Viabilità

Parcheggi a pagamento: le strisce blu

Aprile 2011: rincaro dei prezzi per la sosta lungo gli spazi contrassegnati dalle strisce blu. Per i bolognesi diventa un salasso parcheggiare

Aumenta il costo dei parcheggi a pagamento a Bologna. Dal 5 aprile sono entrate in vigore le nuove tariffe per la sosta negli spazi contrassegnati dalle strisce blu, secondo quanto è stato deliberato dagli organi preposti. Le tariffe orarie saranno diversificate, come sempre, a seconda della zona e chi pagherà con tessera microchip risparmierà 20 centesimi all’ora. I veicoli ad alimentazione solo elettrica o ibrida potranno sostare gratuitamente in tutte le aree a pagamento esibendo apposita vetrofania.
 
TARIFFE PER ZONE - Per parcheggiare nei giorni feriali dalle 8 alle 20 nella cerchia del Mille, ed altre aree indicate da apposita segnaletica, si pagherà 2,40 euro all’ora. Sostare nel Centro storico nei giorni feriali, sempre dalle 8 alle 20, costerà 1,80 euro all’ora, mentre nella Corona Semicentrale si pagherà (nei giorni feriali dalle 8 alle 18) una tariffa oraria di 1,20 euro.
Per quanto riguarda le zone periferiche, il pagamento sarà di 60 centesimi orari, sempre durante i giorni feriali dalle 8 alle 18.

Il pagamento minimo tramite parcometro sarà corrispondente a 10 minuti di sosta e varierà dai 40 ai 10 centesimi a seconda della zona di riferimento.

TITOLI DI SOSTA - I titoli di sosta si distinguono in due categorie principali:
    * Vouchers o "gratta e sosta" validi per la sosta per 1 ora a tariffa ordinaria.
    * Abbonamenti con validità mensile o semestrale.

Sia i vouchers sia gli abbonamenti sono poi diversificati tra Centro e Periferia in rapporto alle diverse tariffe ed ai diversi orari vigenti.
Le tessere prepagate possono essere acquistate nei centri Atcittà o presso le rivendite autorizzate (tabaccherie, edicole, bar, ecc.).

ESENZIONE PAGAMENTO  - Esenti dalla sosta a pagamento sono i possessori di veicoli elettrici o ibridi, i disabili (con il pass ad hoc), i medici convenzionati con il Servizio sanitario nazionale (muniti di contrassegno “M”). Esentati pure assistenti sociosanitari e operatori del servizio medico di prima necessità, purchè “espongano apposito contrassegno”, in tutte le aree soggette a tariffazione, come pure i veicoli di servizio di aziende impegnati in servizi di pubblica utilità.
Sosta gratis per le auto del Comune, di Atc, delle Forze di Polizia e dei ministeri (Difesa, Interni, Giustizia), per i mezzi di soccorso o che assistono a persone non autosufficienti o gravemente malate a casa o in luoghi di cura pubblici e privati (in quest’ultimo caso serve un contrassegno e l’esenzione e’ valida per due ore al giorno, anche frazionabili in due momenti di un’ora per volta).
Chi accompagna i bambini a scuola dell’obbligo può parcheggiare vicino al plesso senza pagare esponendo uno specifico pass (ma solo dalle 8 alle 9). Delle esenzioni beneficiano anche i titolari di contrassegno “Dsi” per l’accesso alla Ztl, in possesso di autoparchimetro, per la prima mezz’ora di sosta, in tutte le aree soggette a tariffazione del centro.
I clienti degli alberghi e bed&breakfast situati in centro storico devono avere un titolo giornaliero da 9 euro (5,5 nella corona semicentrale), valido per la sosta in tutte le aree soggette a tariffazione, come biglietto bus e per l’accesso alla Ztl.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parcheggi a pagamento: le strisce blu
BolognaToday è in caricamento