rotate-mobile
Giovedì, 30 Marzo 2023
0 °
Guida Sasso Marconi / Via Pontecchio

Villa Griffone: da qui il primo segnale radio, la dimora di Marconi

La Villa, che oggi ospita il Museo, il giardino, i 'macchinari' costruiti dal giovane Guglielmo è Monumento Nazionale

A Pontecchio, circa 15 km da Bologna, c'è Villa Griffone, residenza della Famiglia Marconi. Qui Guglielmo, nato a Bologna in via IV Novembre, visse fino all'età di 22 anni e da qui inviò il primo segnale radio nel 1895. 

Di padre emiliano e madre irlandese, a 35 anni, nel 1909 ottenne il Premio Nobel per la Fisica per il suo lavoro nello sviluppo della telegrafia senza fili. Il telegrafo di Marconi nello stesso anno diventa dotazione obbligatoria sulle navi passeggeri degli Stati Uniti.

La Villa, che oggi ospita il Museo, il giardino, i macchinari costruiti dal giovane inventore è Monumento Nazionale ed è sede della Fondazione Marconi. Nei locali della Villa, anche un Centro di ricerca sulle radiocomunicazioni nel quale operano ricercatori dell’Università di Bologna e della Fondazione Ugo Bordoni. 

Scopriamola insieme:

1) GLI STUDI. A 20 anni Guglielmo avvio le sperimentazioni, costruendo un segnalatore, formato da una pila, un coesore in nickel e argento, fra due tappi d'argento, e un campanello elettrico che squillava in caso di fulmine e temporali. Dapprima i tentativi di trasmissione si limitarono alle varie stanze della casa, poi proseguirono in aperta campagna, con qualche miglioria al 'congegno'.

2) IL PRIMO SEGNALE. L'8 dicembre 1985 posizionò il ricevitore dietro una collina, detta dei Celestini, e inviò il suo aiutante perchè sparasse un colpo di fucile se l'esperimento fosse riuscito. E così fu.

Villa Griffone: la dimora del Premio Nobel

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Villa Griffone: da qui il primo segnale radio, la dimora di Marconi

BolognaToday è in caricamento