Martedì, 26 Ottobre 2021

Come donare un farmaco a Bologna: la campagna per Croce Rossa entra in farmacia

La campagna sarà attiva per tutto il mese di ottobre in 250 farmacie. Obiettivo: 50mila farmaci per le fasce più in difficoltà

Una raccolta farmaci per sostenere le fasce più vulnerabili della popolazione. È la campagna promossa da Croce Rossa Italiana che destinerà i farmaci raccolti alle "Officine della Salute", la rete di servizi integrati per aiutare le fasce più vulnerabili della popolazione in costante e forte crescita, in considerazione anche delle nuove povertà amplificate dalla pandemia da Covid-19. Un progetto importante che ha l’obiettivo di garantire l’accesso gratuito alle cure di medicina primaria e specialistica, ma anche promuovere interventi di screening, di prevenzione e di supporto psicologico.

Come donare un farmaco a Bologna

 La campagna sarà attiva per tutto il mese di ottobre nelle LloydsFarmacia di Bologna - e in ben 250 LloydsFarmacia in tutta Italia. Basterà aggiungere agli acquisti un farmaco da banco o para-farmaco, selezionati tra quelli più necessari, per donarlo e partecipare al progetto di salute solidale. Oltre 600 referenze essenziali per la salute, la prevenzione e il benessere, che le fasce più vulnerabili non possono permettersi, in un’emergenza sanitaria sempre più grave ed evidente. I farmaci raccolti verranno donati a Croce Rossa e, nello specifico, alle Officine della Salute, distribuite in tutta Italia, che integreranno i servizi già attivi presso gli sportelli sociali e nei Comitati territoriali della Croce Rossa.

Insieme a Croce Rossa, vicino alle persone

"Siamo emozionati e orgogliosi per questa partnership, che ci onora", commenta Domenico Laporta, Amministratore Delegato Gruppo Admenta Italia-LloydsFarmacia. "Essere al fianco della Croce Rossa Italiana è in linea con quanto necessario, oggi più che mai, per presidiare la salute e il benessere sul territorio. Sempre più fasce della popolazione non possono permettersi servizi e prodotti essenziali, le conseguenze sociali della pandemia e le crisi umanitarie sono all’ordine del giorno. Quanto fa Croce Rossa, quotidianamente in Italia e nel mondo, è la testimonianza tangibile e luminosa di cosa possano fare sul campo esperti e volontari, appassionati e motivati da una causa essenziale e condivisa. Il nostro grazie va a Croce Rossa Italiana per il lavoro già fatto e che faremo insieme. Ringraziamo fin d’ora i nostri farmacisti e i dipendenti tutti che hanno aderito con entusiasmo e tutti coloro che sceglieranno di partecipare alla Campagna. Insieme a Croce Rossa, possiamo dare il nostro contributo, ‘vicino alle persone’." 

"Sin dall’inizio della pandemia di Covid-19 – sottolinea Francesco Rocca, presidente della Croce Rossa Italiana - la CRI ha voluto essere accanto ad ogni vulnerabilità. Durante il lockdown non siamo stati solo sulle ambulanze o nelle corsie, ma abbiamo bussato ad ogni porta e risposto ad ogni richiesta. Questa complessa attività abbiamo voluto denominarla ‘Il tempo della gentilezza' ed è stata possibile grazie a partner importanti e sensibili come accade con LloydsFarmacia. Eppure l’emergenza non è finita, anzi per certi versi si è amplificata. Per questo, la campagna di raccolta farmaci, anche in collaborazione con i volontari CRI dei territori coinvolti, rappresenta la naturale prosecuzione di quella ‘gentilezza’ di cui c’è tanto bisogno. Grazie a chi vorrà contribuire con un piccolo acquisto a questa grande iniziativa che ci consente di essere ancora di più ‘Un’Italia che aiuta’".  

Video popolari

Come donare un farmaco a Bologna: la campagna per Croce Rossa entra in farmacia

BolognaToday è in caricamento