti e poco conosciuti. Ecco quali sono i nostri tre gioielli

C'è anche Bologna nel volume "Vale un viaggio" di Beba Marsano (Cinquesensi) che ha percorso l'Italia in lungo e in largo per visitare 101 luoghi da scoprire, ossia quelli meno battuti e poco conosciuti. 

Per l'autrice, fermamente convinta che il nostro paese non "si esaurisca entro i confini dei consueti percorsi turistici", ma che "esistono singole opere, d’arte e di natura, che giganteggiano, appartate e segrete" sono tre i luoghi bolognesi che valgono un viaggio in città:

1) Il Compianto sul Cristo Morto in Santa Maria della Vita (via Clavature).

Gruppo scultoreo in terracotta di Niccolò d'Antonio d'Apulia o Niccolò da Bari (1435 circa – Bologna, 1494),detto in seguito Dall'Arca perchè scolpì la copertura dell'arca divenuta sepolcro di San Domenico, nell'omonima Chiesa, che rappresenta il dolore per la morte di Gesù. Giuseppe D'Arimatea in ginocchio, con in mano il martello, che ha liberato il Cristo dalla Croce, l'apostolo Giovanni che si regge il viso, la Madonna con il viso straziato, accanto a Maria di Salonne, Maria di Cleofe e la Maddalena. Si narra che nel XVII secolo all’Ospedale della Vita avrebbero rifiutato l'opera perchè spaventava gli ammalati e dapprima lo nascosero poi lo collocarono all'aperto vicino al mercato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Vale un viaggio': 3 meraviglie bolognesi nel libro che scopre l'Italia meno conosciuta

BolognaToday è in caricamento