Accordo Ducati-Dorna: la casa di Borgo Panigale in MotoGP per altri 5 anni

Domenicali: “Le corse sono da sempre una parte veramente fondamentale della marca Ducati e lo rimarranno anche nel futuro"

Carmelo Ezpeleta and Claudio Domenicali

Fin dal suo debutto nel 2003 Ducati ha avuto un ruolo da protagonista nella massima categoria del motomondiale: dopo soli 6 gran premi ha ottenuto la sua prima vittoria nel GP della Catalogna con Loris Capirossi, e si è poi aggiudicata il titolo mondiale marche, piloti e team nel 2007 con Casey Stoner. Lo scorso anno, la Desmosedici GP si è rivelata ancora una volta una delle moto più competitive presenti sulla griglia della MotoGP: grazie ai punti apportati da  5 piloti diversi (Andrea Dovizioso, Danilo Petrucci, Jack Miller, Francesco Bagnaia e Johann Zarco), Ducati con due vittorie (Dovizioso in Austria e Petrucci in Francia) ed un totale di 9 podi ha vinto il titolo costruttori 2020 nella classe regina. Nelle sue diciotto stagioni in MotoGP, Ducati ha centrato un totale di 160 podi, tra cui 51 vittorie.

“Le corse sono da sempre una parte veramente fondamentale della marca Ducati e lo rimarranno anche nel futuro - ha detto Claudio Domenicali, CEO di Ducati Motor Holding - Rappresentano infatti non solo un modo per alimentare la passione e il tifo dei Ducatisti di tutto il mondo ma anche un laboratorio di ricerca avanzata dove vengono testati i materiali più sofisticati e i metodi di progettazione più innovativi. È anche la palestra dove facciamo crescere i giovani ingegneri, allo scopo di fornire ai nostri clienti moto sempre allo stato dell’arte per quanto riguarda la tecnologia e l’emozionalità d’uso, come dimostrato recentemente dalla Superleggera V4 e dalla Multistrada V4. In entrambi i casi, pur con declinazioni molto diverse, l’esperienza maturata in MotoGP è stata fondamentale. Questo rinnovato accordo è una conferma che, pur avendo in programma una continua espansione della nostra gamma di prodotto anche al di fuori del mondo delle sportive, la pista e le moto ad alte prestazioni rimangono per Ducati un elemento centrale. Voglio ringraziare Dorna Sports ed in particolare Carmelo Ezpeleta per il loro grande lavoro in tutti questi anni che ha fatto diventare la MotoGP una piattaforma mediatica davvero straordinaria”.

“ Siamo onorati di aver potuto accompagnare Ducati fino ad oggi - ha risposto Carmelo Ezpeleta, CEO di Dorna Sports SL-
nel suo percorso ricco di successi e non vediamo l’ora di condividere insieme questo nuovo capitolo della sua storia, con due promesse come Jack Miller e Pecco Bagnaia. Il potenziale e il talento di questi due giovani piloti sarà sicuramente uno degli aspetti più interessanti del Campionato Mondiale MotoGP 2021 che sta per iniziare”.

"Siamo molto soddisfatti di poter confermare la nostra partecipazione in MotoGP fino alla fine del 2026. Negli ultimi anni - ha puntualizzato Luigi Dall’Igna, Direttore Generale di Ducati Corse -la Desmosedici GP ha dimostrato di essere una delle moto più competitive in griglia, e il titolo costruttori 2020 ne è un’ulteriore dimostrazione. Anche se quest’anno il regolamento non permetterà grandi sviluppi tecnici, affronteremo la stagione 2021 con la stessa passione e dedizione: l’obiettivo è lottare per il titolo MotoGP con i nostri piloti e preparare le basi per il nostro impegno futuro nel Campionato”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Contagi in risalita, è ufficiale: Bologna e provincia in zona arancione scuro

  • A Bologna confermata la zona rossa: nidi e materne chiusi, stop alle attività commerciali non essenziali

  • Zona arancione scuro, nuove regole al via: ecco cosa si può fare e cosa no

  • Coronavirus Emilia-Romagna, il bollettino: +2610 contagi, Bologna (con Imola) +755, nuovo record

  • Bologna zona rossa? Oggi si decide, preoccupazioni per nidi e materne

  • Dove si annida il virus a Bologna: focolai in famiglia, in una settimana incidenza su del 30 per cento

Torna su
BolognaToday è in caricamento