It.a.cà, migranti e viaggiatori: la 9ª edizione del festival italiano del turismo responsabile

Da maggio a ottobre 2017 10 tappe in Italia per parlare di TURISMO SOSTENIBILE

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BolognaToday

"Quando ti metterai in viaggio per Itaca devi augurarti che la strada sia lunga, fertile in avventure e in esperienze!" Konstantinos Kavafis Nell'Anno Internazionale del turismo sostenibile, come dichiarato dall'ONU, giunge con successo la 9ª edizione in dieci tappe italiane di IT.A.CÀ Migranti e Viaggiatori, il festival dedicato al turismo responsabile che torna all'insegna del viaggio, inteso come momento di conoscenza e di crescita.

Emilia Romagna, Veneto, Piemonte e Trentino saranno le regioni coinvolte nell'iniziativa, insieme alle molte Istituzioni pubbliche che sostengono da tempo la filosofia del progetto. La città di Bologna, luogo natale di IT.A.CÀ - che nella tappa della scorsa edizione ha registrato migliaia di visitatori - aprirà la settimana del festival, dal 19 al 28 maggio, con un convegno internazionale sul tema della recente Destinazione Metropolitana bolognese e sulle sue linee strategiche, alla presenza del Sindaco di Bologna, Virginio Merola, autorità istituzionali ed esperti del settore. Nel suo primo week end, IT.A.CÀ sarà alle Serre dei Giardini Margherita con un programma dedicato all'home-sharing (20-21 maggio), in collaborazione con Local Pal e Kilowatt. A seguire e per dieci giorni: workshop, presentazioni di libri, proiezioni di film, spettacoli, laboratori per grandi e piccini e tanti itinerari turistici a piedi, in treno e in bicicletta , durante i quali i cittadini bolognesi diventeranno i primi turisti della loro stessa città e provincia. Il Festival IT.A.CÀ proseguirà a ruota dal 29 al 31 maggio a Ferrara, dall' 1 al 4 giugno a Padova e dal 4 all'11 giugno a Ravenna.

Dal 20 al 24 settembre, la manifestazione arriverà a Rimini, dal 25 settembre all' 1 ottobre in Trentino, dal 30 settembre al 2 ottobre a Reggio Emilia, dal 2 all'8 ottobre a Parma, dal 13 al 15 ottobre a Rovigo, concludendosi a Monferrato, dal 20 al 22 ottobre. Non mancheranno mostre, incontri, concerti, eventi in piazza, concorsi, camminate fluviali, escursioni in bicicletta, trekking, geo esplorazioni e degustazioni di prodotti tipici, secondo la specifiche caratteristiche di ciascun territorio. Tantissimi i temi previsti in ogni città: dalla sostenibilità del turismo alle migrazioni, dall'home-sharing all'integrazione sociale, dai diritti della cittadinanza alla eco-sostenibilità, dall'accessibilità delle infrastrutture alla mobilità, dalle offerte di turismo a km 0 alle destinazioni green italiane. Tutti argomenti che aprono un varco ad un nuovo modo di viaggiare, ad un turismo non di massa, né invasivo e distruttivo, ma rispettoso delle realtà maggiormente precarie con uno sviluppo del territorio e di chi lo abita. Partendo da una riflessione sulle nostre terre, intrise di tradizioni enogastronomiche, di cultura, di storia, di antiche bellezze uniche e dimenticate, l'obiettivo del festival è infatti quello di soffermarsi sulle possibilità di valorizzazione di ciascuno di questi luoghi, creando opportunità per trasformare una partenza in esperienza di conoscenza che inizia da casa e arriva a casa (it a cà = sei a casa? in dialetto bolognese). Un viaggio responsabile quindi, da percorrere con mezzi liberi e poco inquinanti, secondo un'idea di giustizia sociale e rispetto dell'ambiente, volta a sensibilizzare i viaggiatori, l'industria e gli operatori, per uno sviluppo sostenibile del territorio. Per farlo, oltre all'impegno di chi crede fortemente da anni in questi valori, è stato fondamentale il sostegno di grandi istituzioni come i singoli Comuni, il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, la Regione Emilia Romagna, la città metropolitana, l'Università di Bologna e tutte le altre moltissime realtà italiane coinvolte. Un numero copioso di enti e persone attorno al festival IT.A.CÀ che certifica l'importanza di questo progetto in Italia, con la finalità di promuovere una migliore, equa e solidale fruizione del paese e delle sue risorse. Un passo alla volta, con il desiderio di lasciare un segno importante. Tutti gli eventi IT.A.CÀ Migranti e Viaggiatori sono a ingresso libero. Il programma dettagliato sarà presto disponibile sul sito www.festivalitaca.net. TAPPE 2017: BOLOGNA 19 › 28 maggio FERRARA 29 › 31 maggio PADOVA 1 › 4 giugno RAVENNA 4 › 11 giugno RIMINI 20 › 24 settembre TRENTINO 25 sett. › 1 ottobre REGGIO EM 30 sett. › 2 ottobre PARMA 2 › 8 ottobre ROVIGO 13 › 15 ottobre MONFERRATO 20 › 22 ottobre Foto e materiali in alta risoluzione scaricabili sul link: https://www.festivalitaca.net/press-2017/ UFFICIO STAMPA IVANA CELANO cell. +39 349 06 44 923 email: stampa@festivalitaca.net - www.festivalitaca.net. info@festivalitaca.net https://www.facebook.com/itacafestival https://twitter.com/ItacaFestBO https://www.youtube.com/user/FestivalitacaBO https://www.instagram.com/it.a.ca/ Il festival è promosso e organizzato dall'Associazione YODA, COSPE Onlus, NEXUS E-R, in collaborazione con AITR (Associazione Italiana Turismo Responsabile) e una rete di oltre 150 realtà attive nell'ambito turistico. L'evento ha il Patrocinio di: Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Unesco, Regione Emilia Romagna, Comune di Bologna, Università di Bologna, Città Metropolitana di Bologna, City of food.

Torna su
BolognaToday è in caricamento