rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Meteo

Caldo fuori stagione, piogge scarse, smog e incendi: così cambia il clima bolognese

Da Arpae i dati confermano la tendenza: fa sempre più caldo, piove sempre di meno. Da dicembre sette i blocchi antismog

19 mm di pioggia caduti in febbraio contro una media di un mese di 42. Non siamo neanche in primavera, ma già gli idrometri del bolognese segnano livelli da siccità quasi estiva. Il clima sta cambiando in peggio e a certificarne l'andamento sono i dati dell'Arpae, che da novembre ad oggi parlano chiaro.

Nevicate scarse, alternate a pesanti alluvioni non hanno portato gran beneficio alle falde acquifere tra l'Appennino e la Bassa. L'alluvione del Reno di inizio febbraio ne è stata la riprova: una gran quantità di acqua caduta sulla neve che si stava sciogliendo e che ha dilavato completamente l'apporto idrico che ne sarebbe derivato, portando tutta l'acqua al mare e con i danni che si sono visti. Le falde acquifere e bolognese non si sono ricaricate a dovere, ed ora c'è solo da sperare che sia una primavera molto piovosa. Da maggio in poi infatti sarà solo deficit idrico, perché la maggior parte delle precipitazioni evapora prima di penetrare nel suolo.

Sul fronte della temperatura e del caldo fuori stagione, dopo l'allarme degli agricoltori sulle fioriture precoci e sul relativo rischio gelate tardive a parlare è Andrea selvini del servizio Idro meteo clima di Arpae.

"La temperatura media di febbraio è stata di 10,3 gradi contrariamente a una media storica di 5,6. Di gelate non ce ne è stata praticamente nessuna ,ad eccezion fatta di qualche zona rurale" Questo potrebbe essere positivo se non fosse che la stagione è proprio quella dove si dovrebbero verificare e contrariamente agli anni scorsi "dove almeno una decina gli episodi di gelo mattutino si verificavano in tutta la provincia".

L'inverno In sostanza non ha fatto il suo lavoro è solo una primavera generosa di acqua potrà in parte riequilibrare i destini idrici del bolognese che dal 2007 in poi hanno fatto registrare sempre più frequentemente annate particolarmente siccitose.

Si arriverà all'acqua razionata anche a Bologna? "Noi tra fiumi come Reno e Setta siamo abbastanza coperti" spiega Selvini che però aggiunge: "Fenomeni di scarsità di acqua potrebbero verificarsi ancora come gli anni scorsi nell'Appennino parmense e piacentino".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caldo fuori stagione, piogge scarse, smog e incendi: così cambia il clima bolognese

BolognaToday è in caricamento