Ecobonus: al via le domande per chi vuole sostituire la vecchia auto

Gli incentivi riguardano l’acquisto di un’autovettura nuova...

Foto archivio

E' stato riaperto il  bando regionale per l’ecobonus, per tutti i cittadini che intendono sostituire la vecchia auto con un mezzo più ecologico. A disposizione ci sono 485 mila euro per “assegni” riservati ai proprietari di mezzi alimentati a benzina fino all’euro 2 o diesel fino all’euro 4, che passano ad auto con minori emissioni. Il contributo regionale è di 3 mila euro per l'acquisto di mezzi elettrici o ibridi e di 2 mila per quelli a metano e gpl.

Le domande

Con la riapertura dei termini, le nuove domande possono essere presentate fino al 29 ottobre, senza alcun vincolo legato al reddito o all’Isee dell’interessato.

Potranno richiedere il contributo i cittadini residenti in Emilia-Romagna che intendono rottamare – o hanno rottamato dal 1^ gennaio 2019 – un'autovettura di proprietà o intestata a un’altra persona sempre residente in regione (che abbia dato il consenso). Deve trattarsi di veicoli fino alla classe euro 2 se alimentati a benzina, benzina/metano o benzina/gpl e fino alla classe euro 4 per i diesel.

Gli incentivi riguardano l’acquisto di un’autovettura nuova, con prima immatricolazione tra il 24 giugno 2019 e il 30 aprile 2020,  elettrica, ibrida (benzina/elettrica), a metano (mono e bifuel benzina) o gpl (mono e bifuel benzina). Queste ultime tre categorie devono essere di classe ambientale euro 6.

La richiesta dell’ecobonus può essere fatta nella sezione dedicata del portale della Regione: clicca qui

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sente rumori sospetti in casa e spara, ucciso un uomo

  • Scomparso nella notte, ritrovato morto in un campo

  • Whoopi Goldberg a Bologna: da Hollywood alle osterie del centro

  • Lega: "A Bologna party universitario blasfemo, intervenga il Rettore"

  • Morti in incidenti stradali: Bologna la più colpita, diventa obbligatorio l'alcol-lock

  • Rifiuti, stop indifferenziata porta a porta: da oggi si usa solo la Carta Smeraldo

Torna su
BolognaToday è in caricamento